Red Riding: 1980
Secondo capitolo della trilogia, Red Riding: 1980 trascina lo spettatore sei anni dopo i fatti raccontati da Julian Jarrold, conservando intatte le ambientazione dove questi si sono consumati, ossia il marcio e oscuro Yorkshire... Leggi tutto
Red Riding: 1974
Le indagini sullo squartatore dello Yorkshire, il serial killer che seminò il terrore nella contea inglese negli anni '70 e '80. 1974: paranoia, sfiducia e corruzione per la polizia della regione. Il giovane reporter Eddie Dunford cerca la verità... Leggi tutto
1981
1981. La famiglia Trogi cambia casa, sobbarcandosi un pesante mutuo. Il piccolo Ricardo, undici anni, è così costretto a fare i conti con una serie di cambiamenti: la casa, la scuola, la difficoltà a fare nuove amicizie, un diverso contesto sociale, la ragazzina del primo banco... Leggi tutto
Dear Lemon Lima
Quando Vanessa, solitaria ragazza eschimese, viene lasciata dal suo grande amore, l'iperintellettuale Philip, trascorre l'estate ossessionata dalla propria straziante tragedia, contando i giorni che mancano all'inizio del semestre alla Nichols School... Leggi tutto
The Be All and End All
Robbie e Ziggy sono due quindicenni convinti di restare amici per sempre. Ma quando Robbie ha un collasso e gli viene diagnosticata una grave malattia cardiaca, improvvisamente il "per sempre" non sembra più così lontano... Leggi tutto
My Flesh My Blood
Tra il dramma e la commedia sentimentale, My Flesh My Blood di Marcin Wrona paga una sceneggiatura non perfetta, ma si salva grazie a una regia matura e al contributo degli interpreti. Al Festival del Film di Roma, nella sezione L'Altro Cinema/Extra. Leggi tutto
Skellig: The Owl Man
Film per ragazzi con qualche ambizione, Skellig segna il ritorno al grande schermo della regista londinese, ancora una volta alle prese con un cast di livello. Star e centro gravitazionale della pellicola è ovviamente Tim Roth. Leggi tutto
The Last Days of Emma Blank
In una grande casa di campagna, la proprietaria Emma Blank è molto malata e i domestici si prendono cura di lei: Haneveld il governante, Bella la cuoca, Gonnie la cameriera e Meier il servitore. Malgrado il suo disperato bisogno di cure amorevoli, Emma è inflessibile, avara e dittatoriale... Leggi tutto
Brooklyn’s Finest
Corruzione, soldi sporchi, droghe, sangue e tanto piombo, Antoine Fuqua torna alle atmosfere crude e marce del fortunato e adrenalinico Training Day per dare vita a un poliziesco metropolitano vecchio stampo. Leggi tutto
Mr. Nobody
Nemo Nobody conduce un'esistenza ordinaria al fianco della moglie Elise e dei loro tre bambini fino al giorno in cui il suo universo collassa e lui si sveglia nel 2092. A 120 anni Mr. Nobody è l'uomo più anziano, ultimo immortale appartenente a una nuova razza in cui nessuno muore più... Leggi tutto
Lola
Dopo gli eccessi di Kinatay, Brillante Mendoza torna con Lola alla corrente più intimista del suo cinema, quella a lui più consona, e lo fa con uno sforzo evidente, ma riuscendo infine a lasciarsi guidare dalla vita che pulsa per le strade di Manila. Leggi tutto
Accident
Accident porta in concorso a Venezia il cinema di Cheang Pou-soi, regista quasi completamente sconosciuto in Italia ma in grado di ritagliarsi un ruolo di tutto rispetto nel sistema produttivo di Hong Kong. Prodotto dalla Milkyway di Johnnie To. Leggi tutto
Prince of Tears
Diviso in due capitoli, diseguali per durata e ispirazione, Prince of Tears scandaglia le vicende personali e amorose di una famiglia, per meglio tratteggiare la condizione e lo stato d’animo di una nazione ferita, oppressa, dissanguata. Leggi tutto
Scheherazade, Tell Me a Story
Nel portare nuovamente alla ribalta il ruolo della donna, declinato tra l'altro in ogni sua possibile deriva umana, Nasrallah in Scheherazade, Tell Me a Story compie un'azione dinamitarda e profondamente politica. Fuori concorso a Venezia 66. Leggi tutto
Valhalla Rising
Con questo suo nuovo film, sia pur intriso di rimandi al wuxia cinese e ai pepla, Nicolas Winding Refn costruisce una tensione emotiva ed estetica - con al centro la forza ineluttabile della natura - che arriva a lambire il terreno del cinema di Werner Herzog e quello di Terrence Malick. Leggi tutto
Mother
Mother scardina la convenzione e capovolge le regole: tutto è concesso a una madre che inventa la sua storia pur di non accettare quella vera, che soffre e si dispera, che perde e ritrova la complicità del figlio. Leggi tutto
Kinatay
Nel bene e nel male che sia, Brillante Mendoza non finisce mai di stupire. Lo dimostra in pieno Kinatay, presentato a Cannes nel 2009. Leggi tutto
L’épine dans le coeur
Con L'épine dans le coeur Michel Gondry entra nei segreti oscuri della sua famiglia, partendo dal ritratto di una zia insegnante e dal carattere arcigno. E, oltre alla rivelazione documentaristica, il regista francese non rinuncia - giustamente - neppure in questa occasione a sprazzi di cinema visionario. Leggi tutto
Fireball
Presentato al Far East 2009 in un piccolo focus sul thai action, Fireball è un film di genere che tradisce le attese, non riuscendo a offrire un adeguato apparato spettacolare e prendendosi decisamente troppo sul serio... Leggi tutto
Scandal Makers
Scandal Makers è un ottimo esempio di cinema commerciale. Le sue uniche pretese, intrattenimento e divertimento, sono ampiamente rispettate, tanto da far passare in secondo piano alcuni sviluppi narrativi palesemente forzati. Leggi tutto
K-20: Legend of the Mask
Shimako Satō riempie i vuoti spettacolari con alcune divertenti gag, rimarcando lo status di film per tutti del simpatico blockbuster giapponese K-20: Legend of the Mask, presentato al Far East Film Festival 2009. Leggi tutto
Rough Cut
Più convincente nei suoi sviluppi puramente spettacolari piuttosto che nelle suggestioni teoriche, l'esordio di Hun Jang gioca sul contrasto tra il viziato e rissoso attore Su-ta e il magnetico malavitoso Gang-pae. Leggi tutto
A Frozen Flower
Coraggioso nell'affrontare tematiche poco consuete per il cinema coreano, A Frozen Flower è un ipermelodramma erotico senza controllo, senza misura. Presentato al Far East di Udine. Leggi tutto
Drop
Sostenuto da una maggiore capacità di sintesi e sottrazione, Drop sarebbe stato un gioiellino. Resta più che godibile e soprattutto rappresenta un'incoraggiante opera prima. Oltre alla felice scelta del cast, il film ha un ritmo sostenuto, con ottime scene di lotta, parecchie gag spassose e un prevedibile ma assolutamente gustoso rimando all'universo dei manga e degli anime. Leggi tutto
Cape No. 7
Presentato al Far East 2009, Cape No. 7 è essenzialmente un musicarello. Un po' commedia, un po' melodramma, numerosi personaggi stereotipati, canzoncine, sole, cuore, amore, qualche lacrima... Leggi tutto