Valley of Love
Valley of Love è un film di attori e un film sugli attori, su due interpreti chiamati a mettersi in gioco in prima persona, al di là dei personaggi. In un sorta di scavalcamento di campo dalla finzione alla verità del cinema, la loro storia di corpi e icone si materializza... Leggi tutto
Victoria
In concorso alla 65esima edizione della Berlinale, Victoria del tedesco Sebastian Schipper è indeciso tra il ritratto generazionale e il noir e finisce per risolversi in un estetismo di superficie, a tratti abbagliante. Leggi tutto
Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni
Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni è l'ennesima variazione sulla partitura attorno alla quale Woody Allen ha costruito gran parte della sua filmografia: eppure in questa occasione l'insieme sembra muoversi quasi per puro meccanicismo, e senza troppa ispirazione (a parte la riuscita di alcune soluzioni comiche). Leggi tutto
Il mio amico Eric
Loach continua a schierarsi con i suoi uomini ‘comuni’, non rinuncia alla nota polemica e non accenna a discostarsi da uno stile di regia ormai collaudato. Ma mette, per un attimo, da parte la rabbia, lo spirito caustico e ‘rivoluzionario’, si ferma a bere una birra con i suoi protagonisti. Leggi tutto
Il profeta
Giunto al quinto lungometraggio da regista, Jacques Audiard firma con Il profeta il suo lavoro più ambizioso, ma allo stesso tempo anche il più convincente. Un noir carcerario duro e tesissimo. Tra i più seri candidati alla vittoria della Palma d'Oro. Leggi tutto