Uscite in sala 05 settembre 2019

Uscite in sala 05 settembre 2019

Pietro Marcello che rilegge (molto bene) il capolavoro letterario di Jack London, il secondo capitolo dell’adattamento del “kingiano” It, il nuovo lungometraggio di Alessandro Rossetto. E poi, sempre dalla Mostra (come Marcello e Rossetto) anche il poco riuscito Mio fratello rincorre dinosauri.

 

MARTIN EDEN
di Pietro Marcello

Pietro Marcello, in concorso alla Mostra di Venezia, riesce nell’impresa – tutt’altro che semplice o scontata – di rileggere un vero e proprio capolavoro della letteratura mondiale, tradendolo senza tradirlo. Un lavoro stratificato, che gioca con il concetto di tempo e si avvale dell’eccellente interpretazione di Luca Marinelli. Chissà se tornerà dal Lido con qualche premio. Non sarebbe, nel caso, immeritato.
Dopo aver salvato da un pestaggio Arturo, giovane rampollo della borghesia industriale, il marinaio Martin Eden viene ricevuto in casa della famiglia del ragazzo e qui conosce Elena, la bella sorella di Arturo, e se ne innamora al primo sguardo. La giovane donna, colta e raffinata, diventa non solo un’ossessione amorosa ma il simbolo dello status sociale cui Martin aspira a elevarsi. A costo di enormi fatiche e affrontando gli ostacoli della propria umile origine, Martin insegue il sogno di diventare scrittore e – influenzato dal vecchio intellettuale Russ Brissenden – si avvicina ai circoli socialisti, entrando per questo in conflitto con Elena e con il suo mondo borghese… [sinossi]

 

IT – CAPITOLO 2
di Andrés Muschietti

Altro capolavoro della letteratura, e disastro su tutti i fronti. Andrés Muschietti (che ama firmarsi Andy) aveva retto abbastanza bene l’impatto con il primo capitolo, dedicandolo all’età infantile e giocando quindi con il teen-movie. Dovendosi però spostare tra gli adulti dimostra di non avere alcuna idea delle psicologie dei suoi personaggi, e si perde dietro un’effettistica fastidiosa, ridondante e del tutto irrispettosa del testo di partenza.
I ragazzini del Loser Club hanno sconfitto ma non eliminato il malefico Pennywise, entità che si manifesta ogni 27 anni nella cittadina di Derry con le fattezze di clown e rapisce e uccide bambini. Sono dunque destinati a un nuovo confronto con lui 27 anni dopo e si passa così dal 1989 al 2016. I protagonisti sono cresciuti, ma quasi tutti loro hanno lasciato la cittadina e hanno dimenticato l’orrore in cui si erano imbattuti e persino molti dettagli della loro amicizia. Solo Mike è rimasto e solo lui ricorda e può prepararli a una nuova e definitiva battaglia. [sinossi]

 

EFFETTO DOMINO
di Alessandro Rossetto

Torna il nord-est raccontato da Alessandro Rossetto, che dopo l’esordio con Piccola patria torna al Lido (e in sala) con un film che si immerge nel sogno di ricchezza di una popolazione molto più prossima alla barbarie di quanto si possa pensare. Nonostante l’interessante impianto noir restano i dubbi già rilasciati dal suo primo lungometraggio, anche se è impossibile non rimanere affascinati dagli enormi stabili abbandonati co-protagonisti, a modo loro, del film.
In una cittadina termale del nord est italiano, un impresario edile e il suo sodale geometra danno vita a un progetto ambizioso: convertire grandi alberghi abbandonati in residenze di lusso per pensionati facoltosi di ogni parte del mondo. È il business della vecchiaia che qualcuno, più potente e visionario di questi piccoli imprenditori, fa suo qui e dall’altra parte del pianeta, giocando ad allungare la vita umana all’infinito. L’improvviso venir meno del sostegno finanziario delle banche al progetto, scatena un effetto domino nel destino di chi sperava solo di arricchirsi, ignaro di quel piano più alto e lontano di chi vede ormai il profitto venire da corpi che non muoiono mai. [sinossi]

 

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI
di Stefano Cipani

Ha invece davvero il fiato corto questo film che trae ispirazione da un romanzo e vorrebbe raccontare, in modo stralunato e fuori dalla norma, il rapporto di un ragazzino con la “diversità”. Troppa commedia per un racconto che avrebbe meritato un respiro maggiormente drammatico e consapevole del dolore. Si punta a un pubblico di famiglie, e non è detto che il calcolo sia sbagliato, ma da un punto di vista strettamente cinematografico non resta molta memoria dopo la visione.
Jack ha sempre desiderato un fratello maschio con cui giocare e quando nasce Gio, i suoi genitori gli raccontano che suo fratello è un bambino “speciale”. Da quel momento, nel suo immaginario, Gio diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare. Quando Jack arriva al liceo e si innamora di Arianna, decide di nascondere alla ragazza e ai nuovi amici l’esistenza del fratello. Ma non si può pretendere di essere amati nascondendo una parte così importante di sé. La verità verrà presto a galla e alla fine Jack riuscirà a farsi travolgere dall’energia e dalla vitalità di Gio, che grazie al suo originale punto di vista riuscirà a trasformare il mondo, proprio come un supereroe. [sinossi]

Questa settimana escono anche La fattoria dei nostri sogni (2018) di John chester, Good Boys – Quei cattivi ragazzi (2019) di Lee Eisenberg e Gene Stupnitsky, Il regno (2018) di Rodrigo Sorogoyen. Lunedì 9 è la volta di Apollo 11 (2019) di Todd Douglas Miller, ma soprattutto del recupero in digitale dello splendido Easy Rider (1969) di Dennis Hopper. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di It – Capitolo 2.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in sala 29 agosto 2019

    Nella settimana in cui inizia la Mostra di Venezia arrivano in sala i film di Park Chan-wook e Fatih Akin, anche se la scena un po' la ruba il noir nostrano con cui esordisce alla regia il fumettista Igort. È poi la volta delle canzoni di Springsteen, dei genitori imperfetti e dell'acclamato (troppo) film di Chloé Zhao.
  • Notizie

    Uscite in sala 22 agosto 2019

    Certo, il rifacimento tutto in digitale de Il re leone, la nuova commedia di Duccio Chiarini, Mary Harron alle prese con la "famiglia" di Charles Manson. Ma la verità è che questa è la settimana de Il signor diavolo, ritorno di Pupi Avati al gotico padano a oltre venti anni di distanza da L'arcano incantatore.
  • Notizie

    Uscite in sala 15 agosto 2019

    A Ferragosto non si fermano le uscite in sala (ma un po' rallentano, anche perché le grandi città tendono a spopolarsi). Ecco dunque arrivare i giganteschi alligatori di Crawl, la gotica magione di The Nest, lo pseudo-CR7 di Diamantino, lo sci-fi thriller Kin. Troveranno un pubblico?
  • Notizie

    Uscite in sala 01 agosto 2019

    Questa settimana al buio della sala gli spettatori potranno imbattersi in due titoli molto interessanti, Nevermind di Eros Puglielli (già visto lo scorso ottobre a Roma in Alice nella Città) e Tesnota, sorprendente esordio del russo Kantemir Balagov.
  • Notizie

    Uscite in sala 12 settembre 2019

    Settimana di uscite scintillanti, a partire dal cinema post-umano di Franco Maresco per arrivare al sontuoso Vox Lux di Brady Corbet dopo essere passati per il vincitore dell'ultimo Un certain regard a Cannes, il melodramma carioca di Karim Aïnouz.
  • Notizie

    Uscite in sala 19 settembre 2019

    Finalmente anche in Italia, in netto ritardo rispetto alla quasi totalità dei paesi europei, esce il nuovo film di Quentin Tarantino, che non ha bisogno di presentazioni. È anche però la settimana di Burning di Lee Chang-dong, e del documentario che Asif Kapadia ha dedicato a Maradona.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento