Estate romana di Matteo Garrone in 35mm per Ritorno in pellicola

Estate romana di Matteo Garrone in 35mm per Ritorno in pellicola

Al via a Roma, al Teatro Palladium, il 12 febbraio con la proiezione, a partire dalle 19, di Estate romana di Matteo Garrone la seconda edizione di Ritorno in pellicola – I classici del cinema italiano in 35 millimetri. Ospiti lo sceneggiatore Massimo Gaudioso, il montatore Marco Spoletini e l’attore Salvatore Sansone. La rassegna è organizzata dall’Università di Roma Tre con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e Quinlan.it.

La Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, con il Centro Produzione Audiovisivi dell’ Università Roma Tre, la Cineteca Nazionale e Quinlan.it presentano la rassegna: Ritorno in pellicola – I classici del cinema italiano in 35 millimetri. Il primo appuntamento di questa seconda edizione, si terrà il 12 febbraio 2020 alle ore 19.00 presso il Teatro Palladium di Roma, dove Vito Zagarrio (docente Roma Tre), Alessandro Aniballi (critico cinematografico Quinlan.it) e Daniela Currò (Conservatrice Cineteca Nazionale) presenteranno la proiezione in 35mm, a ingresso gratuito, del film Estate romana di Matteo Garrone (2000). Ospiti d’eccezione: Massimo Gaudioso (sceneggiatore), Marco Spoletini (montatore) e Salvatore Sansone (attore). L’ingresso è, come sempre, gratuito.

ESTATE ROMANA: Rossella, attrice del teatro di avanguardia degli anni Settanta, torna a Roma, dopo anni di assenza dalle scene, alla ricerca di una nuova vita. Spaesata e depressa in una città in caotico fermento per i preparativi del Giubileo del 2000, Rossella vorrebbe riallacciare vecchie amicizie e magari tornare a fare teatro. In casa sua adesso vive l’amico Salvatore, indolente scenografo napoletano che sta lavorando alla realizzazione delle scene di uno spettacolo di teatro-danza con l’aiuto della sua assistente Monica, giovane donna separata con una bambina che la suocera vorrebbe sottrarle e un doppio lavoro per cercare di andare avanti. Inizia così una bizzarra, e a volte faticosa, convivenza tra questi tre artisti.

RITORNO IN PELLICOLA: In un’epoca in cui la pellicola è pressoché scomparsa, travolta dalla rivoluzione digitale, è fondamentale piuttosto riproporre il vecchio e inossidabile 35mm, riscoprendo il piacere di vedere sul loro supporto originale alcuni dei grandi capolavori del nostro cinema e dando così la possibilità al pubblico, di giovani e non, di assaporare di nuovo la bellezza di questo tipo di visione.Già lo scorso anno, in occasione della prima edizione della rassegna “Ritorno in pellicola” e del Roma Tre Film Festival, sono stati proiettati pellicole del calibro di C’era una volta il west di Sergio Leone, Le mani sulla città di Francesco Rosi, Pane e cioccolata di Franco Brusati. Questo grazie al proiettore 35mm che il Palladium, già mitico cinema della Garbatella, ha conservato nella sua cabina di proiezione. Si tratta di ribadire il fascino di quello che è stato per la maggior parte della sua storia l’unico modo di fruizione del cinema, un modo che inevitabilmente oggi ha un sapore vintage e cinefilo, ma che allo stesso tempo deve diventare un indispensabile strumento didattico per le varie leve di studenti del Dams, oltre che per tutte le nuove generazioni che magari non hanno mai avuto modo di vedere un film in 35mm.Ravviviamo il vecchio sogno del fondatore del Dams, Lino Micciché, che si batteva per il Cinema-Cinema, in pellicola e in sala. Questo sogno è ancora vivo, pur senza nulla togliere alle intriganti – e inevitabili – mutazioni digitali.

Info:
La pagina Facebook di Ritorno in pellicola.

