Sin señas particulares
La messicana Fernanda Valadez esordisce alla regia con Sin señas particulares, resoconto infernale della vita al confine tra Messico e Stati Uniti, e lo fa ricorrendo a una messa in scena dal forte impianto visionario, con grande attenzione tanto alla maestosità degli spazi quanto al dettaglio. Leggi tutto
I tuffatori
Daniele Babbo, apprezzato regista di video musicali, esordisce alla regia cinematografica con I tuffatori, viaggio nel piccolo mondo antico dei tuffatori che si lanciano in Bosnia-Erzegovina dallo 'stari most' di Mostar. In Italiana.doc al Torino Film Festival. Leggi tutto
Gunda
Victor Kossakovsky firma un lavoro ad altezza di scrofa, la Gunda del titolo. Sono lei, i suoi cuccioli e altri animali della fattoria i protagonisti di un film espressionista e impressionista a un tempo, riflessione sui preconcetti dell'umanità. In TFFdoc a Torino dopo la presentazione a febbraio alla Berlinale. Leggi tutto
Curse of the Blind Dead
A quattro anni da The Blind King Raffaele Picchio torna alla regia con Curse of the Blind Dead, omaggio post-apocalittico alla saga che rese celebre Amando de Ossorio. Picchio non risparmia gli aspetti più truculenti della vicenda, rinverdendo i fasti sadici di Morituris. Leggi tutto
Le streghe
A undici anni da A Christmas Carol Robert Zemeckis torna al fantastico adattando Le streghe, classico della letteratura per l'infanzia di Roald Dahl, già trascritto in immagini trent'anni fa da Nicolas Roeg. Leggi tutto
Corman’s Eyedrops Got Me Too Crazy
Corman's Eyedrops Got Me Too Crazy è l'omaggio che Ivan Cardoso dedica al padre di tutti gli indipendenti, Roger Corman. Un viaggio psichedelico folle, ritmato da un montaggio ipnotico e che si concentra sulla pellicola, sulla possibilità materica di graffiarla per riappropriarsene. Leggi tutto
2067
Presentato al Trieste Science+Fiction Festival, 2067 di Seth Larney è parabola ecologista che affronta con coraggio gli stereotipi del genere fantascientifico (il viaggio nel tempo, il futuro apocalittico), uscendo dal confronto a testa alta. Leggi tutto
Post Mortem
Presentato all'interno della ventesima edizione del Trieste Science+Fiction Festival, Post Mortem di Péter Bergendy è un horror che vive di espedienti noti ma che si innesta perfettamente nel contesto sociale e storico dell'Ungheria. Leggi tutto