Uscite in sala 15 dicembre 2016

Uscite in sala 15 dicembre 2016

L’attenzione di tutto il mondo cinefilo è concentrata sul nuovo capitolo (a suo modo spurio) della saga di Star Wars, al punto da far passare in secondo piano sia il fantasy di Tim Burton sia i nostri sempiterni “cinepanettoni”…

 

ROGUE ONE: A STAR WARS STORY
di Gareth Edwards

Dopo la fotocopia proposta da J.J. Abrams lo scorso anno, ecco finalmente il nuovo capitolo della saga di Star Wars. Un capitolo spurio, che si colloca da un punto di vista cronologico subito prima dell’inizio di Guerre stellari, vale a dire A New Hope. Non tutto funziona, ma la potenza dell’immaginario della “Forza” torna a essere preponderante, e la storia si permette chiaroscuri che altrove non gli sarebbero stati concessi. Un buon modo di rappacificarsi con la saga che inventò George Lucas…

In un periodo di conflitto un improbabile gruppo di eroi intraprende una missione per sottrarre i piani della più potente arma di distruzione di massa mai ideata dall’Impero, la Morte Nera. Questo evento, fondamentale per la storia di Star Wars, spingerà delle persone ordinarie a unirsi per realizzare imprese straordinarie, diventando parte di qualcosa di più grande… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

MISS PEREGRINE – LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI
di Tim Burton

In realtà non è certo la seconda uscita per merito della settimana, ma è indubbio che il compito di infastidire, per quanto possibile, lo strapotere dell’immaginario di Star Wars sia assegnato in tutto e per tutto al nuovo film di Tim Burton; un Burton che continua in una crisi estetica e d’inventiva oramai prossima alla cancrena autoriale, ma riesce in questo caso a indirizzare qua e là, ogni tanto, qualche colpo di coda per dimostrare di essere ancora vivo. Un po’ poco, certo, ma sembra davvero difficile pretendere di più.

Quando l’amato nonno lascia a Jake indizi su un mistero che attraversa mondi e tempi alternativi, il ragazzo si ritroverà in un luogo magico noto come La casa per bambini speciali di Miss Peregrine. Ma il mistero si infittisce quando Jake conoscerà gli abitanti della casa, i loro poteri speciali e i loro potenti nemici. Alla fine scoprirà che solo la sua “peculiarità” potrà salvare i suoi nuovi amici. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

POVERI MA RICCHI
di Fausto Brizzi

Cosa succede se una famiglia di morti di fame ma dignitosi si ritrova tra le mani cento milioni di euro e deve quindi iniziare a fare una vita da ricchi? Dove finisce la dignità? La nuova commedia di Brizzi, che coglie ancora il bersaglio dopo il precedente Forever Young, è la più riuscita delle proposte comiche italiane per le feste. Merito di una certa dose di cattiveria – mai coraggiosa fino in fondo, comunque – e di un cast in ottima forma. Si ride, a tratti molto…

I Tucci sono una famiglia povera di un piccolo paese del Lazio. Padre, madre, una figlia vanitosa e un figlio genio. A completare il nucleo vi sono anche il cognato, botanico ma nullafacente, e la nonna, patita di serie TV. Un giorno accade qualcosa di completamente inaspettato: i Tucci vincono cento milioni di euro. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

AQUARIUS
di Kleber Mendonça Filho

Di ambizioni ne ha davvero molte, Kleber Mendonça Filho, e lo dimostra fin dalla primissima sequenza di Aquarius, forse la più ispirata dell’intero film. Non sempre queste ambizioni sono condotte con la mano ispirata, e il film finisce per appesantirsi, e non poco. Resta però un esempio a suo modo affascinante di come si possa tentare di raccontare la deriva di una nazione senza mettere mai davvero mano alla Storia, quella con la S maiuscola. Un plauso piuttosto a Sonia Braga, vero monumento del cinema brasiliano degli ultimi cinquant’anni (lo splendido O Bandido da Luz Vermelha di Rogério Sganzerla è del 1968).

La sessantenne Clara, critica musicale, è nata a Recife, in Brasile, in un ambiente borghese. Vive in un palazzo singolare, l’Aquarius, costruito negli anni Quaranta sulla famosa Avenida Boa Viagem, che corre lungo l’oceano. Un importante gruppo immobiliare ha acquistato tutti gli appartamenti ma Clara si rifiuta di vendere il suo. Inizia dunque una guerra con la società immobiliare che la molesta. Sempre più turbata da questa tensione, ripensa alla sua vita, al suo passato e a coloro che ama. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

NATALE A LONDRA – DIO SALVI LA REGINA
di Volfango De Biasi

Da un lato i comici navigati, quelli che sanno far ridere anche solo ricorrendo nei momenti di stanca al proprio repertorio, e dall’altro quelli improvvisati, catapultati davanti alla macchina da presa dal successo televisivo e via discorrendo. Sta tutta qui la dicotomia del Cinepanettone diretto (maluccio) da De Biasi, che si divide tra momenti comici ben riusciti e stanchi punti morti dai quali non si sa come uscire. Ottimi Lillo e Greg e Nino Frassica, pessimi Paolo Ruffini e soprattutto il duo napoletano Arteteca.

Per risanare le finanze del padre, un boss della periferia romana prossimo al pensionamento, due fratelli si recano a Londra e con una squadra piuttosto raffazzonata preparano un piano per rapire i cani della regina. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

THE BIRTH OF A NATION – IL RISVEGLIO DI UN POPOLO
di Nate Parker

Sarebbe dovuto uscire a febbraio, forse sperando in qualche nomination all’Oscar, ma è stato anticipato a oggi il film di Nate Parker, già visto al Festival di Roma un paio di mesi fa. Non potrebbe esistere film meno natalizio, in fin dei conti, ed è prevedibile che il botteghino abbandoni al suo destino un film interessante nonostante un numero non esiguo di difetti, di errori, di costruzioni narrative retoriche; così la storia dell’effimera rivolta di Nat Turner per la liberazione degli schiavi africani in Virginia non la ricorderà nessuno. Peccato.

Ambientato in Virginia nel 1831, il film racconta di Nat Turner, uno schiavo istruito il cui padrone in difficoltà economiche, Samuel Turner, sfrutta la sua abilità come predicatore per sottomettere gli schiavi ribelli. Dopo esser stato testimone di innumerevoli atrocità, Nat escogita un piano per condurre la sua gente alla libertà. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

NAPLES ’44
di Francesco Patierno

Identico destino per un altro film visto a Roma, il documentario di Francesco Patierno. Un lavoro fin troppo classico e prevedibile, ma che in qualche modo svolge comunque un compito didattico che non andrebbe sottovalutato, quello di ricordare gli orrori della Seconda Guerra Mondiale a Napoli.

Nel 1943 un giovane ufficiale inglese, Norman Lewis, entrò con la Quinta Armata Americana in una Napoli distrutta e piegata dalla guerra. Lewis fu subito colpito dal magma sociale pulsante e complesso di una città che ogni giorno riusciva nei modi più incredibili a inventarsi la vita dal nulla, e prese nota su alcuni taccuini di tutto quello che gli successe nell’anno della sua permanenza. Gli appunti che Lewis scrisse in quel periodo finirono poi per costituire Naples ’44. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

FUGA DA REUMA PARK
di Aldo, Giacomo, Giovanni, Morgan Bertacca

Si conclude con il nadir della comicità di un trio che un tempo furoreggiava in televisione, ma anche al cinema. Aldo, Giovanni e Giacomo posano la pietra tombale sulle proprie aspirazioni comiche, abdicano alla narrazione e rinunciano a competere con le altre commedie natalizie italiane. Un’opera indifendibile, peggior film delle feste.

Non ci troviamo sulla Terra, ma sul pianeta Aldo Giovanni e Giacomo tra 25 anni: qui tutto può succedere. Giacomo è in sedia a rotelle, attaccato a flebo di Barbera e gira con una pistola giocattolo, Giovanni ha la memoria che fa cilecca e parla con i piccioni (ma non ha perso la passione per le procaci infermiere), Aldo viene abbandonato dai figli proprio la mattina di Natale. Si ritrovano tutti lì, al Reuma Park, una casa di ricovero improvvisata all’interno di un Luna Park dismesso, dove imperversa l’energica Ludmilla, un’infermiera russa taglia XXL. Arresi? Perduti? Tutt’altro: la notte di Natale, mentre al Reuma Park si fa festa con ospiti a sorpresa, musica, tombolata e panettone, il trio ricomposto mette in atto una rocambolesca fuga a suon di petardi… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana esce nelle sale anche La regina delle nevi 2 (2015) di Alexey Tsitsilin. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Rogue One: A Star Wars Story.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in Sala 08 dicembre 2016

    La famiglia di Dolan e quella di Captain Fantastic dominano una settimana assai poco interessante, tra miliardari che si trasformano in gatti, presepi viventi senza bambinelli e thriller pasticciati. Per fortuna domenica torna in sala Il mago di Oz...
  • Notizie

    Uscite in Sala 01 dicembre 2016

    Settimana ricca di uscite, dall'eroico pilota di Eastwood all'altrettanto eroico Knight interpretato da Matthew McConaughey; ma a rimanere negli occhi sono soprattutto l'animazione di Claude Barras e l'esordio di Fabio Bobbio.
  • Notizie

    Uscite in Sala 24 novembre 2016

    Sì, per carità, Snowden e Il Cittadino illustre... Ma è la settimana di Monte di Amir Naderi, e la speranza è che le non troppe sale che lo proiettano vengano prese d'assalto, come una montagna da abbattere.
  • Notizie

    uscite-in-sala-17-novembre-2016Uscite in Sala 17 novembre 2016

    Settimana di animali al cinema, notturni o fantastici che siano. Per il resto una vendicativa Emmanuelle Devos e i fantasmi, negazionisti e violentatori, della Seconda Guerra Mondiale.
  • Notizie

    Uscite in sala 22 dicembre 2016

    Paterson di Jim Jarmusch esce per questa settimana solo a Roma, Torino e Milano, ma il resto della penisola può sempre contare su Oceania e Le stagioni di Louise...
  • Notizie

    Uscite in Sala 30 dicembre 2016

    Finisce l'anno, ne inizia uno nuovo, e in sala arrivano uno Spielberg destinato a essere tristemente incompreso, uno sci-fi romantico e poco seducente, Siani e un Lanthimos vecchio di cinque anni. Intanto buona fine, buon inizio e buone visioni!
  • Notizie

    Uscite in Sala 04 gennaio 2017

    Il 2017 inizia con l'Asghar Farhadi premiato a Cannes, gli animali canterini di Sing, e (ahinoi) Assasin's Creed e Collateral Beauty. Era lecito aspettarsi di meglio per inaugurare l'anno...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento