Cairo International Film Festival 2022 – Presentazione

Cairo International Film Festival 2022 – Presentazione

Dal 13 al 22 novembre al via il Cairo International Film Festival 2022, storica manifestazione egiziana giunta alla 44° edizione con un cambio di guardia nella direzione artistica. Subentra infatti il giovane filmmaker Amir Ramses, che fu allievo del Maestro Youssef Chahine. Grandi presenze del festival Béla Tarr, che riceverà un omaggio alla carriera, e Naomi Kawase che presiederà la giuria principale. I due cineasti saranno anche coinvolti in masterclass e workshop.

Aria di rinnovamento per la 44a edizione del Cairo International Film Festival, la storica manifestazione della capitale egiziana, tra i festival cinematografici più importanti del Nord Africa, che si svolgerà dal 13 al 22 novembre nelle sale della Cairo Opera House e in altre della città. Si tratta infatti della prima sotto la direzione del giovane filmmaker Amir Ramses, allievo del più grande regista egiziano, ovvero Youssef Chahine. Grande protagonista del festival di quest’anno sarà Béla Tarr, insignito del Golden Pyramid Award for Lifetime Achievement. Stesso riconoscimento anche a una gloria del cinema egiziano come l’attrice Lebleba, attiva fin dagli anni Cinquanta e interprete di quasi una novantina di opere tra cinema e televisione. Altro tributo alla carriera, il Faten Hamama Excellence Award viene assegnato al regista egiziano Kamla Abu Zekry.

Presieduta da Naomi Kawase la giuria, di cui fa parte anche la mitica Stefania Casini, che dovrà assegnare i premi più ambiti, ovvero le varie piramidi d’oro e di bronzo delle varie categorie, le statuette con il volto della sfinge che sorreggono una piccola piramide, nella competizione internazionale che vede in lizza quindici opere da tutto il mondo. La seconda sezione competitiva è Horizons of Arab Cinema che vede partecipare sette opere da Algeria, Egitto, Marocco, Siria, Libano. Altre sezioni competitive sono la International Critics’ Week e quella dei corti.
Tante anche le proiezioni speciali, come A Cooler Climate che vede nientemeno che James Ivory riprendere in mano il girato di un documentario di sessant’anni fa in Afghanistan mai portato a termine. Altre sezioni non competitive sono International Panorama, con film già passati ad altri festival come i giapponesi Love Life e Plan 75, o il cinese Return to Dust; c’è poi una sezione di Midnight Screening, con il detestabile Coupez! di Michel Hazavicinus, e Saturn Bowling di Patricia Mazuy; una sezione di classici con omaggi a Jean-Luc Godard e Pier Paolo Pasolini, allo stesso Béla Tarr e a registi nazionali come Youssef Chahine, Tawfik Saleh, Ali Abdel Khaleq. Naomi Kawase e Béla Tarr saranno coinvolti anche in masterclass, il secondo anche in un workshop di regia.

Info
Il sito del Cairo International Film Festival 2022.

Articoli correlati

  • Festival

    Cairo International Film Festival 2021 - PresentazioneCairo International Film Festival 2021 – Presentazione

    Si è aperta la 43 edizione del Cairo International Film Festival, la storica manifestazione cinematografica egiziana. Un programma molto ricco attende gli spettatori, presso le sale della Cairo Opera House, dal 26 novembre al 5 dicembre.
  • Festival

    Cairo International Film Festival 2020 PresentazioneCairo International Film Festival 2020 – Presentazione

    La 42esima edizione del Cairo International Film Festival, in corso fino al 10 dicembre, si è aperta con la proiezione - in forma fisica - di The Father, con protagonista Anthony Hopkins. In programma numerosi titoli, tra cui Shorta e Gaza mon amour, passati alla scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia.
  • Festival

    Cairo International Film Festival 2019 - PresentazioneCairo International Film Festival 2019 – Presentazione

    In partenza il Cairo International Film Festival, la manifestazione cinematografica che si tiene nella capitale egiziana, arrivata alla sua 41esima edizione.
  • Cairo 2022

    l'astronaute recensioneL’astronaute

    di Presentato in concorso al Cairo Film Festival, L'astronaute rappresenta il terzo lavoro da regista per Nicolas Giraud, un'opera che si gioca sul portare fino agli estremi quella sospensione dell'incredulità su cui si fonda il cinema. Operazione riuscita quasi fino in fondo, quando Giraud non sapeva come chiudere il film.
  • Cairo 2022

    michelangelo frammartino intervistaIntervista a Michelangelo Frammartino

    Abbiamo incontrato Michelangelo Frammartino sulle rive del Nilo, mentre era in giuria del concorso cortometraggi del 44° Cairo International Film Festival, e ne approfittava per guardare e ragionare su questo mondo che gravita attorno al grande fiume.
  • Cairo 2022

    béla tarr intervistaBéla Tarr: «Quando Tsai ci insegnò a cucinare i ravioli»

    Abbiamo incontrato Béla Tarr durante il 44° Cairo International Film Festival, dove ha tenuto un workshop per studenti di cinema egiziani. Un lavoro molto stancante per il grande cineasta ungherese, che lo ha impegnato tutti i giorni, da mattina a sera per nove giorni.
  • Festival

    Red Sea 2022 PresentazioneRed Sea 2022 – Presentazione

    La seconda edizione del Red Sea International Film Festival è iniziata a Gedda dall'1 al 10 dicembre. Tante sezioni per promuovere il cinema nazionale e quello arabo insieme a opere da tutto il mondo. Numerosi gli ospiti di riguardo, come Jackie Chan, Guy Ritchie, Sharon Stone, Spike Lee.
  • Cairo 2022

    naomi kawase intervistaNaomi Kawase: «La mia anima è a Nara»

    Naomi Kawase ci ha concesso una breve intervista al Cairo, dove lei svolgeva il compito di presidente della giuria per il concorso internazionale durante la quarantaquattresima edizione del festival. Un'occasione per parlare di cinema, di radici personali e collettive, e quindi di Nara.
[fbcomments width="700px"" num="10" countmsg="Commenti"]

Lascia un commento