Uscite in sala 28 febbraio 2019

Uscite in sala 28 febbraio 2019

È la settimana in cui esce uno dei film dell’anno, anche se in tanti in Italia si affanneranno ad affermare il contrario: si parla ovviamente di Lars von Trier e del suo La casa di Jack. In sala arriva anche il divertente sequel Ancora auguri per la tua morte, oltre ad affannose e affannate commedie italiane. Lunedì sarà poi il momento della riedizione in sala di Jules e Jim, tra i capolavori di François Truffaut.

LA CASA DI JACK
di Lars von Trier

È in sala. Si è già scatenata la ridda di punti di vista diversi: non è abbastanza provocatorio, no lo è troppo. Lo vuole essere. Non vuole esserlo. Nel frattempo di cinema si parla sempre troppo troppo poco. Ci ha pensato anche Sandro Parenzo, fondatore di Videa (che distribuisce il film) a metterci il carico da novanta con un comunicato stampa delirante con cui prende di fatto le distanze dalla persona von Trier. Inutile commentare. Quello che dovete invece fare è andare in sala, e godervi quello che è già da ora uno dei film dell’anno. Avvertenza inevitabile: esistono due copie del film, una integrale in versione originale e una doppiata e tagliuzzata – poco, pare, ma sempre tagliuzzata. Ovviamente cercate di vedere, là dove sarà possibile, l’integrale, l’unica versione con il montaggio voluto dal regista. Curiosità finale: entrambe le versioni, compresa quella tagliata, hanno ricevuto il divieto ai minori di 18 anni. Allegria.

Usa Anni ’70. Jack è un ingegnere psicopatico con tendenze ossessivo-compulsive. Dopo aver ammazzato una donna che gli aveva chiesto soccorso per strada si convince di dover continuare ad uccidere per raggiungere la perfezione. Ogni suo omicidio deve essere un’opera d’arte, sempre più complessa e ingegnosa. Inizia così una partita a scacchi con la polizia lunga dodici anni, condotta dal più astuto e spietato omicida seriale. [sinossi]

 

ANCORA AUGURI PER LA TUA MORTE
di Christopher Landon

Il sequel del divertentissimo Auguri per la tua morte sposta il tutto in territori prossimi allo sci-fi, ingrassando ulteriormente una materia spazio-temporale gustosa e ben trattata. Un capitolo secondo che va assolutamente tenuto in considerazione, per un film ricco e godibilissimo. Buon divertimento.

Jessica Rothe guida il cast che ritorna in Ancora auguri per la tua morte, il seguito della sorpresa del 2017 di Blumhouse, un grande successo pieno di colpi di scena e svolte comiche. Questa volta, la nostra eroina Tree scopre che morire di continuo è stato sorprendentemente più facile dei pericoli che la attendono. [sinossi]

 

DOMANI È UN ALTRO GIORNO
di Simone Spada

Ha senso un remake se si ferma a copiare e incollare l’originale? Per noi ovviamente no. Eppure è proprio quello che è stato fatto con Truman, successo di critica e pubblico spagnolo – uscito anche da noi nel 2016 – di cui Simone Spada ha provveduto a fornire una copia carbone, cambiando la lingua, gli attori e le location. Operazione a dir poco discutibile, ma che di fatto rende Domani è un altro giorno migliore di quanto forse lo stesso team sarebbe riuscito a fare lavorando senza appigli. Cattiveria gratuita? Le produzioni italiane degli ultimi anni sembrano dire di no…

Tommaso e Giuliano sono due amici per la pelle. Uno vive in Canada, l’altro a Roma. Uno è taciturno, l’altro esuberante. Uno ha paura dell’aereo, l’altro è capace di improvvisare un’andata e ritorno per Barcellona in giornata. Quando Giuliano, malato gravemente, prende una decisione irreversibile, Tommaso supererà la paura di volare e andrà a trovarlo a Roma per passare insieme quattro giorni di amicizia e condivisione. I due non sono soli: con loro c’è l’inseparabile cane Pato. [sinossi]

 

THE VANISHING – IL MISTERO DEL FARO
di Kristoffer Nyholm

Non è affatto disprezzabile invece questo mystery a firma Kristoffer Nyholm. A suo vantaggio giocano una bella scelta della location, una regia educata e non priva di guizzi e un trio d’interpreti in stato di grazia, a partire da un eccellente Peter Mullan. Un impianto così solido fa passare in second’ordine qualche leggerezza di scrittura, e la mancanza forse di una vera originalità.

A 20 miglia dalla costa scozzese, su un’isola disabitata arrivano tre guardiani del faro per il loro turno di sei settimane. Quando Thomas, James e Donald riescono ad abituarsi al loro lavoro e alla routine sull’isola, succede qualcosa di inaspettato e misterioso. Una barca che appare in lontananza potrebbe essere la risposta alle loro domande mentre la loro stabilità mentale comincia a vacillare. I tre cominceranno a lottare l’uno contro l’altro cercando di sopravvivere alle paranoie sempre più forti. [sinossi]

 

CROCE E DELIZIA
di Simone Godano

La suddetta originalità non abita di certo dalle parti di questa terribile commedia sentimentale, così prevedibile e sciatta da racchiudere al proprio interno tutti i difetti del cinema italiano contemporaneo, dall’incapacità di far “male” alla superficialità con cui vengono tratteggiati i personaggi. Si può tranquillamente fare a meno di recuperarlo.

I Castelvecchio sono una famiglia di eccentrici, hanno una mentalità aperta, ma sono narcisisti e disuniti. I Petagna sono tutto l’opposto: gente molto affiatata, di estrazione sociale più umile, dai valori tradizionali ma conservatori. Come mai queste due famiglie così diverse si ritrovano a trascorrere le vacanze estive insieme? Lo sanno solo i capifamiglia Tony e Carlo: l’inaspettato annuncio del loro amore scardinerà gli equilibri delle due famiglie ma soprattutto quelli di Penelope e Sandro, i loro rispettivi primogeniti. [sinossi]

 

DRAGON BALL SUPER: BROLY – IL FILM
di Tatsuya Nagamine

Ennesima replica delle avventure di Goku e dei (Super)Saiyan che poco o nulla aggiunge all’universo narrativo creato da Akira Toriyama. Snodi narrativi alquanto frettolosi, un character design piuttosto pigro e un’animazione che risente del budget non faraonico (balbettante l’utilizzo della cgi). Il film è un reboot del personaggio, scollegato dalle versioni precedenti (Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della leggenda, Dragon Ball Z: Sfida alla leggenda e Dragon Ball Z: L’irriducibile bio-combattente), destinato soprattutto ai fan duri e puri del manga/anime. Per la Toei resta una prodigiosa gallina dalle uova d’oro, fin dalla prima serie del 1986.

Il re dei Saiyan Vegeta, preoccupato dalla potenza del nascituro Broly, superiore a quella del proprio figlio, spedisce Broly su un pianeta remoto e ostile, Vampa. Il padre di Broly, Paragus, lo segue su Vampa e lo addestra come un formidabile guerriero. 41 anni più tardi, dopo che Freezer ha distrutto il pianeta dei Saiyan, Broly e Paragus arrivano sulla Terra, per vendicarsi dei Saiyan superstiti. [sinossi]

 

JULES E JIM
di François Truffaut

Da lunedì prossimo sarà in sala con Cineteca di Bologna questo capolavoro del cinema francese e della Settima Arte tutta. Se non l’avete mai visto chiedetevi come sia possibile. Se lo avete fatto saprete già probabilmente che esperienza incredibile deve essere godere di tale splendore sul grande schermo. Imperdibile.

Nel 1907, nel quartiere parigino di Montparnasse, vivono due amici: Jules, austriaco, e Jim, francese. Si tratta di un’amicizia per certi versi “spirituale”, fatta di lettura di poesie e grandi discorsi sull’arte, ma anche “pratica”, visto che i due si scambiano volentieri le ragazze, finché un giorno non conoscono la giovane Catherine, provocante e passionale. Subito Jules se ne innamora mentre Jim, che capisce di esserne anche lui attratto (ma in un secondo momento), cela i propri sentimenti per non offendere l’amico, già intenzionato a sposarla. Così Jules e Catherine si trasferiscono in Austria, dove danno alla luce anche una figlia, mentre gli eventi della Prima guerra mondiale allontanano Jim dalla coppia. [sinossi]

 

Escono anche C’era una volta il principe azzurro (2018) di Ross Venokur, Il miglior regalo (2018) di Juan Manuel Cotelo. Lunedì 4 marzo è invece la volta, oltre al recupero di Truffaut, di Kusama – Infinity (2018) di Heather Lenz, e La stanza delle meraviglie – Wow (2017) di Francesco Invernizzi. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Ancora auguri per la tua morte.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in sala 21 febbraio 2019

    Lo scandalo che coinvolse il senatore Gary Hart, i metodi di sopravvivenza di Lee Israel, i Lego contro il Duplo, la nuova commedia di Fausto Brizzi e l'auto-remake di Hans Petter Moland, il documentario su Vivienne Westwood. Questo e altro da oggi in sala.
  • Notizie

    Nelle sale: La paranza dei bambini, Alita, Un'avventura...Uscite in sala 14 febbraio 2019

    Un San Valentino un po' particolare, se si esclude Un'avventura, omaggio a Battisti-Mogol: per il resto è il giorno de La paranza dei bambini, di Alita - L'angelo della battaglia e di Un valzer tra gli scaffali, prezioso recupero dalla Berlinale di dodici mesi fa.
  • Notizie

    Nelle sale: Il corriere, Copperman, Le nostre battaglie...Uscite in sala 07 febbraio 2019

    Il quasi novantenne Clint Eastwood domina la scena, con il suo ritorno anche davanti la macchina da presa. Questa settimana in sala ci sono anche il dramma familiare e operaio di Guillaume Senez, la fiaba per supereroi di Eros Puglielli, la nuova versione di Remi e la commedia di Alessandro Genovesi.
  • Notizie

    Nelle sale: Il primo re, Green Book, Tramonto...Uscite in sala 31 gennaio 2019

    È la settimana di Romolo e Remo, e de Il primo re di Matteo Rovere. Ma in sala c'è spazio anche per un serio candidato agli Oscar come Green Book, mentre lunedì come evento di tre giorni arriverà Tramonto, dopo le discussioni critiche all'ultima Mostra di Venezia...
  • Notizie

    Nelle sale: Captain Marvel, The Guilty, I villeggianti...Uscite in sala 07 marzo 2019

    Captain Marvel catalizza l'attenzione, e probabilmente darà una mano agli agonizzanti botteghini, ma questa è anche la settimana de Il colpevole di Gustav Möller e I villeggianti di Valeria Bruni Tedeschi. Certo, ci sarebbe anche Walter Veltroni, ma forse è meglio soprassedere...
  • Notizie

    Nelle sale: Sofia, Momenti di trascurabile felicità...Uscite in sala 14 marzo 2019

    Il 2019 delle uscite in sala continua a certificare una certa crisi dell'immaginario. Per fortuna ogni tanto le sorprese non mancano, come dimostra l'ottimo esordio della cineasta marocchina Meryem Benm'Barek, Sofia. Tra le ennesime commedie italiane meglio il film corale di Lazotti a quello di Luchetti con Pif.
  • Notizie

    Nelle sale: Peterloo, Il venerabile W., Dafne, Ricordi?Uscite in sala 21 marzo 2019

    L'aria di primavera risveglia desideri sopiti nella distribuzione italiana e così arrivano in sala tutti insieme in un'unica settimana addirittura 20 nuovi film. Tra questi va segnalata la presenza soprattutto di Peterloo di Mike Leigh, Il venerabile W. di Barbet Schroeder e Dafne di Federico Bondi.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento