Settimana della Critica 2022 – Presentazione

Settimana della Critica 2022 – Presentazione

Il programma della Settimana della Critica 2022, presentato a Roma dalla delegata generale Beatrice Fiorentino, mostra la volontà di continuare a muoversi nella stessa direzione, vale a dire la scoperta del cinema del futuro prossimo, e degli autori che cercheranno di raccontarlo. La trentasettesima edizione della sezione parallela alla Mostra curata dal SNCCI presenta nove lungometraggi e nove corti – questi ultimi tutti italiani – per indagare il presente e scorgere l’albeggiare di ciò che sarà.

La Settimana della Critica 2022 fa scoccare il trentasettesimo compleanno per la sezione parallela e autonoma rispetto alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e sviluppata sotto l’egida di SNCCI – Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani. Quasi nessuno dei registi selezionati per prendere parte alla Settimana della Critica 2022 era nato quando si svolse la prima edizione, e in qualche misura questo dettaglio indica anche le immutate volontà della sezione, e il suo ruolo all’interno del marchingegno festivaliero. Volontà (e desideri) che ha ribadito Beatrice Fiorentino, alla sua seconda avventura come delegata generale dopo cinque edizioni trascorse in qualità di selezionatrice sotto l’egida di Giona A. Nazzaro: l’anno scorso prese in corsa le redini della carrozza, a seguito del passaggio di Nazzaro alla direzione del Festival del Film di Locarno, e quest’anno inaugura un nuovo triennio. Quasi completamente cambiata la composizione del comitato di selezione (è rimasto rispetto allo scorso anno Enrico Azzano, si sono aggiunte Ilaria Feole e Chiara Borroni, e anche Federico Pedroni), come da tradizione per le abitudini di SNCCI, ma immutato lo spirito. La ricerca in fin dei conti è sempre quella, incessante: mappare il mondo per tentare di scovare sguardi che osservando il presente siano in grado di comprendere alcune scintille del futuro, e desiderino metterle in scena da una prospettiva personale.

Sguardi che sorgono, dunque, e osservano gli orizzonti di un cinema e di un mondo in decadenza, forse persino in prossimità di una distruzione. Tra fughe nel deserto, incontri serali parigini, isole remote che risvegliano il desiderio di “identità”, punk band nel grossetano, memorie perdute (e mariti affittati), racconti di città violente e chi più ne ha più ne metta i nove lungometraggi che comporranno il quadro – due fuori concorso e sette in competizione – permetteranno al pubblico veneziano di confrontarsi con chi il cinema oggi inizia a farlo, in un’epoca in cui il cinema sembra interessare sempre meno a tutti, e a interpretare un ruolo meno centrale nell’organismo culturale collettivo. Non si tratta però di puro cinema resistente, ma della voglia di ribadire la potenza dell’immagine, e del racconto attraverso essa. La stessa voglia che anima anche i cortometraggi che compongono SIC@SIC, vetrina dei lavori italiani sulla breve distanza giunta oramai alla settima edizione. E la stessa voglia che trasuda O Sangue, straordinario esordio che nel 1989 rivelò al mondo il talento purissimo di Pedro Costa: la Settimana della Critica 2022 lo omaggia, in accordo e collaborazione con la direzione della Mostra, ripresentandolo al pubblico, in una proiezione speciale che già da oggi si segnala come uno dei momenti imperdibili delle due settimane al Lido.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI

Anhell69
di Theo Montoya
Colombia

Da li ste videli ovu ženu? | Have You Seen This Woman?
di Dušan Zorić, Matija Gluščević
Serbia

Dogborn
di Isabella Carbonell
Svezia

Eismaier
di David Wagner
Austria

Margini
di Niccolò Falsetti
Italia

Skin Deep
di Alex Schaad
Germania

Tant que le soleil frappe | Beating Sun
di Philippe Petit
Francia

EVENTI SPECIALI LUNGOMETRAGGI

Film d’apertura
Trois nuits par semaine | Three Nights a Week
di Florent Gouëlou
Francia

Film di chiusura
Malikates | Queens
di Yasmine Benkiran
Marocco

CONCORSO SIC@SIC

Albertine Where Are You? di Maria Guidone
Come le lumache di Margherita Panizon
Nostos di Mauro Zingarelli
Puiet di Lorenzo Fabbro, Bronte Stahl
Reginetta di Federico Russotto
Resti di Federico Fadiga
La stanza lucida di Chiara Caterina

EVENTI SPECIALI SIC@SIC

Cortometraggio di apertura
Pinned Into a Dress
di Gianluca Matarrese, Guillaume Thomas

Cortometraggio di chiusura
Happy Birthday
di Giorgio Ferrero

Proiezione speciale
O sangue
di Pedro Costa

Info
Il sito ufficiale della Settimana della Critica 2022.

Articoli correlati

  • Venezia 2021

    Zalava vince la Settimana Internazionale della Critica 2021

    È Zalava dell'iraniano Arsalan Amiri il vincitore della trentaseiesima edizione della Settimana Internazionale della Critica. Per il film arriva anche il riconoscimento della giuria FIPRESCI. Il miglior cortometraggio è Inchei di Federico Demattè.
  • Venezia 2021

    Settimana della Critica 2021 – Presentazione

    Il programma della Settimana della Critica 2021 è stato presentato a Roma dalla delegata generale Beatrice Fiorentino, al primo anno alla guida del comitato di selezione. L'obiettivo resta invariato: mappare il mondo alla ricerca degli esordi più interessanti.
  • Festival

    Il programma delle Giornate degli Autori 2022

    Le Giornate degli Autori 2022, sezione autonoma della Mostra di Venezia, festeggiano i diciannove anni con un programma che conferma la linea dettata dalla direttrice Gaia Furrer, al terzo anno di lavoro. Le Giornate degli Autori proseguono un'indagine sull'identità che non è mai dimentica del fare cinema.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento