Pesaro 2022

Pesaro 2022

La 58a edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Punti forti di Pesaro 2022 il concorso, la personale su Mario Martone, le proiezioni in Piazza del Popolo e quelle sulla spiaggia, gli omaggi a Pasolini, Mekas e altri grandi della settima arte al centenario della loro nascita.

Dal 18 al 25 giugno si accenderanno i riflettori su Pesaro 2022 e sulla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, la storica manifestazione, arrivata alla sua 58a edizione, con la direzione di Pedro Armocida. Si aprirà con E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg, nel quarantesimo anniversario della sua uscita in sala. Il simpatico mostriciattolo alieno sarà protagonista nella Piazza del Popolo, dove verranno proiettati anche Pasolini di Abel Ferrara, alla presenza del regista, Incroyable mais vrai di Quentin Dupieux, Pasqualino Settebellezze di Lina Wertmüller in versione restaurata. A chiudere le serate in piazza, Nostalgia di Mario Martone, reduce da Cannes, e parte dell’omaggio al grande regista partenopeo.

Cuore pulsante della Mostra Internazionale è, come sempre, il concorso dedicato al nuovo cinema, da qualche anno ormai aperto a opere senza barriere o distinzioni di durata, formato o genere. In competizione sedici opere da tutto il mondo, selezionate da un comitato composto da Pedro Armocida, Paola Cassano, Cecilia Ermini, Anthony Ettorre e Raffaele Meale. A giudicare i film una giuria di grande prestigio composta dall’attore Tommaso Ragno, grande protagonista della nuova scena teatrale e di tanti film tra cui Nostalgia di Martone, la regista portoghese e programmatrice della Cinemateca di Lisbona Rita Azevedo Gomes, e il regista spagnolo Carlos Casas. Altre due giurie assegneranno premi: una di studenti di corsi universitari di cinema e belle arti, e una composta da critici del Sindacato Nazionale Critici Italiani per il nuovo Premio della Critica Italiana SNCCI… [continua a leggere]

Info
Il sito di Pesaro 2022.
Il programma di Pesaro 2022.

Articoli correlati

  • Pesaro 2022

    Intervista a Enrico Ortolani Sternini e Rizia Ortolani

    Durante la 58a edizione della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro è stato organizzato un concerto in piazza con le musiche di Riz Ortolani, originario proprio della città marchigiana. Abbiamo incontrato in quell'occasione i figli, Rizia Ortolani ed Enrico Ortolani Sternini, impegnati nell'attività di ricordo dell'opera del grande musicista.
  • Pesaro 2022

    Les images qui vont suivre n'ont jamais existé recensioneLes images qui vont suivre n’ont jamais existé

    di Film vincitore della 58a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, Les images qui vont suivre n'ont jamais existé è un cortometraggio del francese Noé Grenier, un'opera che in sette minuti ragiona sul cinema, sulla sospensione dell'incredulità che sconfina negli stati onirici fino all'allucinazione collettiva.
  • Pesaro 2022

    Alizava

    di Presentato in concorso alla 58a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, Alizava è il mediometraggio d'esordio del filmmaker lituano Andrius Zemaitis. Tutto gravita attorno alla bambina orfana che dà il titolo al film, alle sue esplorazioni nel territorio dove vive, un paesaggio spoglio e desolato.
  • Pesaro 2022

    langue des oiseaux recensioneLangue des oiseaux

    di Presentato in concorso alla 58a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, Langue des oiseaux è un tassello, incentrato su cinguettii e versi ornitologici vari, del lavoro del filmmaker francese Érik Bullot sulle lingue, gli alfabeti, le loro strutture.
  • Pesaro 2022

    la nave recensioneLa Nave

    di Presentato in concorso alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, La Nave è l'opera prima del filmmaker di origine colombiana Carlos Maria Romero, focalizzata sul Carnevale di Barranquilla in Colombia. Una manifestazione molto popolare che diventa un inno alla multiculturalità e alla biodiversità.
  • Festival

    Pesaro 2022 – Presentazione

    Dal 18 al 25 giugno 2022 a Pesaro si svolgerà la 58a edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Punti forti di quest'anno il concorso, la personale su Mario Martone, le proiezioni in Piazza del Popolo e quelle sulla spiaggia, gli omaggi a Pasolini, Mekas e altri grandi della settima arte al centenario della loro nascita.
  • Cannes 2022

    Nostalgia RecensioneNostalgia

    di Per il suo decimo lungometraggio Martone prende spunto da Nostalgia, romanzo postumo di Ermanno Rea. Eccellente protagonista Pierfrancesco Favino, ma non sono da meno Francesco Di Leva e Tommaso Ragno.
  • Berlinale 2022

    incroyable mais vrai recensioneIncroyable mais vrai

    di Il cinema di Quentin Dupieux è un caravanserraglio di situazioni oltre il limite del bizzarro, tese verso l'esasperazione del grottesco. Lo testimonia anche Incroyable mais vrai, alla Berlinale nella sezione non competitiva Gala Special.
  • Venezia 2021

    Qui rido io RecensioneQui rido io

    di In Qui rido io - in concorso a Venezia 78 - Martone ritrova il filo del suo ragionamento tra cinema, teatro e film storico, dove il nostro passato deve sempre parlare al presente, altrimenti non ha senso. E, nel fare ciò, lancia un monito contro il pensiero unico e contro il fascismo sempre ritornante.
  • Classici

    E.T. l'extra-terrestre RecensioneE.T. l’extra-terrestre

    di Straripante campione d'incassi, cult generazionale, icona del cinema fantastico degli anni Ottanta, E.T. è un perfetto esempio di fantascienza family friendly, in netta contrapposizione con le atmosfere cupe e distopiche degli anni Settanta.
  • Venezia 2019

    Il sindaco del rione Sanità

    di Mario Martone, dopo averlo già portato in scena in teatro, adatta per il grande schermo Il sindaco del rione Sanità, una delle pièce fondamentali nell'opera di Eduardo De Filippo. Nel farlo sceglie una interpretazione non sempre convincente del teatro filmato, quasi a suggerire l'impotenza della Settima Arte di fronte al proscenio.
  • Venezia 2018

    Capri-Revolution RecensioneCapri-Revolution

    di Capri-Revolution sembra chiudere un'ipotetica trilogia in cui Mario Martone riflette sul Tempo e sulla Storia. Stavolta l'occasione per parlare di molte rivoluzioni mancate nel Novecento è l'isola di Capri e la comune che vi si installò sotto la guida di Karl Wilhelm Diefenbach.
  • Archivio

    Il giovane favoloso RecensioneIl giovane favoloso

    di Presentato in concorso a Venezia 71, Il giovane favoloso racconta il percorso esistenziale di Giacomo Leopardi, con qualche lampo, ma in modo sostanzialmente scolastico. Siamo lontani dall'eversività di Noi credevamo.
  • DVD

    Noi credevamo RecensioneNoi credevamo

    di Il capolavoro di Mario Martone arriva in dvd con 01 Distribution in un'edizione speciale, da non lasciarsi sfuggire.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento