Terceiro andar
Comunicazione, memoria, rapporti tra soggetto e oggetto. Terceiro andar di Luciana Fina si propone come un'emozionante riflessione in immagini sulla sfida" della comunicazione e la potenza dello sguardo cinematografico. Al TFF in Internazionale.doc/Love. Leggi tutto
Saro
Documentario autobiografico sin troppo intimo Saro di Enrico Maria Artale è appesantito da una voice over che veicola riflessioni non sempre convincenti. Al TFF in Italiana.doc. Leggi tutto
Moo Ya
Il viaggio di un chitarrista cieco nell'Uganda "pacificata", contrappuntato da testimonianze di sopravvissuti alle atrocità dell'LRA di Joseph Kony. Moo Ya di Filippo Ticozzi, in Italiana.doc al Torino Film Festival. Leggi tutto
Ab urbe coacta
Approfondita analisi della romanità, tutta svolta a partire da un suo esponente, Ab urbe coacta non riesce sempre a convincere nel suo mix tra realtà e finzione, ma il suo percorso di ricerca è dettato da un umanesimo sincero. In Italiana.doc al TFF. Leggi tutto
Ballad in Blood
Con Ballad in Blood Ruggero Deodato torna sul grande schermo dopo una lunga assenza, cannibalizzando uno dei più noti casi di cronaca italiana degli ultimi anni. Presentato al Trieste Science+Fiction. Leggi tutto
Assalto al cielo
Con Assalto al cielo, fuori concorso a Venezia 2016, Francesco Munzi più che maldestro appare svogliato nel non voler provare a dare un minimo di chiave di lettura al racconto del decennio della contestazione, dal 1967 al '77. Leggi tutto
The Young Pope
I primi due episodi della serie TV di Sorrentino, The Young Pope, presentati fuori concorso a Venezia sotto forma di blocco unico, valgono soprattutto come auto-esibizione e auto-presentazione del sé autoriale. Ma forse, con un minimo di controllo, le cose sarebbero andate meglio. Leggi tutto
Pagliacci
Cortometraggio d'apertura della sezione Short Italian Cinema all'interno della Settimana della Critica, Pagliacci è una nuova variazione intorno ai consueti temi cari a Marco Bellocchio, stavolta particolarmente sagace forse anche grazie alla forma breve. Leggi tutto
Pescatori di corpi
Presentato tra i Cineasti del presente al Festival del Film Locarno, il primo lungometraggio di Michele Pennetta affronta il problema dei boat people del canale di Sicilia, un tema di drammatica attualità, con un approccio originale, indiretto, e con un linguaggio tra narrazione e documentario. Leggi tutto
Festa
Franco Piavoli torna alla regia per immortalare la "sera del dì di festa", tra Leopardi e Pascoli. Un viaggio tra il poetico e l'antropologico. Leggi tutto
Safrom
Il romano Fantafestival ha accolto la proiezione di Safrom, l’ancora inedito zombie movie di Nicola Barnaba: un oggetto interessante ancorché incompiuto, saggio delle capacità del regista fuori dal ristretto recinto della commedia. Leggi tutto
Con il vento
Claudio Romano torna a Pesaro a un anno di distanza da Ananke con un cortometraggio, Con il vento, che porta avanti la riflessione sulla nostalgia di un passato perduto e impossibile da ritrovare. Leggi tutto
Dark Waves
Terzo in ordine di uscita di un’ideale trilogia, legata ai concetti di Inferno, Purgatorio e Paradiso, Dark Waves prosegue la ricerca sul genere, e sui suoi confini, di un regista eclettico come Domiziano Cristopharo. Leggi tutto
Ogni opera di confessione
Ogni opera di confessione, presentato al festival di Bellaria, è espressione di memorie private e collettive, che vede la carica estetizzante, quasi astratta, delle sue immagini, trovare un costante contraltare nella concretezza delle storie raccontate. Leggi tutto
La compagna solitudine
Sullo sfondo di una Capitale malata, il giovane Davide Vigore si accosta all’esistenza di un uomo ricco e solo, la cui vicenda diviene espressione di un enigma dal notevole potenziale cinematografico. Al Bellaria Film Festival 2016. Leggi tutto
Il matrimonio
Presentato al Bellaria Film Festival, Il matrimonio è un modello insolito di cinema del reale, frammentario e privo di un centro come il microcosmo familiare che descrive. Leggi tutto
I tempi felici verranno presto
L'opera seconda di Alessandro Comodin conferma la poetica del giovane autore, lontano dalla prassi e alla ricerca di una propria dimensione del racconto, che fonde umano e natura. Ma stavolta il meccanismo si fa più artefatto, depauperando il potenziale metaforico del film. Leggi tutto
Alienween
Federico Sfascia torna alla regia dopo I rec u, confermando il folle pastiche anarcoide in cui mescolare i generi più disparati. Ne viene fuori un horror comico che sfocia con forza nella malinconia sentimentale. Leggi tutto
Loro di Napoli
La Afro-Napoli, una piccola squadra di calcio napoletana, quasi totalmente composta da giocatori migranti. Il suo primo campionato in terza categoria. Loro di Napoli sfida una volta di più i confini tra fiction e documentario. Al Festival dei Popoli in Panorama. Leggi tutto
Dustur
Documentario che esplora il confronto con l'alterità, divulgativo ma non di mera testimonianza, Dustur resta dapprima penalizzato da una struttura a tratti disunita; ma acquisisce in seguito pregnanza emotiva e tematica. In concorso a Italiana.doc alla 33esima edizione del Torino Film Festival. Leggi tutto
La gente Resta
Ambientato a Taranto nel quartiere Tamburi che si trova a ridosso dell'Ilva, La gente Resta di Maria Tilli appare indeciso nei toni tra il film di denuncia e il documentario d'osservazione. Premio speciale della giuria nella sezione Italiana.doc al TFF 2015. Leggi tutto
Lamerica
Stefano Galli attraversa gli Stati Uniti dando voce ai suoi abitanti. Un viaggio affascinante che restituisce in gran parte l'umore e l'indole di un popolo. A Torino in TFFdoc/Italiana.doc. Leggi tutto
A sud di Pavese
Presentato in Italiana.doc al TFF, A sud di Pavese cerca di auscultare la persistenza del mondo descritto dallo scrittore piemontese, ma l'ambizione del progetto annega ben presto di fronte alle tante incertezze stilistiche e a una struttura episodica poco coerente. Leggi tutto
Vincenzo da Crosia
Dopo l'interessante Il sud è niente, Fabio Mollo inciampa nel racconto dell'originale percorso di un mistico contemporaneo; non riuscendo ad andare oltre il ritrattino sommario, che flirta con l'agiografia. Leggi tutto
Morituri
Giocando sui confini tra vita e morte, il nuovo film di Daniele Segre abbina un'impostazione di stampo teatrale a una certa radicalità stilistica. Esile e ambizioso, a tratti divertente ma sostanzialmente incompiuto. Al TFF 2015 per Festa Mobile/Palcoscenico. Leggi tutto