Uscite in sala 18 ottobre 2018

Uscite in sala 18 ottobre 2018

Nella settimana in cui prende l’abbrivio la Festa/Festival di Roma l’attenzione cinefila in sala è catalizzata da Soldado, esordio oltreoceano di Stefano Sollima. Ma tra Le ereditiere, il thriller “social” Searching e Pupazzi senza gloria c’è di che divertirsi.

 

SOLDADO
di Stefano Sollima

Non c’è dubbio che Stefano Sollima sappia girare, e anche molto bene. Il suo esordio oltreoceano, nel cuore di Hollywood, lo dimostra in pieno. Peccato però che alla voce sceneggiatura Taylor Sheridan perda ben più di un colpo, incapace di aggiornare temi e di approfondire le questioni sollevate dal primo film (Sicario di Denis Villeneuve). Chissà come andrà in sala qui in Italia.

Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente federale Matt Graver dovrà assoldare il misterioso e impenetrabile Alejandro, la cui famiglia è stata sterminata da un boss del cartello. Alejandro scatenerà una vera e propria, incontrollabile guerra tra bande in una missione che lo coinvolgerà in modo molto personale. [sinossi]

 

LE EREDITIERE
di Marcello Martinessi

Direttamente dalla Berlinale, dove è stato premiato dalla giuria FIPRESCI, il film del paraguaiano Martinessi arriva in sala, portando con sé lo sguardo interessante sulla terza età, sulla decadenza del corpo che va in conflitto con il persistere del desiderio della carne, e della vita. Un’opera interessante, magari non completamente compiuta ma ricca di sfumature.

Chela e Chiquita sono una coppia da molto tempo. Nel corso degli anni si sono adattate a una ripartizione fissa dei ruoli. L’estroversa Chiquita è responsabile della gestione della loro vita; Chela d’altra parte è riluttante a lasciare la casa, preferendo passare la giornata al suo cavalletto, ai pennelli. Le difficoltà finanziarie le costringono a vendere alcuni mobili e oggetti preziosi ereditati, ciascuno col suo valore affettivo. Quando Chiquita viene mandata in prigione per debiti, Chela si trova improvvisamente sola. Usa la sua vecchia Daimler per fornire un servizio taxi a signore anziane e benestanti del quartiere. Nel suo nuovo ruolo di tassista, incontra la giovane e disinibita Angy… [sinossi]

 

PUPAZZI SENZA GLORIA
di Brian Henson

Diretto da Brian Henson, figlio di Jim, celebre ideatore dei Muppet, Pupazzi senza gloria è una versione hard-boiled e politicamente scorretta delle avventure di Kermit la rana & company, muovendosi tra cinici personaggi post-chandleriani e efferatezze neo-tarantiniane, con uno sguardo mai celato al Grande Lebowski dei Coen. Un tuffo, sempre gradito, nel comico demenziale, garantito anche dalla presenza di Melissa McCarthy, per un film che si avvale proprio della convivenza di pupazzi e umani in scena, sia per fare un discorso sulla mai sopita questione delle minoranze etniche negli Stati Uniti, sia per permettersi una serie di oscenità (con esplosioni spermatiche incluse), di doppi sensi e di amputazioni che avrebbero fatto scandalo se riferite a umani e che invece provocano dei brividi di piacere, di stupore e di disgusto vedendole all’opera su dei peluche parlanti.

Il film racconta la storia di due detective, uno umano e l’altro muppet, alle prese con un serial killer di pupazzi. Dovranno risolvere il mistero dietro gli omicidi dei membri della Happytime Gang, uno degli show più amati di sempre dai bambini. [sinossi]

 

SEARCHING
di Aneesh Chaganty

Se non fosse per un finale fin troppo chiuso e “risolutivo” questo esordio di Aneesh Chaganty, statunitense di origini indiane, sarebbe da considerare un vero gioiellino. Infatti la scelta di ragionare nella messa in scena solo attraverso schermi, video, chat, e social network non solo non è usuale ma neanche utilizzata in modo banale e sciatto. Un giovane regista (appena ventisette anni) da tenere d’occhio.

Quando la figlia sedicenne di David Kim scompare viene aperta un’indagine locale e assegnato un detective al caso. Ma 37 ore dopo David decide di guardare in un luogo dove ancora nessuno aveva pensato di cercare, dove tutti i segreti vengono conservati: il laptop della figlia. In un thriller iper-moderno raccontato attraverso i dispositivi tecnologici che usiamo ogni giorno per comunicare, David deve rintracciare tutti i movimenti di sua figlia prima che scompaia per sempre. [sinossi]

 

FUORICAMPO
di Melkana

Interessante questo prodotto partorito in seno a un laboratorio allestito dall’Università di RomaTre, e che si interroga sull’immigrazione e sulle distorsioni che questo fenomeno ha vissuto nella percezione comune e purtroppo fin troppo condivisa – soprattutto da chi siede negli scranni governativi. Un’opera piccola ma coriacea, politica nonostante qualche scelta forse troppo “facile”. Da difendere.

Il documentario racconta la storia della Liberi Nantes Football Club, squadra di calcio composta da rifugiati e richiedenti asilo che partecipa al campionato di terza categoria senza poter concorrere al titolo. Alla maggior parte dei giocatori, infatti, mancano ancora i documenti richiesti dalla Federazione per poter competere a pieno titolo. L’esclusione della squadra dalla classifica riflette l’impossibilità dei migranti di mettersi in gioco in un paese straniero: quella in cui vivono i protagonisti è un’esistenza sospesa, fatta di lavori occasionali, amicizie nate nel bisogno, luoghi asettici e paradossali labirinti di burocrazia; un quotidiano sempre più spaccato fra realtà e aspettativa, in cui le istituzioni solidali e assistenzialiste hanno un ruolo importante, ma con le quali resta un forte divario di incomunicabilità. Il campo di calcio è il pretesto per addentrarci nella pluralità delle vite che lo calcano, la squadra, come unico elemento di aggregazione, è il punto di partenza dal quale seguire le storie di questi giovani protagonisti, sullo sfondo della calda estate romana del 2016. [sinossi]

 

L’ABBANDONO
di Ugo Frosi

Ambiziosissimo, ma solo in parte riuscito, questo racconto di uno scandalo monacale che riflette sul ruolo della donna, sul pontificato e sul senso della ricerca, nel senso più ampio e alto del termine. Frosi dimostra di cercare una propria via espressiva, ma a volte il livello produttivo non gli va incontro. Meriterebbe comunque una distribuzione più capillare di quella che riceverà. Al momento risulta uscito solo ed esclusivamente al romano Nuovo Cinema Aquila. Peccato, ma si tratta della solita vecchia e tragica storia.

Il 25 giugno 1781 il Vescovo di Pistoia e Prato, Scipione De Ricci, scrive al Pontefice Pio VI una lettera dai toni preoccupati circa alcuni eventi occorsi nel monastero di Santa Caterina di Prato, dove “due religiose, oltre a professare sfacciatamente il quietismo, trattano d’invenzione di uomini, e Trinità, e incarnazione, e sacramenti ed eternità…” Il Vescovo, in seguito, invierà al monastero l’abate Lorenzo Palli, suo vicario, per approfondire la natura e la verità dei fatti e condurre un interrogatorio ufficiale delle monache e dei testimoni. [sinossi]

 

Questa settimana escono anche The Children Act – Il verdetto (2017) di Richard Eyre, Nessuno come noi (2018) di Volfango De Biasi, Piccoli brividi 2 – I fantasmi di Halloween (2018) di Ari Sandel, Sogno di una notte di mezza età (2018) di Daniel Auteuil, In viaggio con Adele (2018) di Alessandro Capitani, Guarda in alto (2017) di Fulvio Risuleo, L’Ape Maia – Le olimpiadi di miele (2018). Lunedì 22 ottobre esce con Nexo Digital Klimt & Schiele – Eros e Psiche (2018) di Michele Mally, ma soprattutto Fahrenheit 11/9 (2018) di Michael Moore. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Pupazzi senza gloria.

Articoli correlati

  • Notizie

    Nelle sale: A Star is Born, Mirai, Halloween...Uscite in sala 11 ottobre 2018

    Settimana ancora una volta fin troppo ricca di uscite (nel complesso 16), e dove oltre all'atteso A Star is Born a farla da padrone sono due eventi, il nuovo film di Mamoru Hosoda e la riedizione in sala del capolavoro di John Carpenter Halloween.
  • Notizie

    Nelle sale: L'albero dei frutti selvatici, Venom, Samouni RoadUscite in sala 04 ottobre 2018

    La prima infornata autunnale - ne arriveranno altre - porta in sala ben quindici titoli. Tra questi assolutamente da non perdere il film di Nuri Bilge Ceylan, senza dubbio tra i migliori dell'anno, e La strada dei Samouni di Stefano Savona.
  • Notizie

    Nelle sale: Girl, Blackkklansman, Don Chisciotte...Uscite in sala 27 settembre 2018

    È una settimana di recuperi dalla Croisette, visto che i tre titoli che catalizzano l'attenzione (Girl, Blackkklansman e L'uomo che uccise Don Chisciotte) vengono dal Festival di Cannes. Al di là di questo giusto notare l'uscita - non capillare - dell'interessante Iuventa.
  • Notizie

    Nelle sale: Gli incredibili 2, Piazza Vittorio, Sembra mio figlio...Uscite in sala 20 settembre 2018

    La seconda avventura Pixar dedicata alla famiglia di supereroi non dovrebbe avere problemi a dominare il botteghino, ma in settimana escono anche il documentario di Abel Ferrara girato a piazza Vittorio, il nuovo film di Costanza Quatriglio e l'esordio di Letizia Lamartire.
  • Notizie

    Nelle sale: La donna dello scrittore, Halloween...Uscite in sala 25 ottobre 2018

    La donna dello scrittore di Christian Petzold è senz'ombra di dubbio il film della settimana. Non male la seconda sortita dietro la macchina da presa di Drew Goddard, mentre delude l'Halloween di David Gordon Green. Esce però soprattutto il nuovo film di quel grande outsider che è Antonio Capuano.
  • Notizie

    Nelle sale: Still Recording, First Man, Il presidente...Uscite in sala 01 novembre 2018

    Ovviamente l'attenzione mediatica si sposta tutta in direzione di First Man di Damien Chazelle e forse del nuovo capitolo di Millennium, ma lunedì 5 novembre raggiunge le sale quello che è forse il film più sorprendente dell'anno, Still Recording dei siriani Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub.
  • Notizie

    Uscite in sala 08 novembre 2018

    L'eresia di Domenico Scandella detto Menocchio, i deliranti zombie giapponesi, i clandestini antimodernisti di Debra Granik, il nazi-horror Overlord, ma anche i non troppo convincenti Farhadi, Virzì e Gipi. Molta carne al fuoco, forse persino troppa, in questa settimana uggiosa di novembre.
  • Notizie

    Nelle sale: Widows, In guerra, Red Zone, Styx...Uscite in sala 15 novembre 2018

    Settimana ingolfata come non mai di titoli. In uscita infatti ben quindici film, tra i quali vale la pena ricordare soprattutto Widows di Steve McQueen, In guerra di Stéphane Brizé, Red Zone di Peter Berg. Trovano spazio tra gli altri anche gli Animali Fantastici di David Yates e il vincitore dello scorso Torino Film Festival.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento