Uscite in sala 15 giugno 2017

Uscite in sala 15 giugno 2017

Il caldo dà alla testa, e a uscirne con le ossa mezze rotte è anche la distribuzione in sala: nei cinema questa settimana arrivano solo il chiacchierato – ma non indispensabile – thriller Nerve, il panorama marsigliese di Corniche Kennedy, la rilettura di un romanzo di Nikolai Leskov, e poco poco poco altro.

 

NERVE
di Henry Joost, Ariel Schulman

Se n’è parlato tanto, forse anche troppo, di Nerve, per via di quella cosa chiamata blue whale e rivelatasi poi una bufala. Con la balena blu il film di Henry Joost e Ariel Schulman ha ben poco a che vedere, non fosse altro per la messa alla berlina di una gioventù completamente sbandata e accecata dall’idea di fama e di successo. Ne viene fuori un thriller-action anche godibile, ma non certo indispensabile. Bravi comunque i protagonisti, a partire da Emma Roberts e Dave Franco, e interessante il discorso – chiuso in maniera un po’ troppo facile – inerente al sistema mediatico attuale, dove tutti sono connessi con tutti.

In Nerve, la nuova frontiera dei social game online, i giocatori si sfidano in un’emozionante competizione in tempo reale, alternando facili prove ad azioni umilianti e a volte estreme, istigati da un’anonima e misteriosa comunità di “spettatori”. Davanti allo schermo del PC, persino una studentessa timida e morigerata come Venus “Vee” Delmonico non può resistere all’impulso della gara e finisce coinvolta nella spirale di richieste virtuali, avanzate dai “burattinai” delle rete. Quando il Web le impone di “baciare uno sconosciuto”, Vee forma un’alleanza con l’enigmatico Ian diventando di colpo una delle giocatrici più seguite del momento, accumulando fama e ricchezza, e passando la notte in balia del gruppo di estranei senza volto che le assegna compiti sempre più difficili e pericolosi. Inghiottita dalle dinamiche del gioco, accecata dal successo, Vee si aliena dalle amicizie reali e ripone la sua fiducia nel giovane, spericolato Ian. Eppure qualcosa nel passato del ragazzo potrebbe mettere in pericolo il futuro della sua famiglia. Che l’innocuo passatempo virtuale sia in realtà un’implacabile trappola mortale? [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

CORNICHE KENNEDY
di Dominique Cabrera

Dominique Cabrera firma quello che è forse il film più seducente e convincente della settimana, uno sguardo realistico (ma anche strutturato sotto il profilo narrativo) sulla gioventù marsigliese e quella lotta di classe che non è mai finita, ma è stata sepolta sotto i gravami del capitalismo. Un’opera libera e lieve, dai tratti quasi camusiani. Da vedere.

Le avventure di un gruppo di ragazzi che passano l’estate nei pressi di Marsiglia saltando in acqua dalla Corniche Kennedy, una strada che costeggia il mare. Una poliziotta con l’incarico di supervisionare quella parte di costa li osserva con il binocolo. I ragazzi continuano a sfidare la legge e presto le cose iniziano ad andare storte… Una banda proveniente dai quartieri a nord della città, in fuga dai loro compromessi e dalle loro miserie, s’è appropriata di un lembo di territorio fra i quartieri ricchi di Marsiglia. Ragazze e ragazzi, spensierati come si può essere a diciotto anni, che ridono sul bordo dei precipizi, sfidano la forza di gravità e le vertigini, fisiche e metafisiche, tuffandosi dall’alto. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LADY MACBETH
di William Oldroyd

Non è certo privo di interesse il film che William Oldroyd ha tratto dal romanzo La Lady Macbeth del distretto di Mcensk, pubblicato nel 1866 da Nikolai Leskov, eppure non riesce a evitare le trappole di una semplificazione e di una rarefazione del simbolico a favore dell’atto duro e puro, che viene depotenziato nel proprio immaginario. Affascinante, ma un pochino sterile.

La giovane Katherine vive reclusa in un gelido palazzo nella campagna del Nord Inghilterra dell’Ottocento, inchiodata da un matrimonio di convenienza, evitata dal marito più vecchio e tormentata dal suocero che vuole un erede. Durante una loro assenza, Katherine si abbandona alla passione per un servo e decide freddamente di “liberarsi”. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

UNA DOPPIA VERITÀ
di Courtney Hunt

Ha un retrogusto da puro cinema legal anni ’80 e ’90, questo dramma in aula di tribunale ordito da Courntey Hunt, e non è detto che questo sia un difetto. Anzi. Certo, non aggiunge nulla né al genere né tantomeno al cinema nel suo complesso, e non rimarrà scolpito nella memoria, ma sa farsi seguire a tratti persino con interesse nonostante la trama sia a dir poco prevedibile, anche nei supposti “colpi di scena”. Forse più adatto a un pomeriggio estivo davanti alla televisione, ma non si può aver tutto dalla vita…

Sorpreso sulla scena del crimine, vicino al corpo senza vita di suo padre e per di più con un coltello insanguinato in mano, il giovane Mike Lassiter viene immediatamente accusato di omicidio volontario. Una doppia verità racconta le fasi del processo e le indagini condotte dall’avvocato difensore Richard Ramsey nel tentativo di scagionare il ragazzo. Ottenere la fiducia del cliente è il fulcro del suo lavoro, che spesso consiste nell’architettare elaborate versioni dei fatti che risultino convincenti alle orecchie della giuria. Ma Mike, dopo un’incerta ammissione di colpevolezza, si è barricato dietro un silenzio impenetrabile, escludendo ogni possibilità di collaborazione e menzogna, e affidando a Ramsey l’insolito, ingrato compito di scavare in cerca della verità. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana escono anche Io danzerò (2016) di Stéphanie Di Giusto, Aspettando il re (2016) di Tom Tykwer (che non è stato neanche presentato alla stampa, mossa di difficile lettura), Parigi può attendere (2016) di Eleanor Coppola, Il crimine non va in pensione (2017) di Fabio Fulco. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale de Nerve.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in sala 08 giugno 2017

    Non fosse per Sieranevada, l'eccellente film di Cristi Puiu che raggiunge le sale oltre un anno dopo la presenza nel concorso di Cannes, questa settimana sarebbe da riservare a gite fuori porta, grattachecche serali e un po' di sole in spiaggia...
  • Notizie

    Uscite in sala 01 giugno 2017

    Come d'abitudine con i primi caldi la distribuzione cinematografica si prepara alle vacanze; così, accanto agli insipidi blockbuster Wonder Woman e Baywatch, da segnalare solo l'ottimo Une vie di Stéphane Brizé, e l'esordio di Andrea De Sica...
  • Notizie

    Uscite in sala 29 giugno 2017

    Il "mostro gigante" per eccellenza ritorna in patria e incredibile ma vero arriva addirittura in Italia, anche se solo per tre giorni, a partire da lunedì. Questa è la notizia più importante della settimana, insieme all'uscita de L'infanzia di un capo e ai film di Max Ophüls...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento