Uscite in sala 17 novembre 2022

Uscite in sala 17 novembre 2022

Settimana colma di uscite in sala, dalla seconda avventura di Diabolik all’ambizioso e onanistico Bardo, dall’horror culinario The Menu alla Notte fantasma di Fulvio Risuleo, da Princess a Il principe di Roma, fino a Claire Denis e i suoi Incroci sentimentali.

DIABOLIK – GINKO ALL’ATTACCO
di Antonio e Marco Manetti

Torna Diabolik raccontato dai fratelli Manetti, dopo un primo capitolo che raggranellò in sala circa 3 milioni di euro, e torna senza Luca Marinelli – ma si sapeva che non avrebbe potuto girare tutti e tre gli episodi – sostituito nel ruolo principale da Giacomo Giannotti. Al di là del valore meramente estetico del film, dei suoi pregi o dei suoi difetti, è interessante come i Manetti siano tra i pochi, pochissimi cineasti (non a caso anche produttori) che sembrano possedere ancora un’idea industriale di cosa sia il cinema. Sarà a tal proposito utile comprendere come verrà recepito dal pubblico questo ritorno sul luogo del delitto, in attesa che il terzo episodio “chiuda”, se ha senso un simile verbo, le avventure di Diabolik ed Eva Kant, che è invece ancora saldamente nelle mani di Miriam Leone.

Tornano sugli schermi il ladro e genio del crimine Diabolik e la sua amata complice Eva Kant in una nuova avventura in cui l’ispettore Ginko non smette di seguire le loro tracce, deciso ad arrestarli una volta per tutte. [sinossi]

BARDO – LA CRONACA FALSA DI ALCUNE VERITÀ
di Alejandro González Iñárritu

Parlare di “distribuzione” per un film targato Netflix è sempre arrischiato, e infatti il nuovo film di Iñárritu si trova in appena sei sale sparse per il Paese, di cui addirittura tre concentrate nella capitale. D’altro canto sarà impossibile conoscere i dettagli degli incassi in sala del film, visto che la nota piattaforma statunitense non li condivide, quindi va bene a tutti che si tratti solo di una meteora, quasi di un incidente di percorso. Chi si è recato (il film è uscito ieri) e si recherà in sala si troverà di fronte a un soliloquio del cineasta, che si perde per circa tre ore in se stesso e dà quindi sfogo a tutot il suo armamentario immaginifico. Si può detestare, si può amare, o forse semplicemente lo si può trovare affascinante e irrilevante allo stesso tempo. Ai posteri, ecc.

L’intimo e commovente viaggio di Silverio, un noto giornalista e documentarista messicano che vive a Los Angeles. L’uomo, dopo aver ricevuto un prestigioso riconoscimento internazionale, è costretto a tornare nel suo paese natale, ignaro che questo semplice viaggio lo spingerà verso una profonda crisi esistenziale. La follia dei suoi ricordi e delle sue paure riesce a perforare il presente, riempiendo i suoi giorni di un senso di sconcerto e stupore. Tra emozioni e abbondanti risate, Silverio lotta per trovare risposte a domande universali eppure intime, riguardanti la propria identità, il successo, la fragilità della vita, la storia del Messico e i profondi legami sentimentali che condivide con la moglie e i figli. In breve, cosa significa essere umani in questi tempi molto particolari… [sinossi]

THE MENU
di Mark Mylod

Ha tutto per assurgere al ruolo di piccolo cult-movie, questo The Menu diretto da Mark Mylod, a partire da un tema oramai imperante nell’immaginario collettivo (la cucina stellata), fino ad arrivare a un umorismo sadico e infine al sadismo vero e proprio. Il rischio è quello del progetto fin troppo programmatico, e quindi a ben vedere chiuso in sé, ma l’impressione è che ci si possa anche divertire un mondo, se si è predisposti.

Tyler, gourmet ossessivo, invita Margot, misteriosa ‘fidanzata’, ad accompagnarlo a Hawthorn, un ristorante stellato nel cuore di un’isola privata. A gestirlo, come una caserma, è Slowik, chef di cucina molecolare. Circondata da celebrità del cinema e squali della finanza, critici gastronomici deliranti e habitué, Margot è la prima ad avvertire il clima ostile. Intanto la sua inappetenza attira l’attenzione dello chef che le fa una terribile rivelazione. [sinossi]

INCROCI SENTIMENTALI
di Claire Denis

Claire Denis torna una volta di più alla palude dei sentimenti, come già accaduto più volte nel passato, anche e soprattutto recente. L’impressione è che il cinema di Denis stia sprofondando nel senile, come questo mélo amoroso prevedibile e in fin dei conti ben poco interessante. Piacerà ai cultori di Juliette Binoche e Vincent Lindon, come sempre perfettamente in parte, ma si rimpiange la regista di Al diavolo la morte, Vendredi soir, e L’intrus. La si cerca in ogni inquadratura, ma non c’è più.

Sara e Jean rientrano nel loro appartamento di Parigi dopo una vacanza al mare. Insieme da un decennio dopo aver entrambi vissuto vite precedenti sono una coppia solida, la cui intesa è totale e il rapporto molto tenero. Lei è una giornalista radiofonica, lui un ex-giocatore di rugby che ha passato del tempo in carcere. Un giorno per strada Sara intravede il suo ex, François, attraverso il quale ha conosciuto Jean. Subito dopo, François propone a Jean un’opportunità di lavoro insieme, e diventa così una presenza invisibile e pervasiva nella vita della coppia. [sinossi]

NOTTE FANTASMA
di Fulvio Risuleo

Fulvio Risuleo sta costruendo un proprio percorso registico che sembra discostarsi dalla prassi della produzione italiana contemporanea, e lo dimostra anche questo suo nuovo film, già visto a settembre alla Mostra di Venezia (era in Orizzonti Extra): qui però, dopo un ottimo incipit, la narrazione per immagini pare incepparsi, almeno in parte, al punto da doversi aggrappare alla sola (eccellente) interpretazione di Edoardo Pesce; Risuleo fa perdere i suoi personaggi nella notte romana, e questa è cosa buona e giusta, ma poi sceglie strade un po’ troppo battute per farli arrivare a una fine.

Tarek si sta recando a una festa e procura (controvoglia) quel po’ di erba che gli amici gli hanno chiesto di comprare. Ma un poliziotto in borghese intercetta il momento dell’acquisto e costringe Tarek a salire in macchina con lui. [sinossi]

PRINCESS
di Roberto De Paolis

Interessante la scelta di Roberto De Paolis di far muovere questa storia che potrebbe avere molti rapporti con il “reale” in campi non lontani dal fiabesco, dal fantastico. Peccato che la svolta narrativa, per quanto ben retta dagli interpreti Glory Kevin e Lino Musella, convinca poco e soprattutto arrivi a una conclusione debole per quanto misterica. Per De Paolis un passo avanti rispetto all’esordio, ma ancora in parte poco centrato.

Princess ha diciannove anni e arriva dalla Nigeria. Vende il suo corpo nella boscaglia ai bordi di una delle strade dell’hinteland romano. Il suo quotidiano, l’incontro con clienti occasionali e non, il rapporto con le compagne di prostituzione attraversano un film in costante equilibrio tra la realtà e la sua rappresentazione in funzione di racconto morale. [sinossi]

IL PRINCIPE DI ROMA
di Edoardo Falcone

Si ride di gusto durante la visione del nuovo film di Edoardo Falcone, in particolar modo grazie a un Marco Giallini cui ben si addice il ruolo del mattatore. Interessante, per quanto certo non così particolare, la scelta di mescolare gli umori papalini di un Luigi Magni con i riflessi natalizi dickensiani. Quel che ne viene fuori è una commedia divertente, non troppo cinematografica, un po’ esile.

Roma, 1829. Bartolomeo è un uomo ricco e avido che brama il titolo nobiliare più di ogni cosa. Nel tentativo di recuperare il denaro necessario a stringere un accordo segreto con il Principe Accoramboni per ottenere in moglie sua figlia, si troverà nel bel mezzo di un sorprendente viaggio a cavallo tra passato, presente e futuro. Affiancato da compagni d’eccezione dovrà fare i conti con sé stesso e conquistare nuove consapevolezze. [sinossi]

LA SIGNORA HARRIS VA A PARIGI
di Anthony Fabian

Se vi piacciono le fiabe in cui l’apparente protagonista è il proletariato ma lo sguardo posto è in tutto e per tutto borghese, quello di Anthony Fabian è il film che fa al caso vostro. Se vi piace la perfetta recitazione britannica, così centrale da annullare la scena e dunque in qualche modo il cinema, quello di Anthony Fabian è il film che fa al caso vostro. Se volete trascorrere quasi due ore con la testa che può volare altrove, questo è sempre il film che fa per voi. Non privo di qualità, sia chiaro, a partire dall’ottima Lesley Manville.

Siamo nella Londra degli anni 1950, la fortuna non bussa spesso alla porta della protagonista, una signora delle pulizie che fatica ad arrivare a fine mese, specie da quando non ha più notizie di suo marito. Le clienti sono sempre più esigenti, si ‘dimenticano’ spesso di pagarla e lei tira avanti come può. Un giorno scopre nell’armadio di una di loro uno sfavillante abito di alta moda e se ne innamora. [sinossi]

THE CHRISTMAS SHOW
di Alberto Ferrari

Ennesima commedia natalizia, che per di più arriva in sala anticipando i tempi (va detto che i panettoni li si inizia a trovare sugli scaffali a metà settembre, oramai), quella di Alberto Ferrari testimonia anche una preoccupante mancanza di verve, e di logica, in fase di scrittura. Tutto deve andare al suo posto, ovviamente, ogni tassello deve trovare la sua giusta collocazione, e per raggiungere tale obiettivo ci si produce in un lavoro assai approssimativo, privo di profondità e così indeciso sulla strada da intraprendere da restare intrappolato nel mezzo.

Lecce: Sofia e i suoi due figli, Ricky e Alice, conducono una vita disincantata tra le mille difficoltà del quotidiano. Ma per la famiglia Rovati questo sarà un Natale fuori dal comune. [sinossi]

HARRY POTTER E LA CAMERA DEI SEGRETI
di Chris Columbus

A venti anni dalla sua realizzazione torna in sala il secondo capitolo della saga fantasy dedicata al maghetto con al cicatrice a forma di saetta sulla fronte. Nonostante si tratti quasi di una replica del primo capitolo non si può non pensare con rimpianto a un lavoro così solido: impensabile confrontarlo con le regie di David Yates, che hanno affossato qualsiasi potenziale dell’epopea a partire dal quinto capitolo.

Raggiunta la scuola di magia e stregoneria di Hogwarts in modo a dir poco rocambolesco a bordo di una Ford Anglia volante guidata dal suo fedele sodale Ron, Harry inizia il suo secondo anno. C’è un nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure, il famoso scrittore Gilderoy Allock, ma soprattutto un nuovo pericolo: la mitologica Camera dei Segreti è stata aperta, e i “nemici” dell’erede di Serpeverde iniziano a essere attaccati. Il problema è che per molti è proprio Harry il suddetto erede… [sinossi]

Questa settimana escono anche Belle & Sebastien – Next Generation (2022) di Pierre Coré. Lunedì 21 è invece la volta di Ritratto di regina (2022) di Fabrizio Ferri. Buone visioni!

Articoli correlati

  • News

    Uscite in sala 10 novembre 2022

    La massa va in fibrillazione per conoscere i destini di Wakanda, ma l'interesse cinefilo dovrebbe spingersi altrove, schivando la gargantuesca mole marveliana. È infatti da difendere e proteggere Piove di Paolo Strippoli, così come il dramma intimo/universale di Isaki Lacuesta e il nuovo folle film di Gianni Zanasi.
  • News

    Uscite in sala 03 novembre 2022

    Tra rom-com, riflessi caravaggeschi, dramedy "hitleriane", e via discorrendo l'interrogativo che alberga nella mente è sempre lo stesso: tornerà il pubblico a riempire le sale? Forse con questi titoli è difficile che accada.
  • News

    Uscite in sala 27 ottobre 2022

    Visto e considerato che si va incontro a un weekend lungo grazie a Ognissanti che cade di martedì, le distribuzioni hanno pensato bene di accumulare uscite nel corso della settimana. Ben 13 infatti i film che arriveranno in sala tra oggi e lunedì, con la schiera capitanata dalla Palma d'Oro 2022.
  • News

    Uscite in sala 20 ottobre 2022

    Settimana stracolma di uscite, tra film passati alla Festa di Roma, coraggiose auto-distribuzioni, recuperi della Mostra, cinecomic sfiatati, documentari naturalistici, western emiliano-romagnoli, e riedizioni di capolavori del cinema giapponese e non solo. La proposta è vasta, ma basterà ad accontentare il pubblico?
  • News

    Uscite in sala 13 ottobre 2022

    Si apre la Festa di Roma con Il colibrì di Francesca Archibugi (in sala da venerdì 14), e trovano la via della distribuzione il film di Kore-eda prodotto in Corea del Sud, il norvegese Ninjababy, l'esordio di Carolina Cavalli, e l'episodio conclusivo della trilogia di Halloween secondo David Gordon Green.
  • News

    Uscite in sala 24 novembre 2022

    Arrivano in sala gli adolescenti cannibali di Luca Guadagnino, trainando con loro il nuovo caso dell'investigatore Blanc, i "clandestini" Tori e Lokita, la nuova avventura Disney. Lunedì 28 torna invece nel restauro digitale l'esordio di Peter Greenaway.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento