Uscite in Sala 01 dicembre 2016

Uscite in Sala 01 dicembre 2016

Settimana ricca di uscite, dall’eroico pilota di Eastwood all’altrettanto eroico Knight interpretato da Matthew McConaughey; ma a rimanere negli occhi sono soprattutto l’animazione di Claude Barras e l’esordio di Fabio Bobbio.

 

LA MIA VITA DA ZUCCHINA
di Claude Barras

Quella diretta da Claude Barras è una piccola e breve gemma vista lo scorso maggio sulla Croisette, che rimane incollata agli occhi. La storia di un bambino che ha visto morire la madre ed è ora in un istituto insieme ad altri piccoli come lui, che hanno subito violenze e abusi di vario tipo, si trasforma in un inno agli affetti struggente e dolcissimo, che non ha bisogno di un’animazione particolarmente complessa ma si concede non pochi preziosismi. Un gioiellino, ennesima dimostrazione palese dello stato di salute dell’animazione transalpina.

Zucchina non è un vegetale, è un ragazzino molto coraggioso. Quando perde la madre, pensa di essere rimasto solo al mondo, ma non ha fatto i conti con tutte le persone che incontrerà nella sua nuova vita nella casa dei bambini… Simon, Ahmed, Jujube, Alice e Béatrice: hanno tutti delle storie particolari e anche i più duri hanno in realtà un cuore d’oro. E poi c’è quella ragazzina, Camille. A dieci anni si può avere un gruppo di amici, ci si può innamorare, ci sono tantissime cose da scoprire e imparare. E si può essere felici. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

I CORMORANI
di Fabio Bobbio

Con ogni probabilità è il miglior esordio italiano del decennio, quello di Fabio Bobbio. Il più personale. Il più maturo. L’apparente semplicità, quella di seguire due dodicenni sul confine tra infanzia e adolescenza, nasconde in realtà un affascinante stratificazione del racconto, e delle potenzialità dell’immagine. Il lirismo della concretezza. Davvero notevole.

Nell’estate dei loro dodici anni Matteo e Samuele passano le giornate tra il fiume, il bosco e il centro commerciale, ma rispetto agli anni precedenti qualcosa sta cambiando. Il gioco diventa noia, la fantasia cede il passo alla scoperta, l’avventura si trasforma in esperienza di vita: Samuele e Matteo sono due Cormorani, in continuo adattamento nel rapporto con il mondo che li circonda, con il loro corpo che sta cambiando e alla ricerca di un’autonomia e di uno spazio da far proprio, da colonizzare. Un’estate senza inizio e senza fine, il racconto di un’amicizia, di un’età e di un territorio costretti a mutare con il tempo che scorre inesorabile. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

SULLY
di Clint Eastwood

Non è invece certo un esordiente Clint Eastwood, che torna alla regia per raccontare la vera storia di Chesley Sullenberg, dagli amici chiamato Sully, il pilota che riuscì ad ammarare nel bel mezzo dell’Hudson. Senza raggiungere le vette di Zemeckis e del suo Flight, Eastwood riesce comunque a comporre un quadro dell’America “vecchio stile”, che non ha bisogno di misuratori elettronici per sapere qual è la scelta giusta e che mette sempre l’uomo al primo posto. Non regalerà forse più capolavori, il buon vecchio Clint, ma la solidità – non solo estetica o produttiva – del suo cinema non può essere messa in discussione.

Il 15 gennaio 2009 il volo US Airways 1549, partito da New York e diretto a Charlotte, s’imbatte, dopo il decollo, in uno stormo di uccelli che causa il malfunzionamento di entrambi i motori. Il pilota Chesley “Sully” Sullenberger effettua un ammaraggio sulle acque del fiume Hudson, salvando la vita di 150 passeggeri e dell’equipaggio. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

FREE STATE OF JONES
di Gary Ross

Riesce a contenere gli slanci eccessivamente retorici, Gary Ross, e questo è già tanto; per il resto il suo Newton Knight, contadino del Sud che accende la miccia della rivolta contro la schiavitù e la Confederazione, cerca di rintracciare le coordinate che sono state negli ultimi anni di Tarantino (senza ovviamente raggiungere gli stessi esiti estetici). Un’opera volenterosa, non priva di buchi eppure interessante, cui avrebbe forse giovato qua e là una sforbiciata. Ma non si può avere tutto.

