Duri si diventa
L'esordio alla regia dello sceneggiatore Etan Cohen manca, paradossalmente, di uno script degno di tale nome, riducendosi a un susseguirsi di gag all'insegna di un umorismo di grana grossa. Leggi tutto
Bota Cafè
Co-produzione italo-albanese-kosovara, Bota Cafè è un'opera sospesa tra onirismo e spietato realismo, un ritratto convincente ed empatico di sopravvissuti a un passato che è oggetto di un impossibile tentativo di rimozione. Leggi tutto
Teneramente folle
L'esordio alla regia di Maya Forbes, già presentato al Sundance e al Festival di Torino, soffre di un approccio furbo e ruffiano alle tematiche che affronta, malgrado qualche buona intuizione sociologica e la prova convincente di Mark Ruffalo. Leggi tutto
Insidious 3 – L’Inizio
Subentrando in cabina di regia a James Wan, Leigh Whannell dirige un prequel che si rivela fedele alle atmosfere e all'estetica del franchise; pagando però molto a livello di qualità della scrittura e configurandosi come un prodotto dedicato principalmente agli appassionati. Leggi tutto
San Andreas
Con San Andreas, il filone action/catastrofico sembra scegliere consapevolmente di fare a meno del racconto, e di puntare tutto sullo stordimento visivo e percettivo... Leggi tutto
Tomorrowland – Il mondo di domani
Dopo l'ultimo episodio del franchise di Mission: Impossible, Brad Bird resta con Tomorrowland nel cinema live action, in un progetto che risente troppo del contrasto tra la sua fantasia e l'invadente marchio disneyiano. Leggi tutto
Mad Max: Fury Road
Tornato dopo un trentennio al suo universo, George Miller dirige con un reboot convincente, dal grande ritmo e dalla straripante fisicità, aprendo la strada per un possibile nuovo franchise. Leggi tutto