Parkland
Peter Landesman porta in concorso a Venezia '70 un film in cui cerca di ricostruire l'omicidio Kennedy. E lo fa con una disdicevole tendenza alla spettacolarizzazione. Leggi tutto
Trap Street
L'esordiente regista cinese Vivian Qu porta alla Settimana della Critica un'opera che riflette in modo spiazzante sulle dinamiche oppressive del regime mandarino... Leggi tutto
Why Don’t You Play in Hell?
Dopo le riflessioni post-Fukushima, Sion Sono torna ai temi classici del suo cinema esasperandoli, se possibile, ancora di più. Il risultato è un parossistico film-summa della sua opera. Leggi tutto
Miele
L'esordio alla regia di Valeria Golino, ellittico, mai pedante o didascalico, essenziale nei dialoghi e calibratissimo nella scelta delle inquadrature. Leggi tutto
Le beau Serge
Meno appariscente rispetto agli altri esordi degli autori Nouvelle Vague, Le beau Serge è il primo film di Claude Chabrol, in cui dietro a una apparente eccentricità si ritrovano già tutti i temi tipici del suo cinema a venire. In dvd per CG Entertainment e Eye Division. Leggi tutto
Pazze di me
Ancor più che in passato, Brizzi con Pazze di me si palesa come il massimo esponente della “normalità”, come l’uomo della maggioranza silenziosa, declinando alle estreme conseguenze lo spunto di dalemiana memoria in cui si immaginava l’Italia come un “paese normale”. Leggi tutto
Argo
Alla sua terza regia, Ben Affleck affronta un'incredibile storia vera trasformandola in una riflessione sul meccanismo spettacolare che permea nel profondo la società e la cultura americana. Leggi tutto