Articoli correlati

  • In sala

    pinocchio recensionePinocchio

    di Matteo Garrone si confronta con la fiaba italiana per antonomasia. Il suo è un Pinocchio filologico che ben si insinua però nella poetica dell'autore. Garrone riprende il testo smontandone però l'ideologia borghese a favore di uno sguardo intenerito sugli ultimi della classe.
  • Notizie

    Due nuovi appuntamenti di Ritorno in pellicolaDue nuovi appuntamenti di Ritorno in pellicola

    Torna la rassegna Ritorno in pellicola, stavolta nell'ambito del Roma Tre Film Festival, in corso al Teatro Palladium fino al 12 maggio: stasera, 6 maggio, alle 20 e 30 è in programma Strategia del ragno di Bernardo Bertolucci, domani alle 17 e 30 Le mani sulla città di Francesco Rosi. In 35mm, ingresso gratuito.
  • Notizie

    Pane e cioccolata per il terzo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola

    Domani, mercoledì 13 marzo, è in programma al Teatro Palladium di Roma alle 20 e 30 Pane e cioccolata (1973) di Franco Brusati, per il terzo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola, a ingresso gratuito e proiezioni in 35mm. A presentare il film sarà il direttore della fotografia Luciano Tovoli.
  • Cult

    Prima della rivoluzione RecensionePrima della rivoluzione

    di Dopo l'esordio pasoliniano con La commare secca, Bernardo Bertolucci in Prima della rivoluzione (1964) faceva sua l'istanza libertaria della Nouvelle vague e, rielaborandola, ci permetteva di scoprire la cinefilia, lo stile come fatto morale, l'autobiografismo, la tensione anti-borghese.
  • Notizie

    Omaggio a BertolucciOmaggio a Bertolucci per il secondo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola

    Mercoledì 13 febbraio al Teatro Palladium di Roma è in programma alle ore 20.30 Prima della rivoluzione (1964) di Bernardo Bertolucci, per il secondo appuntamento della rassegna Ritorno in pellicola, a ingresso gratuito e proiezioni in 35mm. Roberto Perpignani, montatore del film, sarà l'ospite della serata.
  • Rassegne

    Strane storie. Cinema italiano degli anni ’90Strane storie. Uno sguardo sul cinema italiano degli anni ’90 (seconda parte)

    Dal 12 al 17 febbraio al Cinema Trevi, sala della Cineteca Nazionale, si svolgerà la seconda parte di Strane storie. Uno sguardo sul cinema italiano degli anni '90. L'occasione per riscoprire sul grande schermo e in pellicola alcuni titoli significativi di un decennio ancora in parte oscuro.
  • Notizie

    Ritorno in pellicolaAl via la rassegna Ritorno in pellicola con Tenebre di Dario Argento

    Si aprirà con la proiezione di Tenebre alla presenza del regista Dario Argento la rassegna "Ritorno in pellicola - I classici del cinema italiano in 35 millimetri" di scena al Teatro Palladium di Roma dal 23 gennaio.
  • Cult

    Tenebre RecensioneTenebre

    di Autoriflessivo, metanarrativo, catartico, Tenebre di Dario Argento rappresenta probabilmente il più teorico tra i film del maestro del giallo nostrano.
  • Interviste

    massimo-gaudiosoIntervista a Massimo Gaudioso

    Il racconto dei racconti di Garrone, il prossimo esordio in solitaria come regista, l’exploit quasi vent’anni fa con Il caricatore, la sceneggiatura del nuovo film di Verdone, lo stato delle cose nella commedia italiana. Di questo e di altro ancora abbiamo parlato con lo sceneggiatore e regista Massimo Gaudioso.
  • AltreVisioni

    Estate romana RecensioneEstate romana

    di Girato in una Roma sconquassata dai lavori per il Giubileo del 2000, Estate romana era il terzo lungometraggio di Matteo Garrone: una commedia surreale e malinconica, un acquerello sudaticcio che esonda dai contorni, un frammento di discorso amoroso su un'idea di teatralità che andava scomparendo.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento