Omaggio a Bertolucci per il secondo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola

Omaggio a Bertolucci per il secondo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola

Mercoledì 13 febbraio al Teatro Palladium di Roma è in programma alle ore 20.30 Prima della rivoluzione (1964) di Bernardo Bertolucci, per il secondo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola, a ingresso gratuito e proiezioni in 35mm. Roberto Perpignani, montatore del film, sarà l’ospite della serata. Con lui dialogheranno Vito Zagarrio (Università di Roma Tre), Juan Francisco Del Valle (Cineteca Nazionale) e Alessandro Aniballi (Quinlan.it).

Il secondo appuntamento di Ritorno in pellicola, una rassegna a ingresso gratuito dedicata a grandi film della storia del cinema italiano proiettati in 35mm, co-organizzata dall’Università di Roma Tre con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e la rivista di critica cinematografica Quinlan.it, si terrà il prossimo mercoledì 13 febbraio alle 20 e 30 al Teatro Palladium di Roma con la proiezione di Prima della rivoluzione, per un omaggio a Bernardo Bertolucci, uno dei grandi maestri del nostro cinema, scomparso il 26 novembre del 2018. Prima della rivoluzione verrà presentato dal montatore del film, Roberto Perpignani. Con lui dialogheranno Vito Zagarrio (Università di Roma Tre), Juan Francisco Del Valle (Cineteca Nazionale) e Alessandro Aniballi (Quinlan.it).

“Fin dalla sua creazione, oltre cinque anni fa, Quinlan.it ha lavorato sia da un punto di vista critico che di ricerca alla valorizzazione della riscoperta della pellicola, dalla preservazione del 35mm alla proiezione pubblica. Una resistenza culturale attiva per la tutela della memoria del cinema e la rivendicazione di una sua perenne attualità. La nostra rivista è dunque lieta di prendere parte a un’iniziativa come quella del Palladium, dove sarà possibile addentrarsi nel concetto di conservazione e permettere agli spettatori di vedere i film sul grande schermo così come sono stati creati, in alcuni casi anche alla presenza degli autori.”

PROSSIMO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA RITORNO IN PELLICOLA
mercoledì 13 marzo 2019
ore 20.30
Teatro Palladium
Pane e cioccolata di Franco Brusati, 1973
alla presenza del direttore della fotografia Luciano Tovoli

Altri appuntamenti verranno annunciati nelle prossime settimane.
La rassegna è curata da Alessandro Aniballi e Christian Carmosino.

Info
Il sito del Teatro Palladium
La pagina Facebook del Teatro Palladium.

Articoli correlati

  • Classici

    Ultimo tango a Parigi RecensioneUltimo tango a Parigi

    di Tra gli oggetti cinematografici più censurati e vilipesi, al centro di polemiche infinite, Ultimo tango a Parigi è una riflessione sulla borghesia che diventa scandaglio della (delle) nouvelle vague vere o supposte, e della tensione a una libertà solo vagheggiata, ma impossibile...
  • Notizie

    Ritorno in pellicolaAl via la rassegna Ritorno in pellicola con Tenebre di Dario Argento

    Si aprirà con la proiezione di Tenebre alla presenza del regista Dario Argento la rassegna "Ritorno in pellicola - I classici del cinema italiano in 35 millimetri" di scena al Teatro Palladium di Roma dal 23 gennaio.
  • Saggi

    In attesa della rivoluzione. Per Bernardo BertolucciIn attesa della rivoluzione. Per Bernardo Bertolucci

    La notizia della morte di Bernardo Bertolucci non coglie di sorpresa, ma palesa la nostra impreparazione a un lutto simile. Perdere il pensiero di un cineasta sempre proteso in avanti, in un percorso che non prevede le secche del pensiero dominante, ci lascia soli e sperduti.
  • Interviste

    Bernardo Bertolucci e il restauro di Ultimo tango a ParigiIntervista a Bernardo Bertolucci

    Il ritorno in sala di Ultimo tango a Parigi nella versione restaurata in digitale grazie alla Cineteca Nazionale permette di tornare a ragionare su un film che colpì in profondità l’immaginario cinematografico italiano e internazionale. Ne abbiamo parlato con Bernardo Bertolucci nella sua casa romana.
  • Venezia 2017

    Novecento RecensioneNovecento

    di In Venezia Classici viene presentato il restauro in digitale di Novecento, forse il film più ambizioso di Bernardo Bertolucci, il racconto di poco meno di cinquant'anni di storia politica e sociale italiana nella contrapposizione tra i figli di un padrone e di una contadina.
  • Interviste

    Enrico Ghezzi: “La verità è il primo inganno”

    Verità e finzione, F for Fake. Welles, Ciro Giorgini, Adriano Aprà e la critica. Fuori Orario e le dicotomie Rossellini/Lang, Truffaut/Godard, Lumière/Méliès. Abbiamo intervistato Enrico Ghezzi.
  • Archivio

    Io e te

    di Io e te segna il ritorno alla regia di Bernardo Bertolucci a quasi dieci anni di distanza da The Dreamers; una storia di rapporti familiari, fratelli e sorelle che imparano gradualmente a conoscersi, e forse ad amarsi. Fuori concorso a Cannes 2012.
  • Cult

    Prima della rivoluzione RecensionePrima della rivoluzione

    di Dopo l'esordio pasoliniano con La commare secca, Bernardo Bertolucci in Prima della rivoluzione (1964) faceva sua l'istanza libertaria della Nouvelle vague e, rielaborandola, ci permetteva di scoprire la cinefilia, lo stile come fatto morale, l'autobiografismo, la tensione anti-borghese.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento