Uscite in sala 08 novembre 2018

Uscite in sala 08 novembre 2018

L’eresia di Domenico Scandella detto Menocchio, i deliranti zombie giapponesi, i clandestini antimodernisti di Debra Granik, il nazi-horror Overlord, ma anche i non troppo convincenti Farhadi, Virzì e Gipi. Molta carne al fuoco, forse persino troppa, in questa settimana uggiosa di novembre.

 

ZOMBIE CONTRO ZOMBIE
di Shuichiro Ueda

Fidatevi, non ne avete visti molti di film che possono assomigliare a Zombie contro zombie (Kamera o tomeru na! in originale, One Cut of the Dead secondo la versione internazionale). Un delirante pastiche horror che gioca sul metalinguaggio e sulla messa in scena con uno stile apertamente ludico, per un low budget vitale come non mai – nonostante il tema. Questo spassoso gioiellino nipponico è in sala per solo tre giorni fino a domani, quindi il consiglio è quello di correre a vederlo, e di dargli una priorità seppur minima rispetto ad altri titoli attesi della settimana. Il ringraziamento per l’uscita va alla Tucker, braccio armato del sempre indispensabile Far East Film Festival di Udine.

In una fabbrica dismessa a un paio d’ore di macchina da Tokyo una troupe ridotta all’osso sta girando un horror sui morti viventi; la giovane attrice protagonista non riesce a portare a termine una sequenza chiave, e questo esaspera l’iracondo regista. La soluzione? Affidarsi a un’antica leggenda e richiamare in vita gli zombi, con la speranza che in questo modo il film possa apparire maggiormente realistico… [sinossi]

 

MENOCCHIO
di Alberto Fasulo

Evviva l’eresia! Alberto Fasulo torna alla regia di un lungometraggio di “finzione” a cinque anni di distanza da Tir e conferma il suo talento, attraverso uno sguardo profondamente cinematografico ma che non perde mai di vista l’umanesimo che contraddistingue tutte le sue opere. Un lavoro immersivo e di grande potenza, così come la commovente interpretazione di Marcello Martini, non professionista che fa suo Domenico Scandella detto Menocchio e cattura lo sguardo degli spettatori. Da godere sul grande schermo, pena la scomunica.

Friuli, sul finire del 1500. Il mugnaio di Montereale, Domenico Scandella detto Menocchio, viene accusato di eresia dalla Chiesa di Roma per le sue dichiarazioni sulla ricchezza del papato, sulla nascita del mondo e sulla verginità della Madonna. Rinchiuso in prigione, viene processato… [sinossi]

 

SENZA LASCIARE TRACCIA
di Debra Granik

Arriva da Cannes, dove era selezionato alla Quinzaine, il nuovo film di Debra Granik, un viaggio nell’America nascosta, semi-clandestina, luddista e distante da qualsiasi fascinazione per il moderno o supposto tale. Anche qui la conferma di un talento non comune, e non prono di fronte alle leggi e alle regole del mercato. Da difendere con forza.

Tom ha quindici anni. Vive clandestinamente con suo padre nella foresta che confina con Portland, Oregon. Limitando il più possibile i loro contatti con il mondo moderno, formano una famiglia atipica e funzionale. Espulsi improvvisamente dal loro rifugio, ai due solitari viene offerto un tetto, una scuola e un lavoro. Mentre il padre lotta per adattarsi, Tom scopre questa nuova vita con curiosità. È tempo che lei scelga tra l’amore filiale e questo mondo che la chiama.. [sinossi]

 

OVERLORD
di Julius Avery

Era da tempo che mancava dagli schermi un nazi-horror degno di essere visto, e magari di essere visto al cinema. Accogliamo dunque con interesse e soddisfazione questo film di Avery, spiazzante ricostruzione del pre D-Day. Non sarà ai livelli del grande classico La fortezza di Michael Mann, ma non è da sottovalutare.

Mancano poche ore allo sbarco in Normandia e una squadra di paracadutisti americani si lancia nella Francia occupata dai Nazisti per portare a termine una missione che è cruciale ai fini del successo dell’invasione: hanno il compito di distruggere un radiotrasmettitore in cima a una chiesa fortificata. Disperati, si uniscono a un giovane francese, abitante del paese, per penetrare all’interno delle mura e far saltare la torre. Ma, in un misterioso laboratorio sotto la chiesa, i nostri, in inferiorità numerica, si trovano faccia a faccia con dei nemici che nessuno ha mai incontrato prima… [sinossi]

 

TUTTI LO SANNO
di Asghar Farhadi

Delude le aspettative l’iraniano Asghar Farhadi, che quando esce dalla madrepatria sembra sempre perdere un po’ di smalto, di profondità e di interesse nelle sue storie e nei personaggi che le abitano. Qui il thriller familiare – e familistico – appare tutto sulla carta, scritto e non sentito, e perfino prevedibile nel suo non appassionante sviluppo. La carne al fuoco sarebbe anche molta, ma il regista si è dimenticato la carbonella per accendere la griglia…

Laura, con i suoi figli, lascia Buenos Aires per tornare nel suo paese natale in Spagna in occasione del matrimonio della sorella. Quando la figlia adolescente viene rapita, i segreti del passato tornano ben presto a galla, turbando la tranquillità della sua vita e della sua famiglia. [sinossi]

 

NOTTI MAGICHE
di Paolo Virzì

Ancora peggio va con il nuovo film di Virzì, cui non giova particolarmente l’aver perso – pare solo in maniera provvisoria – il sodale Francesco Bruni alla voce sceneggiatura. Lo script è senza dubbio l’elemento più debole – ma non l’unico aspetto negativo – di questa storia ambientata a ridosso della sconfitta ai rigori per l’Italia contro l’Argentina ai mondiale “casalinghi” del 1990; storielline trite e ritrite sul cinema italiano del tempo che fu, un po’ di autoindulgenza e molto poco interesse per i personaggi in scena. Uno dei punti più bassi della filmografia del regista livornese, purtroppo.

È la notte del 3 luglio 1990. La nazionale italiana di calcio ha perso ai rigori contro l’Argentina in semifinale e dà l’addio al sogno di vincere il Mondiale. Nel Tevere viene ripescata un’automobile, con a bordo un cadavere, quello di un importante produttore cinematografico. I tre principali sospetti sono i giovani finalisti del Premio Solinas… [sinossi]

 

IL RAGAZZO PIÙ FELICE DEL MONDO
di Gianni Pacinotti (Gipi)

Dopo tre lungometraggi sembra già non avere un granché da dire l’eccellente fumettista Gipi; il racconto vero/falso di un uomo che si spaccia quindicenne per avere schizzi in regalo dai maestri del fumetto potrebbe anche essere interessante, ma la forma è troppo autocompiaciuta e la trama non si sviluppa mai realmente, rimanendo un bozzetto – anch’esso – impresso sulla carta. Forse a Gipi è più congeniale il lavoro su storielle brevi e autoconclusive come quelle che dirige ogni settimana per il programma di Diego Bianchi Propaganda Live.

È una storia vera. C’è una persona che da più di vent’anni manda lettere cartacee scritte a mano a tutti gli autori di fumetti italiani spacciandosi per un ragazzino di 15 anni. Nelle lettere, piene di complimenti, chiede sempre “uno schizzetto” in regalo. Per agevolare il compito ogni busta contiene un cartoncino bianco e un francobollo per la risposta. C’è un fumettista italiano, Gipi, che inizia a indagare su questa persona. Chi è veramente? Perché si nasconde dietro la falsa identità di un adolescente? Vuole girare un documentario, trovare questa persona, intervistare gli altri autori che hanno ricevuto la lettera: come si sono sentiti quando l’hanno ricevuta? E come quando hanno scoperto che si trattava, sostanzialmente, di una truffa? Per realizzarlo, recluta degli amici. [sinossi]

 

Questa settimana escono anche Zen – Sul ghiaccio sottile (2018) di Margherita Ferri, La scuola serale (2018) di Malcolm D. Lee, Hunter Killer – Caccia negli abissi (2018) di Donovan Marsh, Ötzi e il mistero del tempo (2018) di Gabriele Pignotta, Malerba (2018) di Simone Corallini. Martedì 13 novembre arriva in sala il documentario Anatomia del miracolo (2017) di Alessandra Celesia. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Overlord.

Articoli correlati

  • Notizie

    Nelle sale: Still Recording, First Man, Il presidente...Uscite in sala 01 novembre 2018

    Ovviamente l'attenzione mediatica si sposta tutta in direzione di First Man di Damien Chazelle e forse del nuovo capitolo di Millennium, ma lunedì 5 novembre raggiunge le sale quello che è forse il film più sorprendente dell'anno, Still Recording dei siriani Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub.
  • Notizie

    Nelle sale: La donna dello scrittore, Halloween...Uscite in sala 25 ottobre 2018

    La donna dello scrittore di Christian Petzold è senz'ombra di dubbio il film della settimana. Non male la seconda sortita dietro la macchina da presa di Drew Goddard, mentre delude l'Halloween di David Gordon Green. Esce però soprattutto il nuovo film di quel grande outsider che è Antonio Capuano.
  • Notizie

    Nelle sale: Soldado, Le ereditiere, Searching...Uscite in sala 18 ottobre 2018

    Nella settimana in cui prende l'abbrivio la Festa/Festival di Roma l'attenzione cinefila in sala è catalizzata da Soldado, esordio oltreoceano di Stefano Sollima. Ma tra Le ereditiere, il thriller "social" Searching e Pupazzi senza gloria c'è di che divertirsi.
  • Notizie

    Nelle sale: A Star is Born, Mirai, Halloween...Uscite in sala 11 ottobre 2018

    Settimana ancora una volta fin troppo ricca di uscite (nel complesso 16), e dove oltre all'atteso A Star is Born a farla da padrone sono due eventi, il nuovo film di Mamoru Hosoda e la riedizione in sala del capolavoro di John Carpenter Halloween.
  • Notizie

    Nelle sale: Widows, In guerra, Red Zone, Styx...Uscite in sala 15 novembre 2018

    Settimana ingolfata come non mai di titoli. In uscita infatti ben quindici film, tra i quali vale la pena ricordare soprattutto Widows di Steve McQueen, In guerra di Stéphane Brizé, Red Zone di Peter Berg. Trovano spazio tra gli altri anche gli Animali Fantastici di David Yates e il vincitore dello scorso Torino Film Festival.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento