The Rainmaker
L'esordio alla regia dell'indonesiano Ravi Bharwani. Un'opera ammaliante, dura, evocativa e di grande potenza espressiva. A Locarno 2006 nella sezione Open Doors. Leggi tutto
L’avion
I buoni propositi di Cédric Kahn permeano gran parte de L'avion e il triangolo ragazzino-padre-aeroplano è gestito con leggiadria, ma l'atmosfera creata viene stravolta e contraddetta da una sottotrama inutile e da un personaggio posticcio e stereotipato. Leggi tutto
Dance of the Dead
Lontano dai consueti territori hooperiani e basato su un racconto di Richard Matheson, Dance of the Dead è science-fiction postnucleare con alcune venature orrorifiche. Terzo episodio della serie Masters of Horror. Leggi tutto
Citizen Dog
Il folle pastiche pop di Wisit Sasanatieng trova in Citizen Dog il suo apice artistico. Un viaggio senza sosta in un universo in cui il bizzarro e il credibile si fondono alla perfezione. Leggi tutto
Princess Raccoon
Superati gli ottant’anni, Seijun Suzuki dona un’ennesima dimostrazione di libertà formale, mettendo in scena un'operetta immaginifica e fuori da qualsiasi canone. Leggi tutto
Mob Sister
Presentato in concorso al Torino Film Festival, Mob Sister è appesantito da una scrittura disodinata e dalla messa in scena patinata di Wong, dal sovrabbondante e invasivo ricorso ai ralenti. Leggi tutto
Vokaldy Paralelder
L'immaginifica opera-concerto di Rustam Khamdamov, in cui si mescolano avanguardia e documentario, finzione e ripresa del reale. A Venezia 2005 nella sezione Orizzonti. Leggi tutto
L’ignoto spazio profondo
Presentato a Venezia 2005 nella sezione Orizzonti, L'ignoto spazio profondo di Werner Herzog penetra l'apparato visivo-sensoriale dello spettatore e punta dritto ai centri nervosi più complessi e raffinati. Leggi tutto
Brick
Brick segna l'esordio alla regia del trentaduenne Rian Johnson. Un teen-movie mascherato da noir, teso e doloroso viaggio agli inferi. Leggi tutto
The Valiant Ones
All'interno della ricca selezione della retrospettiva “Storia segreta del cinema asiatico” è stato possibile recuperare anche una gemma semi-sconosciuta di King Hu, padre del wuxia moderno. Alla Mostra di Venezia 2005. Leggi tutto
I banditi del tempo
Film spesso poco ricordato all'interno della filmografia di Terry Gilliam, I banditi del tempo è un patchwork visivo che spazia dalla filiazione cartoonistica al demenziale, passando per il vaudeville, fino ad approdare all’onirismo. Leggi tutto
Lavoratori
Tommaso Cotronei filma un lavoro essenziale, antiretorico e straordinariamente coerente a sé; un esempio di cinema documentario a parte, stimolante e assolutamente non omogeneizzato. Nel concorso video del Festival di Locarno 2005. Leggi tutto
Haze
Shinya Tsukamoto fa sprofondare lo spettatore in un incubo claustrofobico, nel quale la sola speranza è quella di riuscire prima o poi a "riveder le stelle"... Leggi tutto
Lady by the Sea
Lady by the Sea non affonda il coltello, non smaschera totalmente il lato oscuro del sogno americano, non mostra il volto rapace della maestosa Aquila, rimane per troppo pudore falsamente equidistante. Leggi tutto
Hypnotized
Il lungometraggio diretto da Kim In-sik cerca di abbracciare un po' tutti i generi, regalando momenti erotici gratuiti e impreviste impennate splatter piuttosto risibili. Non è un caso di felice contaminazione di generi. Tutt'altro. Leggi tutto
Undertow
Presentato in concorso al Torino Film Festival 2004, Undertow conferma il talento da metteur en scene di David Gordon Green, qui alle prese con una tragedia agreste violenta, sporca e umida. Leggi tutto
W la foca
Sepolto da ventidue anni nei magazzini della Titanus, torna W la foca, film-fantasma di Nando Cicero del 1982, scatenata epitome della commedia sexy. A Venezia 2004 per la retrospettiva Italian Kings of the B's. Leggi tutto
Vital
L'ottavo lungometraggio di Shinya Tsukamoto, prosegue l'evoluzione del percorso autoriale del regista nipponico, pur lasciando alcuni dubbi. Leggi tutto
Singles
Ispirato al romanzo Christmas at Twenty-Nine del giapponese Toshio Kamata, Singles osserva con occhio benevolo e un po' superficiale la generazione dei quasi trentenni benestanti delle odierne metropoli sudcoreane. Leggi tutto
…ing
La liceale Min-ah ha trascorso gran parte della vita in ospedale e la sua malattia è potenzialmente letale. La madre, Mi-sook, cerca in tutti i modi di farle vivere il presente, di farle avere tutto ciò che potrebbe perdere all'improvviso... Leggi tutto
Wild Card
Un poliziotto navigato e il suo collega, giovane e vigoroso. Una bellissima ragazza da conquistare. Dei capi mafia un po’ ridicoli. Andrebbe tutto bene se non ci fossero in giro degli spietati assassini che nessuno riesce a trovare... Leggi tutto
The Uninvited
Presentato al Far East Film 2004, e opera d'esordio della regista sudcoreana Lee Su-yeon, The Uninvited non fa sobbalzare sulla poltrona e non regala scosse di adrenalina ma lascia un retrogusto di inquietudine duro da scacciare. Leggi tutto