Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2018 – Presentazione

Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2018 – Presentazione

La Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2018 spegne le cinquantaquattro candeline tra futuro e passato, festeggiando il 1968 e cercando di preconizzare il cinema che verrà. Da Nostra signora dei turchi agli esordienti di oggi, autori di domani.

Con la proiezione in piazza dell’intramontabile Hollywood Party di Blake Edwards, si inaugura la Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2018, 54a edizione, con un programma molto fitto. Il concorso Pesaro Nuovo Cinema – Premio Lino Miccichè vede una competizione di sei film, scelti tra opere prime e seconde, accomunati da uno spirito non convenzionale e libero. Si passa da John McEnroe: In The Realm of Perfection del francese Julien Faraut, sul campione di tennis, a un viaggio surreale nel Sahara con Zerzura di Christopher Kirkley; da di Johann Lurf, film proteso in futuristiche e poetiche coordinate spaziotemporali, a Los años azules di Sofía Gómez Córdova, dramma generazionale nella provincia messicana, come ambientato in Messico, ma in interni, è América diretto dagli statunitensi Erick Stoll e Chase Whiteside; per terminare con l’italiano Beware! The Dona Ferentes del ravennate Daniele Pezzi (già presente lo scorso anno in Satellite con Tiresias (Un personaggio in tre corpi)), documentario avant-garde su un protagonista della scena musicale underground. Satellite è invece la vetrina, non competitiva, dedicata alla nuova scena avanguardistica italiana con, tra le tante, opere di filmmaker che sono già conosciuti nel mondo festivaliero, come Luca Ferri, che propone Ab Ovo, o Danilo Monte con Il viaggio di nozze.

Alle protagoniste femminili del nostro cinema è dedicato l’evento speciale We Want Cinema, a cui si abbina anche un volume edito da Marsilio. Sguardi di donne nel cinema italiano, che omaggia registe ‘classiche’ come Lina Wertmüller, fino ad arrivare alle più giovani Laura Bispuri, Giada Colagrande, Alina Marazzzi, Francesca Comencini. Anche la tradizionale sezione di sguardi russi sarà dedicata a quelli femminili, con opere di fiction (The Net di Aleksandra Streljanaja e Pagans di Lera Surkova) e non (Armonia di Lidia Sheinin e In the Eye of the Storm di Elizaveta Kozlova) e il cortometraggio Cholera di Svetlana Chernikova.

Volto iconico con il suo naso schiacciato, noto per il sodalizio con Pupi Avati ma con una carriera che ha attraversato il cinema italiano fin dal 1948, quando fu scelto da Duilio Coletti e Vittorio De Sica per Cuore. Carlo Delle Piane sarà omaggiato a Pesaro con la proiezione del suo ultimo film, Chi salverà le rose?, di Cesare Furesi. E contestualmente sarà ricordato anche il grande Ermanno Olmi, che con Delle Piane aveva lavorato per il suo episodio del film collettivo Tickets, con l’allestimento della mostra “Ermanno Olmi. Bozzetti per due regie”, con i disegni preparatori del Maestro per i film Cantando dietro i paraventi e Centochiodi. Omaggio anche a un altro ‘anziano’ del cinema, il francese Marc’O, che nel 1968 presentò a Pesaro uno dei suoi film più importanti, Les idoles con Pierre Clémenti, e Jean Eustache al montaggio. E il ’68, quando a Pesaro avvenne la prima contestazione italiana a una manifestazione cinematografica, torna anche nelle lezioni di storia di Federico Rossin che proporrà Org di Fernando Birri, Umano, non umano di Mario Schifano, Back and Forth di Michael Snow, Dionysus in ’69 di Brian De Palma e Richard Schechner, Reality’s Invisible di Robert Fulton. E ancora è del ’68 il capolavoro Nostra signora dei turchi di Carmelo Bene, di cui verranno proposti i rushes, in controtipo in bianco e nero, proiettati in una maratona in Pescheria, il centro arti visive della città marchigiana. Dal 16 al 23 giugno la città di Gioachino Rossini torna a essere la capitale del nuovo cinema, quel luogo dello spirito decantato da Pier Paolo Pasolini.

Info
Il sito della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2018.

Articoli correlati

  • Festival

    Pesaro 2018Pesaro 2018

    Con la proiezione in piazza dell'intramontabile Hollywood Party di Blake Edwards, si inaugura la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro 2018, giunta alla 54a edizione. Alle protagoniste femminili del nostro cinema è dedicato l'evento speciale We Want Cinema.
  • Torino 2017

    Dionisio nel ’69

    di , Presentato nell'omaggio a Brian De Palma del Torino Film Festival, Dionisio nel '69 è uno dei primi film del regista, una ripresa teatrale di un lavoro di William Finley, da cui trapelano le inquietudini dell'epoca.
  • Pesaro 2017

    Tra danze eterne e primi spari. Pesaro 2017.

    La terza Pesaro sotto l'egida di Pedro Armocida continua a muoversi nella direzione di un "nuovo" che sia miracolosa sintesi del passato e del presente, e sappia osservare l'orizzonte con sguardo autentico. In un tempo unico, che vive 7 giorni l'anno sulla riviera adriatica.
  • Pesaro 2017

    Tiresias (Un personaggio in tre corpi)

    di Daniele Pezzi, già autore di Roads Ending, racconta il progressivo smembramento di un'umanità sempre più marginalizzata ed esclusa; tra documento del reale e narrazione (auto)riflessiva e metaforica, un tragitto di lucida potenza politica. A Pesaro 2017 in Satellite.
  • Pesaro 2016

    Uscire dall’eremo: “vecchio” e “nuovo” a Pesaro

    La Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2016 conferma le impressione ricevute lo scorso anno, dopo la prima edizione diretta da Pedro Armocida. Il tentativo di far dialogare tra loro universi distinti del fare e del pensare il cinema è forse l'unico modo per far sopravvivere uno dei festival storici del panorama nazionale.
  • Festival

    Pesaro 2016 – Presentazione

    Dal 2 al 9 luglio Pesaro torna a ospitare le derive più diverse del cinema, confermando l'impressione data lo scorso anno dalla prima edizione diretta da Pedro Armocida; tra classici del passato e schegge di futuro.
  • Pesaro 2015

    A Pesaro, tra maree e lunghezze d’onda

    Pesaro 2015 si è dimostrata una mostra di moli, maree, lunghezze d'onda, squali. Ha utilizzato come zattere per navigare tavole rotonde, preferendole a tappeti rossi, divi più o meno supposti, desertificazioni del pensiero. Per uno sguardo dialettico sul cinema.
  • DVD

    Nostra signora dei turchi

    di In dvd per Rarovideo e Mustang Entertainment il primo film di Carmelo Bene in versione restaurata. Un ricco cofanetto da edizione critica con due dischi e un libro. Tra i vari contributi, il cortometraggio Hermitage e una lunga intervista di Bene con Sandro Veronesi.
  • Pesaro 2018

    L'empire de la perfection RecensioneL’empire de la perfection

    di In concorso a Pesaro 2018, L'empire de la perfection è uno straordinario, ipnotico e stratificato film/saggio sul cinema e sul tennis. Sul cinema sportivo; sul gesto tecnico e atletico; su un microcosmo fatto di terra rossa. E su un campione probabilmente irripetibile: John McEnroe.
  • Pesaro 2018

    Los años azules RecensioneLos años azules

    di Presentato in concorso alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro 2018, Los años azules è un racconto di vita di alcuni ragazzi che vivono in una sorta di comune, un palazzo fatiscente che è un crocevia delle precarie vite di giovani tra i venti e i trent'anni.
  • Pesaro 2018

    Beware! The Dona Ferentes RecensioneBeware! The Dona Ferentes

    di Visto in concorso all'ultima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, opera del filmmaker Daniele Pezzi, Beware! The Dona Ferentes segue il musicista sperimentale Dona Ferentes realizzando una riflessione su come musica e rumore possano essere tradotte in un equivalente di immagini filmiche.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento