Festival del Cinema di Porretta Terme 2018

Festival del Cinema di Porretta Terme 2018

In corso nell’appennino emiliano, nella valle del Reno, la diciassettesima edizione del Festival del cinema di Porretta Terme, che proseguirà fino al 9 dicembre.

Si tiene fino al 9 dicembre la diciassettesima edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme, nella valle del Reno, un festival che coinvolge sempre di più il territorio con eventi che si tengono in varie località dell’appennino emiliano. A chiusura del festival vi sarà poi un extra, il prossimo 15 dicembre, con la proiezione della versione restaurata de L’uomo delle stelle, film del 1995 di Giuseppe Tornatore con protagonista Sergio Castellitto.

Il cinema italiano è protagonista di questa manifestazione che eredita la tradizione della gloriosa Mostra internazionale del cinema libero di Porretta. Quest’anno ci sarà una retrospettiva dedicata a Daniele Lucchetti che sarà protagonista anche di una delle due masterclass previste; l’altra sarà con Isabella Ragonese che con Lucchetti ha lavorato in La nostra vita.
Celebrato anche Elio Petri con una mostra fotografica curata dalla Cineteca Nazionale. Mentre invece madrina della manifestazione sarà Florinda Bolkan, indimenticabile protagonista proprio di Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, capolavoro del 1970 di Elio Petri con protagonista un sulfureo Gian Maria Volontè e con le leggendarie musiche di Ennio Morricone.

Il Festival del cinema di Porretta Terme è realizzato in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna e Rete degli Spettatori, grazie al contributo di MIBACT, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, direzione generale cinema, Regione Emilia Romagna.

Info
Il sito del Festival del Cinema di Porretta Terme 2018.

Articoli correlati

  • In sala

    Io sono tempesta RecensioneIo sono tempesta

    di Un buono spunto e uno sviluppo incerto, anche Io sono Tempesta di Daniele Luchetti cade nell'incancrenito problema della commedia italiana odierna. La vittima principale poi, è sempre quella: il grottesco, rimpianto e costantemente rimosso dal nostro cinema, anche quando sembra cercarlo.
  • Festival

    Festival del Cinema di Porretta Terme 2017Festival del Cinema di Porretta Terme 2017

    Si tiene fino al 10 dicembre la sedicesima edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme. In programma, tra gli altri, un omaggio a Silvano Agosti e uno a Ida Galli, volto tipico del cinema italiano anni '60 e '70.
  • Mille Occhi 2017

    A ciascuno il suo

    di Ai Mille Occhi 2017 è stata proiettata anche un'eccellente copia in 35mm di A ciascuno il suo, adattamento dall'omonimo romanzo giallo di Sciascia che segnava nel '67 la prima collaborazione fra Elio Petri, Gian Maria Volonté e Ugo Pirro.
  • DVD

    Buone notizie

    di Importante recupero di Mustang e CG, per la prima volta arriva in dvd Buone notizie di Elio Petri. Ultimo film dell'autore romano, un originale e sinistro balletto metafisico sul sentimento della fine.
  • DVD

    Le-ormeLe orme

    di Oltre il cinema italiano di genere, oltre il film di serie B. Le orme di Luigi Bazzoni è una splendida traccia autoriale su alienazione e memoria, su verità e rimpianto. Melodramma a suo modo "politico" tramite il linguaggio del mystery. Assolutamente da riscoprire. In dvd per Cinekult e CG.
  • DVD

    Metti, una sera a cena

    di Per RaroVideo e CG la prima uscita mondiale in dvd di Metti, una sera a cena di Giuseppe Patroni Griffi. Recupero importante per un'opera di grande successo di fine anni Sessanta, che necessita però di un vero restauro. Trasgressioni e ipocrisie per un brillante quintetto d'attori: Trintignant, Bolkan, Musante, Girardot, Capolicchio.
  • Saggi

    Carlo Mazzacurati e il suo tempo

    Esordiente grazie alla Sacher Film negli anni '80, un autore alle prese con le difficoltà e intermittenze espressive e industriali dell'ultimo trentennio di cinema italiano.
  • Archivio

    Anni felici RecensioneAnni felici

    di Nell'estate del 1974 Guido, artista d’avanguardia col cruccio di essere troppo convenzionale, e la moglie Serena si amano e si tradiscono, sotto lo sguardo stralunato dei figli...
  • Archivio

    La nostra vita RecensioneLa nostra vita

    di Ritratto sfocato e non troppo pungente della nostra (mala) società, La nostra vita vive e respira solo nella vita e nel respiro del suo protagonista: un debordante Elio Germano.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento