Baghead
Baghead è la conferma del folle cinema dei fratelli Duplass, qui alle prese con la rilettura del tutto personale del thriller. Tra i protagonisti una ancora sconosciuta Greta Gerwig. Leggi tutto
Cry me a river
Con il cortometraggio Cry me a river Jia Zhangke sceglie come location la Venezia d'Asia, Suzhou. Un'occasione per un viaggio nella memoria, intima e di una nazione. A Venezia 2008. Leggi tutto
Una semana solos
Teenager e bambini allo sbando in un territorio limitato a quello del loro vicinato, un modellino in scala di una piccola città: case con giardini, una scuola, un salone per le feste, una piscina. In un percorso che va dal divertimento alla noia, senza genitori nei paraggi... Leggi tutto
Queens of Langkasuka
Queens of Langkasuka segna il ritorno alla regia di Nonzee Nimibutr, tra i padri fondatori della new wave thai nel corso degli anni Novanta. Un'opera mastodontica dal sapore d'altri tempi, presentata fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Leggi tutto
Inland
Malek, un topografo che conduce una vita quasi da recluso, cede alle pressioni dell’amico Lakhdar e accetta un lavoro in una regione dell’Algeria occidentale... Leggi tutto
Cucumber
Povertà, precarietà, rassegnazione, prostutuzione e via discorrendo: la Cina fotografata da Zhou Yao-wu non lascia praticamente scampo. Opera prima sulla scia di Jia Zhangke, Cucumber è stato presentato alla Settimana della Critica 2008. Leggi tutto
The Visitor
Il giovane regista finlandese Jukka-Pekka Valkeapää esordisce al lungometraggio con The Visitor, misterica incursione nella foresta, tra il fiabesco e il drammatico. Leggi tutto
Paper Soldier
Paper Soldier si dimostra da subito non la ricostruzione di un evento storico, bensì l’analisi della rivoluzione (apparente) che sconquassò l’URSS a ridosso della morte di Stalin: per un pugno di febbrili anni, l’intellighenzia sovietica si convinse di aver trovato la vera, definitiva, via al socialismo... Leggi tutto
Hooked
Hooked di Adrian Sitaru, presentato alle Giornate degli Autori, conferma lo splendido stato di salute del cinema rumeno; un esordio rimarchevole, che scava nella quotidianità borghese rumena e la scandaglia attraverso il racconto di un picnic domenicale. Leggi tutto
Melancholia
La poesia, la guerriglia nella foresta, l'ideologia. Il cinema di Lav Diaz non ha paragoni nel resto del panorama mondiale, e ogni film appare come un'epifania. Leggi tutto
Sell Out!
L'opera prima del malese Yeo Joon-han è una strampalata commedia sentimentale e musicale dagli esiti perennemente imprevedibili. In concorso alla Settimana della Critica della Mostra del Cinema di Venezia 2008. Leggi tutto
Inju, la bête dans l’ombre
Per l’uscita del suo nuovo libro, Alex Fayard è inviato in Giappone. Una sera incontra Tamao, una geisha che gli confida le sue angosce: è minacciata da un suo ex amante che potrebbe essere il romanziere Shundei Oe... Leggi tutto
Achille e la tartaruga
“Devo essere quasi morto per avere delle idee”. E quasi muore davvero Kitano nell’inseguire la tartaruga, sempre un pizzico avanti a lui, come l’Achille del paradosso di Zenone: Achille e la tartaruga, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Leggi tutto
Perfect Life
L'insistita estetica low-budget e il ritratto di una Cina contemporanea sempre più crudele e monadistica non riescono a fare di Perfect Life, seconda regia di Emily Tang, una degna emula di Jia Zhangke. Leggi tutto
Jerichow
Ennesimo adattamento da Il postino suona sempre due volte di James Cain, Jerichow si perde presto in un mare di cliché, facendo dimenticare anche alcuni illuminanti squarci visivi, che pure vi sono nel film di Petzold. Leggi tutto
The Last Winter
Fesseden si conferma regista maturo, in grado di affrontare i temi a lui più cari in chiave orrorifica e sfruttando in pieno le atmosfere a lui più congeniali. Un cineasta coraggioso, intrepido e cronenberghianamente coerente. Leggi tutto
Altar
Altar racchiude in qualche modo al suo interno la quintessenza del cinema di Rico Maria Ilarde, regista filippino che si muove nel campo dell'horror autarchico, con produzioni a bassissimo costo e un solido immaginario di riferimento. Ma l'ispirazione? Leggi tutto
Adrift in Tokyo
Visto al Far East Film Festival di Udine, Adrift in Tokyo conferma la statura autoriale del cinema di Satoshi Miki, tra lirismo e grottesco. Leggi tutto
The Rebel
Durante l’occupazione francese in Vietnam, un agente della polizia segreta collabora con gli occupanti per stanare i ribelli: aprirà gli occhi sulla condizione del suo Paese dopo aver assistito alle brutali torture inflitte dai suoi colleghi alla figlia del capo dei rivoltosi… Leggi tutto
Our Town
Il tenente Jae-shin, lo scrittore Gyeong e il giovane Hyo-yi hanno più di uno scheletro nell’armadio: quando in città un serial killer comincia a uccidere delle donne, seviziandole e poi crocifiggendole, dal passato dei tre iniziano a emergere inquietanti verità… Leggi tutto
Forever The Moment
Mi-sook è una validissima giocatrice di pallamano, ma la sua carriera sembra destinata a finire. Ma quando si presenta la possibilità di partecipare alle Olimpiadi, Mi-sook raggiunge le sue vecchie compagne… Leggi tutto
Death Note: L Change the World
Rispetto ai primi due episodi, Nakata aggiunge una maggior crudezza, ma non riesce a gestire la commistione di generi e non riempie il vuoto lasciato dal demone Ryuuk, spalla quasi comica nelle precedenti pellicole... Leggi tutto
Continental, un film sans fusil
Un uomo scende da un autobus e poi sparisce, mentre la moglie lo attende invano... Un anziano, abbastanza squattrinato, deve rimediare quindicimila euro per salvare denti e mandibola... Un padre di famiglia inizia la sua nuova attività di assicuratore, lontano da casa... Leggi tutto
Sad Vacation
Sad Vacation segna un nuovo capitolo nel romanzo per immagini di Shinji Aoyama: un viaggio disperato ma non privo di dolcezze nell'universo familiare. Leggi tutto