Woman in Gold
Tra legal drama, ricostruzione storica e accenni di biopic, Woman in Gold mostra il fiato corto per la portata della storia che racconta: affidandosi in modo eccessivo ai flashback, e all'intensità della protagonista Helen Mirren. Leggi tutto
Reversal
Un film che cerca maldestramente di scimmiottare l'estetica di David Fincher e la cattiveria dei vari Saw: ma il risultato rivela un evidente vuoto, di idee e di soluzioni estetiche. Leggi tutto
Hotel Transylvania 2
Indirizzato, come il suo predecessore, al pubblico più giovane, Hotel Transylvania 2 non aggiunge molto a quanto visto nel prototipo, presentando anzi uno script più sfilacciato e pretestuoso. Leggi tutto
La vita è facile ad occhi chiusi
Con due anni di ritardo, arriva nelle nostre sale La vita è facile ad occhi chiusi, trionfatore ai Goya: quello di Trueba è un singolare road movie, con cui il regista prosegue la sua indagine sulla storia recente del suo paese. Leggi tutto
Genitori
Dopo i riconoscimenti per Tir, Alberto Fasulo torna al documentario puro con un'opera tanto rischiosa (per il tema, e il registro scelto per raccontarlo) quanto preziosa nella sua riuscita. Leggi tutto
Self/Less
Tarsem Singh occhieggia la science fiction più problematica, abbozzando una riflessione sull'identità e la corporeità: ma la sua costruzione si regge su basi deboli. Leggi tutto
L’esercito più piccolo del mondo
Ne L'esercito più piccolo del mondo, Pannone sceglie lo sguardo di una recluta della Guardia Svizzera per raccontare la realtà di un corpo apparentemente anacronistico: ma, del risultato, si fa fatica a cogliere una reale urgenza giustificativa. Fuori concorso a Venezia 2015 Leggi tutto