JFF Plus, il programma

JFF Plus, il programma

JFF Plus è il festival in streaming che Japan Foundation, l’ente che dal 1972 favorisce gli scambi culturali tra il Giappone e il resto del mondo, organizza per diffondere la conoscenza del cinema giapponese contemporaneo. Il programma si svilupperà tra il 26 febbraio e il 7 marzo, e ogni film sarà visibile per 24 ore a partire dall’orario di proiezione.

Tra un anno, nel 2022, si festeggeranno i cinquant’anni dall’istituzione di Japan Foundation, l’ente pubblico creato a Tokyo per favorire gli scambi culturali internazionali. Con 21 uffici dislocati in 20 nazioni differenti, Japan Foundation permette alla cultura giapponese di trovare una diffusione al di fuori dei territori nazionali ma anche al di fuori dagli eventi specifici dedicati agli addetti ai lavori. In Italia la sua sede di rappresentanza è l’Istituto Giapponese di Cultura di Roma, nella splendida sede in via Antonio Gramsci che domina lo scenario di viale delle Belle Arti. L’Istituto da sempre dedica uno spazio non indifferente al cinema, godendo anche di una sala di proiezione dotata anche di proiettore in 16mm (la filmoteca a disposizione è su questo supporto), e la pandemia con le sue restrizioni ha impedito ad appassionati cultori e semplici curiosi nell’ultimo anno di seguire i cicli incentrati sul cinema giapponese contemporaneo. È dunque con un sospiro di sollievo che si scopre la programmazione del JFF Plus, la rassegna che Japan Foundation regala a tutti i cinefili e gli spettatori interessati alla ricchissima produzione nipponica. Non potendosi svolgere in presenza questo piccolo festival si svilupperà tra il 26 febbraio e il 7 marzo interamente online, con le proiezioni in streaming visibili sulla piattaforma di Japan Foundation. Per quanto non sia possibile in nessun modo equiparare lo splendore della visione in sala a un supporto casalingo, non c’è dubbio che l’iniziativa sia gradita, anche per ricordare al pubblico come la Settima Arte non sia una proprietà intellettuale dell’occidente.

Il programma prevede tre film visibili al giorno, di cui due lungometraggi live action e un cortometraggio d’animazione. I film saranno visibili sulla piattaforma https://watch.jff.jpf.go.jp/ per le 24 ore successive all’orario d’inizio presente sul programma. Tutti i film saranno disponibili in versione originale con la possibilità di scegliere il sottotitolo (in italiano o in inglese). Per accedere alla visione dei film una volta entrati nella piattaforma è necessario creare un account (fornendo un nome utente, una password e una email). La partecipazione all’evento è ovviamente gratuita.

Concentrando l’attenzione sul palinsesto è interessante notare come si sia cercato da un lato di promuovere film recentissimi (a mo’ d’esempio il primo titolo disponibile per la visione sarà 前田建設ファンタジー営業部, vale a dire Maeda kensetsu fantajī eigyōbu – il titolo inglese è Project Dreams – How to Build Mazinger Z’s Hangar – di Tsutomu Hanabusa, uscito nelle sale giapponesi un anno fa), ma dall’altro si sia comunque allargata la visuale. In questo modo è stato possibile sia dedicare spazio ad alcuni dei migliori registi giapponesi dell’ultimo decennio – Shūichi Okita, Momoko Ando, Yūya Ishii – sia recuperare un classico del cinema di Yasujirō Ozu, lo straordinario Il sapore del riso al tè verde (お茶漬けの味, traslitterato in Ochazuke no aji) che verrà programmato lunedì 1 marzo. Di seguito il programma dettagliato.

Venerdì 26 febbraio

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Project Dreams – How to Build Mazinger Z’s Hangar
di Tsutomu Hanabusa
2020, 115′

Un ritratto di dipendenti d’azienda impegnati diligentemente in cose senza senso. Doi lavora, senza molta passione a dire il vero, nel ramo pubblicità della Maeda Construction Company. Un giorno il leader del suo team Asagawa propone di costruire un hangar per Mazinga Zeta e così Doi e i suoi colleghi, trascinati da Asagawa, danno inizio al progetto, dando l’impressione di aver accolto questa richiesta da un mondo fantastico.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

Stolen Identity
di Hideo Nakata
2018, 116′

Un terrore surreale attanaglia l’eroina in tutto il film e conduce a un caso di omicidio, dopo che da un smartphone rubato vengono sottratti dati personali. Un giorno Asami telefona al fidanzato ma risponde uno sconosciuto che le dice di aver trovato quel cellulare e che a breve lo restituirà. Da quel momento cominciano ad accadere strane cose e Asami diventa bersaglio di un serial killer intenzionato a svelare un suo segreto.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Gon, the Little Fox
di Takeshi Yashiro
2019, 27′

Quando Gon, una gioiosa volpe orfana, trova il giovane Hyoju che ha perso la madre, prova a confortarlo e a fare ammenda per i guai combinati in precedenza, portando segretamente ogni giorno un piccolo regalo al ragazzo. Ma Hyoju non capisce chi si nasconde dietro quegli anonimi regali e i due si dirigono verso un climax straziante.

Sabato 27 febbraio

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Dance with me
di Shinobu Yaguchi
2019, 103′

Shizuka lavora in una grande società commerciale di Tokyo e ha una infatuazione per il suo capo. Durante un week end accompagna la nipotina a una fiera di incantesimo e magia dove spera che la bambina trovi ispirazione per l’imminente musical della scuola. Ma è Shizuka a cadere sotto ipnosi e ogni volta che sente una musica qualsiasi inizia a cantare e ballare senza controllo. Per rompere l’incantesimo parte alla caccia del mago impostore viaggiando per tutto il paese, ballando e cantando ovunque si trovi.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

Key of Life
di Kenji Uchida
2012, 128′

Sakurai è un attore in difficoltà economiche, e Kondo è un sicario colpito da amnesia. Il primo scambia l’identità con il sicario e si trova a fronteggiare una situazione pericolosa, mentre Kondo, intrappolato nel fingersi l’attore Sakurai, durante una commedia, viene corteggiato da Kanae.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Norman the Snowman – The Northern Lights
di Takeshi Yashiro
2013, 25’

Come comincia a cadere la prima neve in una città nel nord del paese, un ragazzo sgattaiola fuori dalla sua casa per salire su un treno diretto a nord con il suo amico “Norman il pupazzo di neve”. Sono fuori per assistere alle splendide meraviglie della natura di cui Norman ha sempre parlato.

Domenica 28 febbraio

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Café Funiculi Funicula
di Ayuko Tsukahara
2018, 116’

Circola voce che al Caffè Funicoli Funicola, la caffetteria dove lavora Tokita Kazu, si può far ritorno in un preciso punto del passato. Kiyokawa Fumiko, attratta da questa leggenda metropolitana, si presenta alla caffetteria per poter parlare di nuovo con la sua amica di infanzia partita per gli USA subito dopo un loro litigio. Ma per tornare al passato si devono rispettare molte regole…

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

One Night
di Kazuya Shiraishi
2019, 123’

Un incidente accaduto una notte fa piombare la vita di una madre e dei suoi tre figli nel caos. Ogni membro della famiglia prenderà una strada diversa ma hanno occasione di riunirsi dopo 15 anni e lotteranno per ricucire i legami familiari.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Drawer Hobs
di Kazuchika Kise
2011, 24′

Noeru, impiegata con ben poca soddisfazione in un Call Center, vive da sola in un appartamento economico di una grande città. Un giorno, senza preavviso, la madre le manda una vecchia e ingombrante cassettiera. Non esattamente il mobile più gradito per il minuscolo posto in cui vive Noeru! Ma da quel giorno la colazione è pronta al mattino anche se non ricorda di averla cucinata. E la cucina è pulita e in ordine invece del solito caos. E … aspetta, cosa ci fanno quegli strani ragazzini nella sua stanza?

Lunedì 1 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Il profumo del riso al tè verde
di Yasujiro Ozu
1952, 115’

Una storia su una coppia di mezza età, in cui i coniugi sono diversi in tutto e per tutto, l’uno dall’altra. Eppure, in una situazione critica, mentre condividono un pasto frugale insieme, trovano una speranza per poter dare nuova linfa al loro matrimonio. Come in tutti i film di Ozu, il nucleo familiare, in crisi, viene ritratto, con calore, umorismo e rassegnazione ai limiti della vita.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

Tremble All You Want
di Akiko Ohku
2017, 117’

Yoshika, impiegata 24enne, ha una segreta infatuazione per Ichi, suo ex compagno delle medie, ma un giorno riceve le avances del suo collega Ni: è la prima volta che qualcuno esterna i suoi sentimenti nei suoi confronti e Yoshika è emozionata ma allo stesso tempo confusa. Così organizza una rimpatriata di compagni delle medie per rivedere di nuovo Ichi, ma i suoi sentimenti sono tormentati tra Ichi e Ni, tra fantasia e realtà.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Kick-Heart
di Masaaki Yuasa
2013, 13’

Kick-Heart è una storia d’amore tra Romeo, lottatore professionista di successo, e Juliet, una suora che vive una doppia vita segreta come lottatrice professionista. Il segreto di Romeo è che si diverte a essere pestato sul ring, mentre Juliet si sente rinvigorita quando affronta i suoi avversari come wrestler. Quando i due si incontrano sul ring, volano fuochi d’artificio. Juliet rivelerà la sua vera identità alla persona che ama? E Romeo sarà in grado di condividere il suo segreto al mondo?

Martedì 2 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Railways
di Yoshinari Nishikori
2010, 130’

Hajime è in lizza per essere il futuro presidente di un’importante compagnia elettronica. Si dedica giorno e notte al lavoro e non ha tempo per la sua famiglia. Un giorno sua madre, che abita a Shimane, si ammala e il suo migliore amico muore in un incidente. Addolorato, Hajime torna a casa dove riaffiorano ricordi dell’infanzia. Sarebbe voluto diventare un macchinista di treni e guidare il locale ‘Bataden’ delle Linee ferroviarie Ichibata Electric.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

A Story of Yonosuke
di Shuichi Okita
2013, 160’

Il film raffigura con vena nostalgica le interazioni tra un giovane di buon cuore e i suoi amici, intrecciando passato e presente. Nel 1987 il giovane Yonosuke, sempre pronto a farsi in quattro per gli altri, lascia la sua città natale di Nagasaki per iniziare l’università a Tokyo. Un giorno mentre si destreggia tra lezioni e attività extra-accademiche, andando a scuola-guida incontra Shoko, la figlia di un presidente d’azienda che lo prende in simpatia…

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Norman the Snowman – On a Night of Shooting Stars
di Takeshi Yashiro
2016, 25’

Domani è la notte delle stelle cadenti! Un nuovo capitolo di “Norman il pupazzo di neve” inizia quando Norman e il Ragazzo intraprendono una nuova avventura per vedere il cielo stellato.

Mercoledì 3 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Peace
di Kazuhiro Soda
2010, 75’

Nella cittadina di Okayama, nell’omonima Prefettura, il suocero di Soda, Kashiwagi Toshiro, lavora come autista per persone anziane e disabili, mentre la suocera gestisce un’associazione no profit. Il cortile di fronte alla loro casa è diventato un paradiso per i gatti randagi. La loro vita all’insegna della semplicità offre scorci sul significato della pace.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

0,5mm
di Momoko Ando
2014, 196’

Sawa lavora come badante ma un giorno, coinvolta in un evento inaspettato, perde lavoro e denaro. Senza un tetto e senza soldi, inizia ad acciuffare i suoi “clienti” per strada, offrendosi di prendersi cura di loro come badante notturna. Il suo obiettivo sono soprattutto persone anziane con fragilità, inizialmente interdette dai suoi modi energici e aggressivi ma pian piano sempre più disponibili a lasciarla entrare nelle proprie vite ormai spente, alle quali Sawa saprà donare nuovo vigore.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Pigtails | Trecce
di Yoshimi Itazu
2015, 28’

La terra tremò. Il mare ruggì E poi… C’è una piccola casa solitaria in riva al mare. Una ragazza con le trecce ha vissuto lì da sola da quel fatidico giorno. La posta non viene più recapitata, ma anche questa mattina stende il bucato come al solito. Una favola stimolante di speranza e rinascita in un mondo crudele e gentile dopo un disastro senza nome.

Giovedì 4 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Sumikkogurashi: Good to be in the Corner
di Mankyu
2019, 65’

Sumikko e i suoi amici scoprono un libro illustrato pop-up nello scantinato del Caffè Sumiko, la loro caffetteria preferita. Come iniziano a leggere il libro, le figure pop-up cominciano ad animarsi e Sumikko e i suoi amici vengono risucchiati nel libro.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

Tora-san in Goto
di Masaro Oura
2016, 114’

Un documentario girato dal 1993 per oltre 22 anni che racconta di una grande famiglia di produttori di noodles nell’arcipelago Goto, nella Prefettura di Nagasaki. Inuzuka Torao, conosciuto col nome di “Tora di Goto” gestisce un negozio di noodles nell’arcipelago di Goto. Ogni giorno i suoi 7 figli si svegliano alle 5.00, aiutano l’attività di famiglia per 1 ora, poi vanno a scuola. Nel corso dei 22 anni il documentario li segue, tutti i bambini crescono.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Moon of a Sleepless Night
di Takeshi Yashiro
2015, 27’

Uno scoiattolo e un ragazzo intraprendono un viaggio insieme per ripristinare la luce del giorno. Devono trovare e liberare la luna rimasta impigliata su un albero da qualche parte lontano, molto lontano.

Venerdì 5 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Ecotherapy Getaway Holiday
di Shuichi Okita
2014, 88’

Commedia con protagoniste sette anziane signore che si perdono in un bosco durante un tour organizzato per il foliage autunnale. Il tour prevede una tappa alle terme e la vista di una spettacolare cascata; le anziane turiste si inerpicano con grande entusiasmo sulla montagna ma a un certo punto la loro guida scompare e, abbandonate a se stesse, saranno costrette a inventarsi una forma di sopravvivenza.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

Production I.G Animation: Tokyo Marble Chocolate
di Naoyoshi Shiotani
2007, 60’

Serio e generoso, ma un po’ timido, Yudai non ha avuto molto successo con il sesso opposto. Chizuru è una ragazza energica e allegra, ma in quanto a fidanzati, è stata sfortunata e goffa e non ha mai avuto una relazione stabile. Questo è il primo Natale che la coppia trascorre insieme. Chizuru ama gli animali e Yudai ha intenzione di regalarle un coniglio in una scatola, ma si scopre che è … un mini asino! Mentre la buffa creatura fugge, Chizuru la insegue e Yudai li perde di vista entrambi…

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Our 30-Minute Sessions
di Kentaro Hagiwara
2020, 114’

Canzoni e brani strumentali dominano questo romantico film musicale, interpretato da un cast di giovanissimi attori. Sota, studente universitario, prende in mano un’audiocassetta appartenuta al musicista Aki, morto l’anno prima, e quando la inserisce nel lettore e inizia a suonare, Aki entra nel corpo di Sota per appena 30 minuti. I due ragazzi condividono lo stesso corpo e un sogno: quello di ricostituire la band che si è sciolta e portare un sorriso sul volto di Kana, fidanzata di Aki.

Sabato 6 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Tsukiji Wonderland
di Naotaro Endo
2016, 110’

Attraverso le storie di professionisti che lavorano al mercato ittico di Tsukiji, il film offre un ritratto di come Tsukiji sia diventato il centro della cultura culinaria legata al pesce e di come abbia aiutato la cultura gastronomica giapponese a prosperare ed essere apprezzata fino al livello che conosciamo oggi.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

The Great Passage
di Yuya Ishii
2013, 133’

Il film, che copre un arco temporale di 15 anni, racconta la passione di un editore determinato a redigere un nuovo dizionario. Majime, impiegato nel reparto vendite di una casa editrice, si distingue tra i suoi coetanei per la sua serietà. Ma ha anche una perspicace sensibilità linguistica, dote che gli permette di entrare nel Sezione Editoriale Dizionari, dove lavora alla stesura di “The Great Passage” un vocabolario di 240.000 parole.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

Li’l Spider Girl
di Toshihisa Kaiya
2012, 24’

Tutto ha inizio da un vecchio libro che racconta la storia di un mago che in tempi antichi sconfisse un gigante mostro ragno. Amane Suzuri, negoziante di libri antichi, sta cercando di vendere quel libro per pagare l’affitto, ma non avrebbe mai immaginato che dopo aver letto questa storia a Mizuki, giovane nipote del proprietario dell’edificio, si sarebbe trovato faccia a faccia con una spaventata aracnide bambina alta venti centimetri e con otto zampe. Ed è la cosa più dolce del mondo… O no?

Domenica 7 marzo

dalle ore 9.00 (attivo 24 ore)

Lady Maiko
di Masayuki Suo
2014, 135’

Haruko aspira a diventare una maiko e si reca a Shimohachiken, il quartiere delle geisha a Kyoto. Viene accettata per un apprendistato grazie all’intermediazione di Kyono, uno studioso di linguistica incuriosito dal suo forte accento dialettale di Kagoshima e Tsugaru, e si allenerà strenuamente per raggiungere a pieno titolo lo status di maiko.

dalle ore 11.00 (attivo 24 ore)

Little Nights, Little Love
di Rikiya Imaizumi
2019, 119’

Sato è un giovane impiegato di una società di sondaggi, incaricato di sottoporre un questionario ai passanti di fronte alla stazione di Sendai. Un giorno Saki accetta di sottoporsi al sondaggio e i due alla fine diventano una coppia. Dieci anni dopo, in occasione del loro anniversario di fidanzamento, Sato le chiede di sposarlo.

dalle ore 13.00 (attivo 24 ore)

The Girl from the Other Side
di Yutaro Kubo, Satomi Maiya
2019, 10’

Non toccare gli Outsider, per non diventare un Outsider. Ma quando due creature appartenenti a gruppi opposti – una bambina smarrita dell’Interno e un Outsider dall’aspetto di una bestia demoniaca – iniziano una convivenza impossibile sullo stesso lato della foresta, il loro legame sembra trascendere la loro natura incompatibile e la maledizione senza nome che ha ha diviso il mondo. Basato sull’omonimo manga bestseller di Nagabe, nomination al festival di Angoulême.

Articoli correlati

  • JFF Plus

    Project Dreams: How to Build Mazinger Z's Hangar recensioneProject Dreams: How to Build Mazinger Z’s Hangar

    di Presentato al JFF Plus, Project Dreams: How to Build Mazinger Z's Hangar di Tsutomu Hanabusa attinge a un immaginario adolescenziale comune in buona parte del mondo che fu invaso, tra gli anni Settanta e Ottanta, dalle serie di anime giapponesi di genere mecha, i cosiddetti robottoni.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento