Il ragno rosso
Nel suo esordio al lungometraggio di finzione, Marcin Koszałka dissimula nelle forme di un riuscito noir metropolitano un'acuta riflessione sull'ossessione criminale e sulla necessità di morire per diventare immortali. In concorso al Trieste Film Festival. Leggi tutto
Cinema, mon amour
Apertura del Concorso Documentari al Trieste Film Festival, Cinema, mon amour è abile nel mostrare la drammatica realtà delle sale cinematografiche in Romania attraverso il lavoro di un esercente-Don Chisciotte, ma si concentra troppo sul cinema come punto di aggregazione sociale, perdendo ben presto la profonda cinefilia che muove le scelte del protagonista. Leggi tutto
Amnesia
Il regista francese Barbet Schroeder, con la sua ultima fatica, porta in Piazza Grande a Locarno un dramma intimo e sincero sulla memoria, sull'intima vergogna e sulla complessità della Storia, lucida riflessione sulle implicazioni psicologiche derivate dal nazionalsocialismo. Impreziosito da un magistrale cameo di Bruno Ganz. Leggi tutto
Chevalier
Nuovo lavoro di Athina Rachel Tsangari in concorso a Locarno, Chevalier è una flebile metafora della situazione ellenica che segue la rotta del pulpito e del giudizio, tentando di legittimare e anzi esaltando tutti i limiti etici di una cinematografia troppo spesso ammiccante, spocchiosa e sterile. Leggi tutto
Schneider vs. Bax
Il nuovo film dell'olandese Alex van Warmerdam in concorso a Locarno 2015, è una dark comedy su predatori, prede e il gioco perverso di un oscuro burattinaio, ma si adagia ben presto sui binari dei cliché e della prevedibilità. Leggi tutto
Dark in the White Light
Opera quarta di Vimukthi Jayasundara, Dark in the White Light è un viaggio all'interno della morte e della perdizione, un oggetto multiforme e quasi impenetrabile, che cede però a soluzioni ora già viste e collaudate, ora esagerate e smaccatamente provocatorie. Leggi tutto
Brother Dejan
Fra interminabili silenzi introspettivi e vive fiammelle di inaspettata umanità, l'opera terza del georgiano Bakur Bakuradze si interroga sulla senilità, sulla solitudine e sulla gracilità del confine fra vittima e carnefice. In concorso a Locarno 2015. Leggi tutto