Al culmine della Guerra civile, il contadino del Mississippi Newt Knight guida una rivolta contro la Confederazione, «la guerra dell’uomo ricco combattuta dall’uomo povero», come sarebbe poi passata alla storia. Insieme a un’improbabile banda di contadini e schiavi fuggiaschi, Knight conduce la battaglia tra le paludi del Mississippi e, nonostante l’inferiorità numerica e tecnica, porta la Contea di Jones a separarsi dagli Stati della Confederazione… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

AMORE E INGANNI
di Whit Stillman

Torna alla regia Whit Stillman, e questa è di per sé già un’eccellente notizia. Lo fa portando in scena un racconto sconosciuto di Jane Austen, pubblicato postumo nonostante fosse uno dei primi esperimenti di scrittura dell’autrice britannica; un sulfureo sguardo sull’alta borghesia e la nobiltà d’Oltremanica sul finire del XVIII secolo, con dialoghi brillanti e una sana dose di sarcasmo. Divertente.

Ispirato a un racconto di Jane Austen, Amore e inganni è la storia di una giovane e scaltra vedova Lady Susan Vernon che, per scoprire nuovi pettegolezzi che circolano nell’alta società, decide di trascorrere una vacanza a Churchill, una lussuosa tenuta proprietà della famiglia del marito. Quale miglior modo di approfittare del soggiorno che scovare e assicurarsi, con la complicità della sua confidente Alicia Johnson, un nuovo marito ricco per sé e un buon partito per la figlia, Frederica? L’arrivo a Churchill di un giovane uomo molto affascinante e di buona famiglia, Reginald DeCourcy, e di Sir James Martin, uomo di poco fascino ma molto ricco provocherà una serie di colpa di scena. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

ROMEO AND JULIET
di Kenneth Branagh, Benjamin Caron

Non siamo soliti inserire in questo spazio i titoli teatrali oramai distribuiti con regolarità in sala da Nexo Digital, ma visto che l’opera era al Torino Film Festival e dietro c’è lo zampino di sir Kenneth Branagh, abbiamo fatto un’eccezione (che non diventerà regola!). Peccato che al di là del piacere del testo rimanga davvero poco da segnalare…

Con la collaborazione di Benjamin Caron per la regia cinematografica, Kenneth Branagh filma il suo recente “Romeo and Juliet” teatrale, stavolta ambientato nell’Italia modaiola della Dolce Vita anni Cinquanta. La vicenda è quella immortale di sempre, l’amore contrastato e tragico tra i due giovinetti Romeo e Giulietta, divisi da due famiglie nemiche in quel di Verona… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

ROBINÙ
di Michele Santoro

Esce per due giorni in sala, questo lavoro di Michele Santoro (per l’esattezza martedì 6 e mercoledì 7 dicembre) già visto alla Mostra del Cinema lo scorso settembre. Un reportage duro e onesto, che indaga sulla realtà dei gangster adolescenti nelle bande della Camorra, e lo fa senza manicheismi eccessivi, ma con un apprezzabile rigore.

I baby boss della Camorra per la prima volta si raccontano senza mediazioni: la sete di potere, l’amore per i soldi, il divertimento sfrenato, le loro pagine facebook da vere star. Ribelli insofferenti ai capi “d’o’sistema”, la vecchia Camorra, senza padroni e senza paure. Si uccidono tra loro: la droga è il motore della mattanza. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

SUI MARCIAPIEDI
di Otto Preminger

Questo splendido dramma psicologico, con venature noir e deviazioni nel poliziesco, andrebbe davvero riscoperto da una generazione cinefila che con ogni probabilità ha poca dimestichezza in generale con il cinema di Otto Preminger. L’occasione gliela dà la meritoria Lab 80, che porta in sala Sui marciapiedi nella versione restaurata. Perdere la visione sul grande schermo sarebbe davvero un crimine ingiustificabile.

Il sergente Mark Dixon viene spesso richiamato dai suoi superiori per i metodi spicci e violenti che riserva ai criminali. Una delle ossessioni più ricorrenti del sergente è il criminale Scalise, italoamericano che è riuscito a farla franca e al quale Dixon continua imperterrito a dare la caccia. Dopo aver compiuto accidentalmente un omicidio, il sergente escogita un piano per far ricadere le responsabilità su Scalise, mentre intesse anche una relazione con Morgan, la bella moglie della vittima… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana escono nelle sale anche La stoffa dei sogni (2015) di Gianfranco Cabiddu, Un Natale al sud (2016) di Federico Marsicano, Rock Dog (2016) di Ash Brannon, L’amore rubato (2016) di Irish Braschi, Ciò che le nuvole non dicono (2016) di Marco Recalchi, Don’T Crack Under Pressure – Season Two (2016) di Thierry Donard, e Strike a Pose (2015) di Ester Gould e Reijer Zwaan. Buona visione!

Info
Sui marciapiedi sul sito di Lab 80.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in Sala 24 novembre 2016

    Sì, per carità, Snowden e Il Cittadino illustre... Ma è la settimana di Monte di Amir Naderi, e la speranza è che le non troppe sale che lo proiettano vengano prese d'assalto, come una montagna da abbattere.
  • Notizie

    uscite-in-sala-17-novembre-2016Uscite in Sala 17 novembre 2016

    Settimana di animali al cinema, notturni o fantastici che siano. Per il resto una vendicativa Emmanuelle Devos e i fantasmi, negazionisti e violentatori, della Seconda Guerra Mondiale.
  • Notizie

    Uscite in Sala 10 novembre 2016

    Un profluvio di uscite tra ieri e oggi, nelle sale, ma poche davvero imperdibili. Tra queste senza dubbio l'ultimo, eccellente, Bellocchio, il sempre discusso Malick e Sing Street di John Carney.
  • Notizie

    Uscite in sala 03 novembre 2016

    La settimana, non delle più memorabili in senso assoluto, è segnata dall'ottimo Kubo e la spada magica e dall'ultimo film di Placido. Ma lunedì 7, grazie alla Cineteca di Bologna, torna in sala La morte corre sul fiume. E allora...
  • Notizie

    Uscite in Sala 08 dicembre 2016

    La famiglia di Dolan e quella di Captain Fantastic dominano una settimana assai poco interessante, tra miliardari che si trasformano in gatti, presepi viventi senza bambinelli e thriller pasticciati. Per fortuna domenica torna in sala Il mago di Oz...
  • Notizie

    Uscite in sala 15 dicembre 2016

    L'attenzione di tutto il mondo cinefilo è concentrata sul nuovo capitolo (a suo modo spurio) della saga di Star Wars, al punto da far passare in secondo piano sia il fantasy di Tim Burton sia i nostri sempiterni "cinepanettoni"...
  • Notizie

    Uscite in sala 22 dicembre 2016

    Paterson di Jim Jarmusch esce per questa settimana solo a Roma, Torino e Milano, ma il resto della penisola può sempre contare su Oceania e Le stagioni di Louise...
  • Notizie

    Uscite in Sala 30 dicembre 2016

    Finisce l'anno, ne inizia uno nuovo, e in sala arrivano uno Spielberg destinato a essere tristemente incompreso, uno sci-fi romantico e poco seducente, Siani e un Lanthimos vecchio di cinque anni. Intanto buona fine, buon inizio e buone visioni!

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento