La tomba delle lucciole
Arriva nelle sale La tomba delle lucciole di Isao Takahata, capolavoro straziante realizzato nel 1988 dallo Studio Ghibli. In perfetto equilibrio tra realismo e lirismo, con un'onestà quasi spietata, Takahata mette in scena il destino privo di speranza di due fratellini inghiottiti dallo spaventoso scenario della Seconda guerra mondiale. Leggi tutto
Sasha e il Polo Nord
Sasha e il Polo Nord di Rémi Chayé è l'ennesima dimostrazione della qualità ed estrema vivacità del cinema d’animazione transalpino. L’animazione tradizionale è vivissima. A Roma 2015 e al Future 2016. Leggi tutto
Hotel Transylvania 2
Indirizzato, come il suo predecessore, al pubblico più giovane, Hotel Transylvania 2 non aggiunge molto a quanto visto nel prototipo, presentando anzi uno script più sfilacciato e pretestuoso. Leggi tutto
Nausicaä della Valle del vento
Arriva finalmente nelle sale il secondo lungometraggio scritto e diretto da Miyazaki, opera seminale dello Studio Ghibli. Archetipo degli eco-faniasy, Nausicaä mantiene intatta la potenza grafica, cromatica e immaginifica. Una pellicola, per caratteristiche tecniche e produttive, probabilmente irripetibile. Leggi tutto
Anomalisa
In Concorso a Venezia 2015, Anomalisa è un bicchiere mezzo pieno. Kaufman lavora di sottrazione, sfrondando lo script dalle consuete complessità, mentre Johnson assicura un’animazione di buona fattura. Però, nel complesso, permane un retrogusto di occasione mancata... Leggi tutto
Intervista a Georges Schwizgebel
Autore di ventuno cortometraggi d’animazione, dal 1971 a oggi, lo svizzero-francese Georges Schwizgebel è fautore di una tecnica originale, artigianale, che consiste nel dipingere a mano ogni fotogramma. Lo abbiamo intervistato a Locarno, dove ha presentato il suo nuovo film, Erlkönig. Leggi tutto
Minions
Con questo Minions, la Illumination Entertainment dedica uno spin-off agli acclamati aiutanti del cattivissimo Gru: le premesse non erano poi delle peggiori, ma il risultato, nel suo complesso, soffre di convenzionalità. Leggi tutto
Dolcezza Extrema
Presentato alla trentacinquesima edizione del Fantafestival, Dolcezza Extrema di Alberto Genovese è una frastornante cavalcata sulle ali di un immaginario weird e iper-contaminato. Leggi tutto
Intervista a Riyoko Ikeda
Il nome di Riyoko Ikeda rimane indissolubilmente legato al suo personaggio più celebre, quella Lady Oscar, protagonista del manga Le rose di Versailles, eroe/eroina nella Francia prerivoluzionaria per la quale “anche nel duello eleganza c’è”. Abbiamo incontrato Riyoko Ikeda a Bologna, nell’ambito della manifestazione NipPop 2015. Leggi tutto
Il piccolo principe
Presentato a Cannes, The Little Prince di Mark Osborne rilancia le ambizioni produttive dell’animazione europea, soprattutto francese. Più dei limiti narrativi, ci interessano l’utilizzo della stop motion e la coesistenza con la computer grafica. Leggi tutto
Inside Out
In una fase produttiva contrassegnata da troppi sequel, la Pixar ritrova in Pete Docter e nel suo Inside Out le certezze degli anni passati. Una pellicola sfavillante nei colori, nel ritmo e nella scrittura, come sempre pensata, calibrata e realizzata per essere family friendly dal primo all’ultimo pixel. Leggi tutto
Quando c’era Marnie
Dopo essere passato a Rotterdam, esce in sala l’ultimo lavoro dello Studio Ghibli, che potrebbe tracciare il futuro, eventuale, della leggendaria ‘bottega’ di anime nel post Miyazaki e Takahata. Leggi tutto
Big Hero 6
Destinato a radere al suolo il box office, Big Hero 6 mette in mostra ragguardevoli caratteristiche tecnico-artistiche e avvincenti sequenze action. Divertente, a tratti commovente, il 50° classico della Disney sacrifica però lo sviluppo narrativo... Leggi tutto
Intervista a Richard Williams
Il nome non dirà molto ma bastano alcune sue opere, Chi ha incastrato Roger Rabbit e due titoli animati della serie della Pantera rosa, per avere un’idea dell’importanza di Richard Williams nel cinema d’animazione. Lo abbiamo intervistato alla 33esima edizione delle Giornate del Cinema Muto. Leggi tutto
La canzone del mare
Presentato al Festival di Roma nella sezione Alice nella città, Song of the Sea conferma il talento visivo e narrativo dell’irlandese Tomm Moore. Un altro piccolo miracolo dopo il sorprendente The Secret of Kells. Leggi tutto
L’animazione ucraina a Pordenone
Alle Giornate del Cinema Muto omaggiata anche l’animazione ucraina delle origini, con un programma di otto corti, il materiale sopravvissuto della produzione degli studi VUFKU di Kiev, Odessa e Kharkiv tra il 1927 e il 1931. Leggi tutto
Il magico mondo di Oz
A parte i più piccoli, che forse si emozioneranno per le canzoni di Violetta, resta difficile identificare un pubblico adatto al film di Will Finn e Dan St.Pierre, lungometraggio d’animazione dallo stile e dalle trovate non particolarmente originali. Leggi tutto
Dragon Trainer 2
Dean DeBlois firma un sequel tecnicamente ineccepibile, ma sostanzialmente superfluo, narrativamente soffocato dalla sovrastruttura spettacolare. Leggi tutto