Uscite in sala 13 dicembre 2018

Uscite in sala 13 dicembre 2018

Si avvicina Natale ed ecco arrivare in sala Macchine mortali, il blockbuster scritto e prodotto da Peter Jackson (ma non da lui diretto, purtroppo). Con lui in sala l’islandese La donna elettrica, Lontano da qui, Un piccolo favore ma anche Stefano Mordini con Il testimone invisibile.

 

MACCHINE MORTALI
di Christian Rivers

In pochi, oggi come oggi, sanno costruire un blockbuster come Peter Jackson e la sua collaudatissima squadra di collaboratori. Così anche Macchine mortali, tratto dal romanzo di Philip Reeve, colpisce con forza l’immaginario, muovendosi tra mirabilie miyazakiane – l’ispirazione riprende materiale da Il castello errante di Howl e Laputa, il castello nel cielo in particolar modo – e classici dello sci-fi come Guerre stellari. Se la sceneggiatura può apparire troppo semplice (ma il romanzo è pur sempre materiale per ragazzini, quella fauna che in terra inglese risponde al nome di young adult) il problema è semmai che in cabina di regia siede l’anonimo Rivers, e non sua maestà Jackson. E la differenza si avverte, purtroppo. Rimane comunque un giocattolone godibile, al patto di fa scendere a patti con la realtà le giustificate pretese di partenza.

Migliaia di anni dopo la distruzione del mondo civilizzato a causa di un cataclisma, la razza umana si è adattata e si è evoluta con un nuovo stile di vita. Gigantesche città in movimento vagano per la Terra, prendendo brutalmente di mira le più piccole città trazioniste. Tom Natsworthy proveniente da una classe inferiore della grande città trazionista di Londra si ritrova a dover combattere per la sopravvivenza dopo essersi imbattuto in Hester Shaw, una pericolosa fuggitiva. [sinossi]

 

LA DONNA ELETTRICA
di Benedikt Erlingsson

Dall’Islanda e dalla Semaine de la critique – dove è stato presentato in anteprima – arriva un battagliero e divertente film in grado di giocare con intelligenza con i chiaroscuri del grottesco, senza paure di sorta. Un film umanissimo e spiazzante, in cui dominano il proscenio una protagonista eccellente (Halldóra Geirharðsdóttir), il panorama islandese e una moltitudine di pecore. Brillante e acuto.

Halla, una donna sulla cinquantina, dichiara guerra all’industria locale dell’alluminio, che sta devastando il suo paese. Si fa carico di tutti i rischi per proteggere le Alte Terre d’Islanda…ma la situazione potrebbe cambiare con l’arrivo inatteso di una piccola orfanella nella sua vita… [sinossi]

 

LONTANO DA QUI
di Sara Colangelo

Bravissima è anche Maggie Gyllenhaal, nel remake piuttosto apprezzabile del successo israeliano di qualche anno fa Haganenet di Nadav Lapid. Una perfetta storia indie intrisa d’amarezza e racchiusa in una messa in scena essenziale ma non priva di sottigliezze e sfumature. Una storia arricchita dallo studio psicologico sul personaggio femminile, non conforme alla prassi contemporanea.

Lisa Spinelli è una maestra d’asilo di Staten Island, che frequenta un corso serale di poesia, sua grande passione, ma che a poco a poco la sta allontanando dai figli e dal marito. Un giorno Lisa rimane incantata dal talento innato di un allievo di cinque anni, Jimmy, capace di comporre con disinvoltura le poesie che lei ha sempre sognato di scrivere. Fermamente convinta di trovarsi al cospetto di un Mozart della letteratura, Lisa decide di coltivare il talento del bambino, trascurato dalla famiglia, e di proteggerlo dall’indifferenza della società, spingendosi però oltre i limiti della sua professione. [sinossi]

 

UN PICCOLO FAVORE
di Paul Feig

Si perde un po’ nel finale il film di Paul Feig (visto in anteprima al Noir in Festival pochi giorni fa) ma nel complesso mantiene le promesse, quelle di un thriller al femminile ricco di colpi di scena, di non detti e di capacità di ironizzare sul meccanismo stesso del genere. Apprezzabile.

Stephanie è una mamma vlogger che cerca di scoprire la verità dietro la scomparsa della sua migliore amica, Emily (Blake Lively). Stephanie è affiancata dal marito di Emily, Sean, in questa ricerca che darà vita a colpi di scena, tradimenti, segreti e rivelazioni, amori, omicidi e vendette. [sinossi]

 

IL TESTIMONE INVISIBILE
di Stefano Mordini

Riuscirà Stefano Mordini a scrollarsi di dosso le debolezze intrinseche delle sue precedenti incursioni sul grande schermo (fa parzialmente eccezione Acciaio, agevolato però da un romanzo molto solido)? È questo a ben vedere l’unico interrogativo che lascia il nuovo film del regista romagnolo – per quanto, per ghiribizzi geografici, Marradi faccia parte della municipalità fiorentina. Per il resto un cast d’impatto, e una storia sulla carta già vista ma sempre funzionale. Ma è nel manico, vale a dire nell’autorialità di Mordini, che è difficile riporre speranze…

Adriano Doria, un giovane imprenditore di successo, si risveglia in una camera d’albergo chiusa dall’interno accanto al corpo senza vita della sua amante, l’affascinante fotografa Laura. Viene accusato di omicidio ma si dichiara innocente. Per difendersi, incarica la penalista Virginia Ferrara, famosa per non aver mai perso una causa. L’emergere di un testimone chiave e l’imminente interrogatorio che potrebbe condannarlo definitivamente, costringe Adriano e l’avvocato Ferrara a preparare in sole tre ore la strategia della sua difesa e a cercare la prova della sua innocenza. Spalle al muro, Adriano sarà costretto a raccontare tutta la verità. [sinossi]

 

LO SGUARDO DI ORSON WELLES
di Mark Cousins

Non abbiate troppe speranze neanche se siete fan di Orson Welles, visto che Mark Cousins si limita all’ennesima e inessenziale ricognizione sull’immenso cineasta opponendo allo sguardo di Welles un altro, purtroppo superficiale, gonfio di retorica e ampiamente prevedibile. Sarà nelle sale dal 16 dicembre, ma se ne può fare a meno. Sarebbe stato molto meglio avere sul grande schermo The Other Side of the Wind, ma questo è un altro discorso…

Attingendo a centinaia di disegni e dipinti realizzati da Orson Welles, Mark Cousins ci guida nel mondo del leggendario regista e attore, raccontandoci vita e opere dell’autore di Quarto potere sotto forma di lettera… [sinossi]

 

Questa settimana escono anche Conversazioni atomiche (2018) di Felice Farina e Verso un altrove (2018) di Massimiliano Amato. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Macchine mortali.

Articoli correlati

  • Notizie

    Nelle sale: ROMA, Santiago, Italia, Ghostland...Uscite in sala 06 dicembre 2018

    Il documentario di Nanni Moretti che parte dal golpe cileno per parlare di un'Italia che non c'è più e l'interessante horror di Pascal Laugier. Ma la settimana si è inaugurata con la tre giorni dedicata a ROMA, il Leone d'Oro che appare fugacemente in sala per poi finire su Netflix.
  • Notizie

    Nelle sale: Tre volti, Bohemian Rhapsody, Ride...Uscite in sala 29 novembre 2018

    La settimana delle uscite in sala si articola attorno al nuovo film di Jafar Panahi, già visto a Cannes, che insieme al biopic su Freddie Mercury catalizza l'attenzione. Molti i titoli italiani in uscita, e tra questi l'esordio alla regia di Valerio Mastandrea.
  • Notizie

    Nelle sale: Troppa grazia, Il vizio della speranza...Uscite in sala 22 novembre 2018

    In attesa del Torino Film Festival, che si inaugura domani, le uscite settimanali segnano una netta flessione, non tanto nei numeri quanto nell'interesse e nella qualità della proposta. Spicca comunque il nuovo film di Gianni Zanasi, così come il vincitore della Festa di Roma Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis.
  • Notizie

    Nelle sale: Widows, In guerra, Red Zone, Styx...Uscite in sala 15 novembre 2018

    Settimana ingolfata come non mai di titoli. In uscita infatti ben quindici film, tra i quali vale la pena ricordare soprattutto Widows di Steve McQueen, In guerra di Stéphane Brizé, Red Zone di Peter Berg. Trovano spazio tra gli altri anche gli Animali Fantastici di David Yates e il vincitore dello scorso Torino Film Festival.
  • Notizie

    Nelle sale: Old Man & the Gun, Cold War...Uscite in sala 20 dicembre 2018

    Settimana ricca di titoli destinati a contendersi le platee durante le festività natalizie, ma con una predominante autoriale di solito relegata sullo sfondo. Il titolo della settimana è comunque l'ottimo David Lowery con protagonista Robert Redford.
  • Notizie

    Nelle sale: Spider-Man, Befana, Moschettieri...Uscite in sala 27 dicembre 2018

    L'ultima settimana di uscite in sala dell'anno vede protagonisti nell'agone per il box office il nuovo Spider-Man, la Befana di Michele Soavi e i moschettieri di Giovanni Veronesi. E a vincere non sono gli italiani...
  • Notizie

    Nelle sale: Suspiria, Non-Fiction, Ralph, Aquaman...Uscite in sala 03 gennaio 2019

    L'anno cinematografico inizia con Olivier Assayas, Luca Guadagnino, il ritorno dello spaccatutto Ralph, Aquaman, Van Gogh con le fattezze di Willem Dafoe e Dick Cheney raccontato da Adam McKay. E lunedì prossimo arriva Gli uccelli di Alfred Hitchcock...
  • Notizie

    Nelle sale: Benvenuti a Marwen, Una notte di 12 anni...Uscite in sala 10 gennaio 2019

    Una settimana a due facce: da un lato l'eccellente Zemeckis di Benvenuti a Marwen e il dolorosissimo e coinvolgente Una notte di 12 anni, dall'altro le pessime commedie dirette da Luca Miniero e Massimiliano Bruno.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento