Uscite in sala 14 settembre 2017

Uscite in sala 14 settembre 2017

Settimana all’insegna dell’animazione (e già di per sé questa è un’anomalia), visto che oltre allo strombazzato Cars 3 e all’italiano Gatta Cenerentola – fresco di presentazione veneziana – arriverà per due giorni in sala anche In questo angolo di mondo di Sunao Katabuchi, dal respiro “ghibliano”. Sempre da Venezia ecco Veleno di Diego Olivares, mentre da non sottovalutare è Barry Seal di Doug Liman…

 

GATTA CENERENTOLA
di Alessandro Rak, Dario Sansone, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri

La grande speranza dell’animazione italiana, rappresentata da Rak e dal suo gruppo di lavoro, sforna un’opera seconda dal ritmo incessante e dall’immaginario visivo stordente, che parla a un pubblico adulto (ma il divieto ai minori di 14 anni si poteva anche evitare) e cerca soluzioni mature; certo, il testo di partenza è in gran parte tradito, ma l’impressione è quella per una volta di aver trovato un prodotto in grado di essere esportato. Chapeu.

Cenerentola è cresciuta all’interno della Megaride, enorme nave ferma nel porto di Napoli da più di 15 anni. Suo padre, ricco armatore della nave e scienziato, è morto portando con sé nella tomba i segreti tecnologici della nave e il sogno di una rinascita del porto. La piccola vive da allora all’ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. La città versa ora nel degrado e affida le sue residue speranze a Salvatore Lo Giusto, detto ‘o Re, un ambizioso trafficante di droga che, d’accordo con la matrigna, sfrutta l’eredità dell’ignara Cenerentola per fare del porto di Napoli una capitale del riciclaggio. La nave, infestata dai fantasmi-ologrammi di una tecnologia e di una storia dimenticate, sarà il teatro dell’intera vicenda e metterà in scena lo scontro epocale tra la miseria delle ambizioni del presente e la nobiltà degli ideali del passato… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

BARRY SEAL – UNA STORIA AMERICANA
di Doug Liman

Pirotecnico e non privo di ironia, il film di Doug Liman conferma le ambizioni – pur perfettamente filtrate attraverso il canone produttivo hollywoodiano – di un regista finora mai preso troppo sul serio dalla critica e dagli addetti ai lavori. Una riflessione su un sogno americano dopato, ossessivo ed estenuante, e sulla sua messa in pratica. Da non sottovalutare.

La storia vera di Barry Seal, un aviatore statunitense e narcotrafficante che, una volta accusato di riciclaggio di denaro sporco e traffico di droga, trovò un accordo con il governo USA diventando un informatore sotto copertura della CIA e contribuendo a lavorare a una delle operazioni più famose della storia dell’agenzia: incastrare il signore della droga Pablo Escobar. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LEATHERFACE
di Julien Maury, Alexandre Bustillo

Ogni obiezione su questo prequel, che racconta l’infanzia e l’adolescenza di colui che diventerà Leatherface, è più che lecita. I paragoni poi con Non aprite quella porta di Tobe Hooper (deceduto da poco) sono a dir poco blasfemi. Eppure Maury e Bustillo in fin dei conti architettano uno spettacolo onesto, non troppo ambizioso e girato con una notevole conoscenza del genere. Può bastare? Forse no, ma i fan dell’horror e dello splatter avranno di che divertirsi.

Quattro adolescenti violenti, scappati da un ospedale psichiatrico, rapiscono una giovane infermiera e la portano con loro in un viaggio all’inferno inseguiti da un poliziotto altrettanto squilibrato in cerca di vendetta. Uno dei ragazzi è destinato a vivere eventi tragici e una serie di orrori che distruggeranno la sua mente per sempre trasformandolo in un mostro noto come Leatherface, o Faccia di cuoio. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

CARS 3
di Brian Fee

Stanca, sempre più stanca la Pixar di questi tempi. Rincorrere sequel su sequel, senza lavorare in maniera accurata sullo script, sta rallentando la corsa – è il caso di dirlo – di quello che era uno dei fari dell’animazione occidentale. Nulla di tragico, sia chiaro, ma l’impressione è che la svolta impressa con la fusione con la Disney stia mostrando due lati della medaglia: da uno il rilancio della Casa del Topo, dall’altro l’ingolfamento di quella di John Lasseter. Trilogia già priva di verve, Cars rischia per di più di continuare la propria saga. Speriamo di no…

L’auto Saetta McQueen, dopo un lungo periodo in cui ha dominato il mondo delle corse, viene inaspettatamente sopravanzata dal giovane e aggressivo Jackson Storm, astro nascente del mondo automobilistico. Dopo che un incidente lo costringe a un lungo ritiro, Saetta viene assistito da Cruz Ramirez, giovane “motivatrice” ed esperta di auto da corsa… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

VELENO
di Diego Olivares

Titolo che ha chiuso pochi giorni fa la trentaduesima edizione della Settimana Internazionale della Critica a Venezia, Veleno è l’accorato melodramma che Olivares ha voluto costruire sulla questione relativa alla terra dei fuochi, e a tutto ciò che quella tragedia ha comportato e sta comportando. Omaggio al mélo d’altri tempi, il film di Olivares è un po’ sciatto sotto il profilo narrativo, ma dimostra una fede cieca nel cinema, e nel suo potenziale. E questo non è dato da sottostimare.

Cosimo e Rosaria lottano ogni giorno per tenere la loro fattoria e il loro allevamento di bufale al riparo dal progressivo avvelenamento delle terre del casertano ad opera di chi continua a sotterrare in quelle terre rifiuti tossici. La loro piccola impresa agricola è in comproprietà con Ezio, il fratello di Cosimo, e sua moglie Adele, genitori di tre bambini piccoli. Anche Cosimo e Rosaria scoprono di aspettare finalmente un figlio, e questo li stimola a tenere ancora più duro nella difesa della terra di famiglia. Ma i responsabili dello “smaltimento rifiuti” fanno pressioni per impossessarsi di quell’appezzato che confina con le loro discariche abusive impedendone l’ampliamento attraverso un sordido avvocato, Rino Caradonna, che aspira anche a diventare sindaco del paese. Ed Ezio e Adele sembrano inclini a cedere a quelle pressioni insistenti. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

IN QUESTO ANGOLO DI MONDO
di Sunao Katabuchi

Intendiamoci: questo è il film della settimana! Se si trova così in basso è solo ed esclusivamente perché la Nexo Digital come d’abitudine lo fa uscire per due giorni a partire da martedì prossimo. Il quinto ciclo Nexo/Anime porta finalmente nelle sale del Bel Paese un lungometraggio di Sunao Katabuchi, regista e animatore talentuoso e assai prossimo all’estetica e alla poetica ghibliana. La sua opera terza, In questo angolo di mondo, aggiunge un importante tassello al già poderoso percorso dell’animazione nipponica attraverso la Seconda guerra mondiale e l’olocausto nucleare (due possibili e dolorosissimi punti di partenza: Una tomba per le lucciole di Isao Takahata e Barefoot Gen di Mori Masaki). Colori acquerello e tavole che non inseguono inutili fotorealismi, ma che assecondano il taglio minimalista e poetico della narrazione, lo sguardo sulla quotidianità minuta, sui sopravvissuti in quell’angolo di mondo. Imperdibile.

L’opera narra la storia di una famiglia che cerca di riprendere in mano la propria vita nella città di Kure, sulla costa della prefettura di Hiroshima, dopo il terribile sgancio dell’atomica sulla città. La protagonista è la solare e onesta Suzu Urano, che sposa un ufficiale della marina militare di stanza al distretto di Kure. Spinta dalle migliori intenzioni, Suzu si anima all’idea di iniziare una nuova vita con Hojo e la sua famiglia e, dopo aver lasciato la città natale, la giovane si adatta piuttosto bene alla sua nuova vita a Kure, stringendo amicizia con Rin Shiroki. Tuttavia Suzu viene a conoscenza della relazione segreta che in passato Rin ebbe proprio con Shusaku; ad innalzare la tensione contribuirà poi l’arrivo in città di Tetsu Mizuhara, vecchio compagno di scuola e primo amore di Suzu. Keiko, la sorella di Shusaku che fa ritorno in famiglia dopo un doloroso divorzio. Non mancano i drammi derivanti dalla guerra: il fratello maggiore di Suzu è stato ucciso al fronte, e la giovane sconta inoltre la perdita della sua adorata nipote oltre che del suo braccio destro, avvenuti quando le due si sono imbattute in un ordigno rimasto inesploso dai bombardamenti aerei del marzo 1945. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana escono anche Appuntamento al parco (2017) di Joel Hopkins, Fuori c’è un mondo (2017) di Giovanni Galletta, Walk with Me – Il potere del Mindfulness (2017) di Marc Francis e Max Pugh, e da lunedì 18 La musica del silenzio (2017) di Michael Radford. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di In questo angolo di mondo.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in sala 31 agosto 2017

    Con l'apertura della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia riapre ufficialmente la stagione cinematografica, e riparte dunque il settimanale appuntamento con le uscite in sala. Dunkirk, Safari, A Ciambra e un certo David Lynch con il suo Eraserhead...
  • Venezia 2017

    Veleno

    di In Veleno, la “terra dei fuochi” viene messa sotto la lente d’ingrandimento attraverso le vicende di tre famiglie, in un approccio alla materia non sempre equilibrato ma intelligentemente privo di retorica.
  • Notizie

    Uscite in sala 21 settembre 2017

    In sala arrivano il candidato bulgaro all'Oscar per il miglior film straniero, il bel L'equilibrio di Vincenzo Marra, i nuovi film di Sofia Coppola e Luc Besson, e anche la seconda avventura dei Kingsman; chi vincerà la sfida al botteghino?

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento