La Coquille et le Clergyman
La Coquille et le Clergyman è la rappresentazione più vivida, potente, a suo modo quasi disgustosa, di un'incubo che è anche (soprattutto) ossessione erotica. Scritto da Antonin Artaud, che venne però tenuto a debita distanza dal set dalla regista Germaine Dulac. Leggi tutto
Forest People
Mezzo secolo prima che Kurosawa ricostruisse le spedizioni di Vladimir Arseniev nelle terre di Dersu Uzala, Alexander Litvinov documentava in Forest People la vita degli Udege nel momento della sovietizzazione. Alle Giornate del Cinema Muto 2017. Leggi tutto
La folla
Considerato uno dei vertici del cinema muto hollywoodiano, La folla di King Vidor ci appare ancora oggi miracolosamente in equilibrio tra il racconto minuzioso della vita di un uomo comune e la grande parabola morale. Leggi tutto
Africa Before Dark
Creduto per lungo tempo perduto, Africa Before Dark è Walt Disney prima della Disney, capace di innestare nella caccia grossa di un Oswald the Lucky Rabbit che già anticipa nel tratto quello che poco dopo sarà Topolino, un fondamentale manifesto del cinema di animazione. Alle Giornate del Cinema Muto 2016. Leggi tutto
The Mysterious Lady
Costantemente sospeso fra il melodramma e la spy story, The Mysterious Lady apre la 35esima edizione delle Giornate del Cinema Muto con il divismo di Greta Garbo e l'eccellente partitura di Carl Davis, diretta dall'autore nella buca del Teatro Verdi di Pordenone ed eseguita dal vivo dai 61 strumentisti dell'Orchestra San Marco. Leggi tutto
La caduta della casa Usher
Al Cinema Ritrovato di Bologna è stato presentato il capolavoro di Jean Epstein, La caduta della casa Usher, all'interno dell'omaggio che il festival ha riservato alla sorella Marie, a sua volta cineasta. Leggi tutto
Ramona
Una delle più importanti riscoperte della 34esima edizione delle Giornate del Cinema Muto è Ramona, melodramma d'ambientazione californiana del 1928 con protagonista Dolores del Rio e diretto dal regista di origine indiana Edwin Carewe. Leggi tutto
Il globo infuocato
Ce n'è per tutti i gusti in Il globo infuocato, rocambolesca pellicola di avventura e sentimento, erotismo, comicità e performance muscolari, un esempio di intrattenimento scoppiettante realizzato in un'epoca in cui il cinema non soffriva certo della mancanza del sonoro. Alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone. Leggi tutto