Lo chiamavano Jeeg Robot
L'esordio di Gabriele Mainetti ha rappresentato l'unica autentica sorpresa della decima edizione della Festa del Cinema di Roma: un film supereroistico che, con (auto)ironia, mostra una possibile via nostrana al genere. Leggi tutto
Belle e Sebastien – L’avventura continua
Subentrando in cabina di regia a Nicolas Vanier, Duguay confeziona con Belle e Sebastien - L'avventura continua un medio prodotto per ragazzi, che risente anche della prematura usura cinematografica del soggetto. Presentato alla Festa del Cinema di Roma, nelle sale con Notorious Pictures. Leggi tutto
Lo stagista inaspettato
La specialista di commedie romantiche Nancy Meyers propone con Lo stagista inaspettato un'opera furba quanto superficiale, incentrata su uno sguardo manicheo (e un po' indisponente) sulla contemporaneità. Leggi tutto
Woman in Gold
Tra legal drama, ricostruzione storica e accenni di biopic, Woman in Gold mostra il fiato corto per la portata della storia che racconta: affidandosi in modo eccessivo ai flashback, e all'intensità della protagonista Helen Mirren. Leggi tutto
Reversal
Un film che cerca maldestramente di scimmiottare l'estetica di David Fincher e la cattiveria dei vari Saw: ma il risultato rivela un evidente vuoto, di idee e di soluzioni estetiche. Leggi tutto
Hotel Transylvania 2
Indirizzato, come il suo predecessore, al pubblico più giovane, Hotel Transylvania 2 non aggiunge molto a quanto visto nel prototipo, presentando anzi uno script più sfilacciato e pretestuoso. Leggi tutto
La vita è facile ad occhi chiusi
Con due anni di ritardo, arriva nelle nostre sale La vita è facile ad occhi chiusi, trionfatore ai Goya: quello di Trueba è un singolare road movie, con cui il regista prosegue la sua indagine sulla storia recente del suo paese. Leggi tutto