Uscite in sala 17 ottobre 2019

Uscite in sala 17 ottobre 2019

Nella settimana in cui si inaugura la Festa di Roma (sorta di enorme anteprima stampa per le uscite che verranno) non c’è molto da segnalare in sala, eccezion fatta per un buon film di François Ozon sulla pedofilia nell’ambiente ecclesiastico francese. Con lui lo stanco ritorno in scena di Jesus, nel film diretto da John Turturro, il seguito di Maleficent e la pessima commedia di Fausto Brizzi. Da lunedì invece come evento uscirà la versione “americana” di Shining, già presentata lo scorso maggio a Cannes.

GRAZIE A DIO
di François Ozon

Accorato e non privo di raffinatezze, Grazie a Dio rifulge come una delle opere più compiute della lunga e discontinua carriera di François Ozon. Un’invettiva lucida, che affronta dalla prospettiva delle vittime l’odioso crimine della pedofilia all’interno del mondo ecclesiastico, ragionando su un caso reale con un’inchiesta ancora aperta al momento della lavorazione del film. Colpirà l’immaginario del pubblico, c’è da esserne certi. Ed è già qualcosa.

Alexandre vive con moglie e figli a Lione. Un giorno scopre che il prete che lo ha molestato quando era un boy scout lavora ancora con ragazzi e bambini. I ricordi a lungo rimossi riaffiorano dolorosamente. Sconvolto, Alexandre trova finalmente il coraggio di agire contro il prete. La sua ricerca di ulteriori vittime porta Alexandre a François ed Emmanuel. Ognuno di questi tre uomini sta lottando in un modo diverso. Ognuno di loro dovrà combattere con le ombre del proprio passato per far fronte alle conseguenze di vasta portata di questo processo. La creazione dell’organizzazione di auto-aiuto La Parole Libérée è solo il primo passo. Basato sul caso reale di padre Bernard Preynat che nel 2016 è stato accusato di aver aggredito sessualmente circa 70 ragazzi a Lione… [sinossi]

JESUS ROLLS – QUINTANA È TORNATO
di John Turturro

L’immaginario se l’è bello che dimenticato invece John Turturro, che torna alla regia per riportare in scena il personaggio di Jesus Quintana, indimenticabile protagonista di un breve cameo nel film-culto dei fratelli Coen Il grande Lebowski. Qui l’inventiva latita e il film, che è a conti fatti un remake dichiarato de Les valseuses di Bertrand Blier, si trasforma in un momento in un tenero disastro, di cui dimenticarsi in fretta.

Jesus Quintana è tornato. Esce di prigione e si affaccia alla sua nuova vita che ha molto a che fare con la vecchia. Per un incidente rincontra una donna e insieme a lei e al suo sodale Petey intraprenderà un viaggio fatto di crimini, incontri bollenti e scoperte inaspettate. [sinossi]

MALEFICENT – SIGNORA DEL MALE
di Joachim Rønning

Ovviamente, prima che chiunque possa porre l’interrogativo, è doveroso affermare come non ci fosse alcun bisogno (ma proprio nessuno) di tornare sul luogo del delitto per un secondo appuntamento con Malefica. Ma il Capitale va dove porta il dollaro ed eccoci a dover affrontare il fidanzamento tra Aurora e Filippo con tutto quel che ne consegue. Stanco, privo di particolari idee, poco brillante anche in fase di dialogo. Solo per il pubblico degli affezionatissimi. Sempre che esista.

Aurora e Filippo annunciano il loro fidanzamento. Il matrimonio unirà non soltanto due terre, l’Ulstead e la Brughiera, ma anche i due regni degli umani e delle creature magiche. Se i genitori del principe sono apparentemente entusiasti all’idea, Malefica, che ha cresciuto Aurora come una figlia, è più diffidente; memore, per averlo sperimentato, del dolore atroce che l’amore può causare. La cena di fidanzamento è l’inizio dei guai: Malefica, già ferita dalla richiesta di Aurora di coprirsi le corna, e cioè di celare la propria natura, reagisce alle provocazioni della futura consuocera Ingrith, e la miccia prende fuoco. [sinossi]

L’UOMO SENZA GRAVITÀ
di Marco Bonfanti

Esce lunedì per tre giorni per poi finire su Netflix, questa graziosa favola diretta da Marco Bonfanti. E un po’ dispiace che un film sì esile ma anche aggraziato, e non privo di finezze anche sotto il profilo della scrittura (pur chiusa com’è quest’ultima in un recinto ben definito) scompaia così in fretta dalle sale per essere recluso nel piccolo schermo. Nulla di imprescindibile, sia chiaro, ma con un’idea bizzarra sorretta con una certa solidità, grazie anche all’interpretazione di Elio Germano.

Oscar viene alla luce in una notte tempestosa, nell’ospedale di un piccolo paese e da subito si capisce che c’è qualcosa di straordinario in lui: non obbedisce alla legge di gravità. Fluttua in aria, si libra nella stanza più leggero di un palloncino, di fronte allo sguardo incredulo della madre e della nonna. Le due donne fuggono con il neonato e decidono di tenerlo nascosto agli occhi del mondo per molti, molti anni. Solo la piccola Agata conosce il suo segreto. Fino al giorno in cui Oscar decide che tutto il mondo deve conoscere chi è davvero “L’Uomo senza Gravità”. [sinossi]

SE MI VUOI BENE
di Fausto Brizzi

Da evitare con cura il nuovo film di Fausto Brizzi – ma ne ha già girato un altro -, che parte da un’idea vecchia come il cucco, e la porta avanti scegliendo sempre la via più facile e con una sciatteria di fondo davvero impossibile da difendere. Un’operazione vetusta e mal gestita, indiscutibile pedice della settimana cinematografica.

Diego è un avvocato depresso cronico. Un giorno incontra Massimiliano, proprietario di un eccentrico negozio di Chiacchiere che non vende nulla se non appunto conversazioni. Ed è proprio chiacchierando con lui che Diego capisce qual è la soluzione per uscire dalla sua palude emotiva: fare del bene a tutti i suoi cari. Diego individua chirurgicamente i problemi che secondo lui affliggono sua madre, suo padre, suo fratello, sua figlia, i suoi amici, perfino la sua ex moglie e, con la precisione di un cecchino bendato, finisce per rovinare l’esistenza ad ognuno di loro. Ma non tutto è perduto… [sinossi]

SHINING – EXTENDED EDITION
di Stanley Kubrick

Era già uscito in sala un paio di anni fa, il capolavoro che Stanley Kubrick trasse dalle pagine di Stephen King, ma stavolta l’occasione per i cultori è ghiotta: sul grande schermo arriva infatti la versione con il montaggio “americano”, più lunga di 25 minuti rispetto a quella a cui siamo abituati in Europa. Una bizzarria che ovviamente vale la pena gustarsi in sala, anche se (lo ammettiamo) questi 25 minuti in più nulla aggiungono, e anzi qualcosa sottraggono, alla perfezione di quello che noi chiamiamo “originale”. In ogni caso un’opera monolitica, da guardare a occhi spalancati.

Jack Torrance è uno scrittore in crisi in cerca dell’ispirazione perduta. Per trovarla e sbarcare il lunario accetta la proposta di rintanarsi con la famiglia per l’inverno all’interno di un gigantesco e lussuoso albergo, l’Overlook Hotel, solitario in mezzo alle Montagne Rocciose. L’albergo chiude per la stagione invernale e il compito di Jack sarà quello di custodirlo in attesa della riapertura. Nel frattempo, pensa Jack, lui potrà anche lavorare al suo nuovo romanzo. Con lui, la devota mogliettina Wendy e il figlioletto Danny, per nulla entusiasta della prospettiva. Nel colloquio con chi gli affida il lavoro, Jack viene messo a conoscenza che qualche anno prima proprio in quell’hotel è successo un tremendo fatto di sangue: un precedente custode era impazzito, forse per la solitudine, e aveva sterminato la propria famiglia con un’ascia prima di suicidarsi. Jack assicura che niente del genere potrà capitare a lui. All’albergo, il giorno della chiusura, Jack riceve le consegne e le istruzioni, Il posto è fantastico e tutto sembra perfetto. Ma Danny comincia a vedere strane cose e l’inverno all’Overlook Hotel sarà molto lungo. [sinossi]

Questa settimana escono in sala anche Il mio profilo migliore (2019) di Safy Nebbou, The Kill Team (2019) di Dan Krauss, Yuli – Danza e libertà (2018) di Icíar Bollaín, The Informer – Tre secondi per sopravvivere (2019) di Andrea Di Stefano, Searching Eva (2019) di Pia Hellenthal, Ragazzi da stadio, quarant’anni dopo (2018) di Daniele Segre, Figli del set (2016) di Alfredo Lo Piero. Venerdì 18 Nexo Digital porta in sala il concerto Metallica & San Francisco Symphony – S&M² (2019) di Wayne Isham, mentre domenica 20 tocca a Distribuzione Indipendente dare spazio a Gli angeli nascosti di Luchino Visconti (2007) di Silvia Giulitti. Lunedì 21, infine, oltre a Kubrick e al film di Bonfanti, Nexo Digital porta in sala il documentario Ermitage – Il potere dell’arte (2019) di Michele Mally. Buona visione!

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in sala 10 ottobre 2019

    Settimana stracolma di uscite in sala. Il consiglio è di lasciare da parte il faticoso Gemini Man di Ang Lee, concentrandosi sul film di Hirokazu Kore-eda, sull'affascinante Manta Ray, sull'animazione di Makoto Shinkai, che esce lunedì. Lo stesso giorno dell'immenso Apocalypse Now di Francis Ford Coppola.
  • Notizie

    Uscite in sala 03 ottobre 2019

    È la settimana di Joker, il Leone d'Oro della Mostra di Venezia; con lui in sala anche l'ambizioso Io, Leonardo e una lista dimenticabile di altri film italiani. A parziale compensazione lunedì esce con Nexo Digital Us + Them, l'entusiasmante film concerto di Roger Waters.
  • Notizie

    Uscite in sala 26 settembre 2019

    Dallo spazio profondo (e dalla Mostra di Venezia) arriva il nuovo film di James Gray; sempre al Lido era anche il documentario di Andrea Segre, ma i film più attesi della settimana, oltre allo sci-fi con Brad Pitt, sono senza dubbio il nuovo Rambo e Yesterday, omaggio di Danny Boyle ai Beatles.
  • Notizie

    Uscite in sala 19 settembre 2019

    Finalmente anche in Italia, in netto ritardo rispetto alla quasi totalità dei paesi europei, esce il nuovo film di Quentin Tarantino, che non ha bisogno di presentazioni. È anche però la settimana di Burning di Lee Chang-dong, e del documentario che Asif Kapadia ha dedicato a Maradona.
  • Notizie

    Uscite in sala 24 ottobre 2019

    Imperversa ancora la Festa del Cinema di Roma e proprio da lì arrivano le principali uscite della settimana, da Scary Stories to Tell in the Dark a Pavarotti, che arriverà nelle sale da lunedì. Fanno eccezione, con la loro provenienza dal Lido di Venezia, Sole di Sironi e il nuovo film di Salvatores.
  • Notizie

    Uscite in sala 31 ottobre 2019

    A ridosso di Halloween, com'è oramai abitudine, pullulano gli horror e i film dediti al fantastico: quest'anno tocca a Doctor Sleep, al nuovo film di Donato Carrisi, ma anche all'animazione dedicata alla Famiglia Addams. Ma l'attesa è tutta rivolta a lunedì e a The Irishman di Martin Scorsese.
  • Notizie

    Uscite in sala 07 novembre 2019

    Parasite, il film di Bong Joon-ho che ha vinto la Palma d'Oro a Cannes, dovrebbe essere la priorità assoluta per ogni cinefilo che si rispetti. Questa settimana comunque la proposta è nel complesso interessante, visto che escono anche Lorenzo Mattotti e Nicolas Bedos.
  • Notizie

    Uscite in sala 14 novembre 2019

    La sfida tra la Ford e la Ferrari, il ritorno della zombie-comedy di Fleischer, il politico The Report. E poi i fantasmi di De Sica, il ricordo documentario di Francesco Rosi, i pupazzi alla "riscossa". Le uscite in sala della settimana, non proprio indimenticabili.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento