The Hurt Locker
Con The Hurt Locker Kathryn Bigelow mira a ricordarci che la guerra è droga, e chi entra nel suo vortice non avrà mai la possibilità di uscirne indenne. Leggi tutto
Doomsday – Il giorno del giudizio
Neil Marshall si lancia nel filone post-apocalittico, guardando dalle parti di John Carpenter e George Miller, ma anche al John Boorman di Excalibur. Un'opera affascinante, non del tutto compiuta ma che conferma il talento visivo del regista britannico. Leggi tutto
Teza
La cronaca del ritorno dell’intellettuale africano Anberber al suo paese d’origine durante il repressivo regime marxista di Haile Mariam Mengistu e della presa di coscienza del proprio disallineamento e della propria impotenza di fronte alla dissoluzione dei valori umani e sociali del suo popolo... Leggi tutto
Ponyo sulla scogliera
Plasmando un intreccio che riecheggia Hans Christian Andersen, Miyazaki sposa il punto di vista dei sui piccoli protagonisti, raccontandoci una storia di poetica, inarrivabile, semplicità. Leggi tutto
Machan – La vera storia di una falsa squadra
Curiosa coproduzione che ha coinvolto Italia, Germania e Sri Lanka, Machan - La vera storia di una falsa squadra percorre la strada della comicità, seppur infarcita di buoni sentimenti e di quel classico spirito di rivalsa sociale che contraddistingue buona parte del cinema sportivo. Leggi tutto
Stella
Il passaggio dall'infanzia all'adolescenza di Stella, con tutti i suoi contrasti e le sue problematiche, è reso con una semplicità e una pervicace negazione degli elementi climatici che è impossibile non applaudire. Presentato alle Giornate degli Autori. Leggi tutto
Kung Fu Panda
Po è il fan di kung fu più sfegatato che si sia mai visto. Improvvisamente chiamato a esaudire un’antica profezia, i sogni di Po si avverano e il panda entra a far parte del mondo del kung fu per allenarsi al fianco dei suoi idoli, i leggendari Cinque Cicloni... Leggi tutto
Ombre dal passato
Remake del thailandese Shutter di Banjong Pisanthanakun e Parkpoom Wongpoom, Ombre dal passato è un horror senza inventiva e privo della capacità minima di costruire una tensione credibile. Con Joshua Jackson, già star di Dawson's Creek. Leggi tutto
Un altro pianeta
Il convincente esordio nel lungometraggio di Stefano Tummolini: nessun edulcorante politically correct,  nessuna sensazione plastificata davanti alle sue immagini, ma semmai un certo sapore del vero, sempre più raro da trovare nel nostro cinema. Leggi tutto
Beket
Davide Manuli torna al cinema omaggiando Aspettando Godot. Un film alieno, come il cinema di un regista prezioso. Leggi tutto
Invincibile
Con Invincibile, che esce in sala a ben sette anni di distanza dalla sua presentazione veneziana, Herzog torna all'opera di finzione per mettere in scena - nel ritratto di un erculeo ebreo vissuto nella Germania nazista - la perenne lotta dell'uomo contro la natura, in un universo dominato dal caos. Leggi tutto
Il cavaliere oscuro
Un film che rappresenta uno dei connubi più riusciti negli ultimi anni tra spirito autoriale ed esigenze mainstream, capace di evitare compromessi sia con l'aspetto più direttamente introspettivo della vicenda che con quello spettacolare... Leggi tutto
Dante 01
Dante 01 è una prigione spaziale in orbita nell'atmosfera soffocante di Dante, un pianeta ostile. All'interno sono rinchiusi sei tra i più pericolosi criminali dei mondi circostanti: vengono sottoposti a misteriosi e orribili esperimenti genetici... Leggi tutto
Hellboy: The Golden Army
Con la rottura di un’antica tregua tra l’umanità e i figli originari della Terra, sta per scatenarsi un putiferio. L’anarchico Principe degli inferi Nuada si è stancato di secoli di rispetto e ubbidienza verso il genere umano. Solo Hellboy può fermare il tenebroso sovrano e salvare il mondo... Leggi tutto
La canzone più triste del mondo
Tra squarci espressionisti, filologiche riprese degli agit-prop della scuola sovietica e incursioni traboccanti di pathos nel realismo francese La canzone più triste del mondo di Guy Maddin compone un sublime e articolato canto in onore del cinema che fu. Leggi tutto
Le morti di Ian Stone
Un prodotto di genere che non sembra mai voler nascondere la propria realtà da catena di montaggio industriale, ma che quantomeno mantiene dall'inizio alla fine una professionalità che troppo spesso viene letteralmente dimenticata nel cassetto. Leggi tutto
12
Nikita Michalkov con 12 rilegge La parola ai giurati, scegliendo come imputato un ragazzo ceceno. Ne viene fuori un ritratto aspramente critico della Russia putiniana e della sua politica repressiva nei confronti della Cecenia. Leggi tutto
Che la fine abbia inizio
Che la fine abbia inizio di Nelson McCormick, remake di un classico (per quanto stanco) del 1980, certifica lo stato di crisi dell'horror a Hollywood e dintorni. Una crisi di idee, ma anche e soprattutto di immaginario. Leggi tutto
Joshua
Con Joshua George Ratliff si impegna a narrare il lato oscuro di un bambino di nove anni, nell'ennesima rappresentazione cinematografica dell'innocenza apparente del Male. Con Vera Farmiga e Sam Rockwell a interpretare gli inconsapevoli, e disperati, genitori. Leggi tutto
Ken il guerriero – La leggenda di Hokuto
Alla fine del 21° secolo la terra è sconvolta da un terribile conflitto nucleare che ha portato tutte le civiltà al collasso sociale ed ambientale. Le bande saccheggiano e assalgono gli insediamenti dei sopravvissuti. Gli eredi di due antichissime scuole di arti marziali ancestrali... Leggi tutto
Dr. Plonk
Dr. Plonk non è una rilettura del cinema dell’epoca e non è neanche un omaggio parodistico al cinema che fu: è, niente di più e niente di meno, un film muto. Leggi tutto
La notte non aspetta
Il Detective Tom Ludlow si sta ancora riprendendo dalla morte della moglie e trova conforto nella bottiglia. Vive nell’oscurità delle strade e, anche se lavora da solo, è in servizio sotto la protezione dell’Ad Vice e del suo leader, l’enigmatico Capitano Jack Wander... Leggi tutto
Le ragioni dell’aragosta
Sabina Guzzanti riunisce il gruppo di Avanzi e lo porta in Sardegna per ragionare sulle difficoltà dei pescatori e sul senso del mettere in scena avvenimenti distanti dal proprio quotidiano: Le ragioni dell'aragosta. Leggi tutto
Rovine
Senza puntare troppo l'accento sugli aspetti più truculenti della vicenda, e saltando a pie' pari le strizzatine d'occhio cinefile a cui ha abituato Eli Roth, Rovine mantiene una dignità che gli permette di evitare le insidie date dallo scoglio del prevedibile... Leggi tutto
Lower City
Se c’è qualcosa che davvero non si può rimproverare al cinema brasiliano è la volontà di voler ragionare sulle problematiche sociali che attanagliano da sempre quella che fu, da principio, colonia portoghese... Leggi tutto
E venne il giorno
Con E venne il giorno, M. Night Shyamalan - nel mettere in scena la catastrofe dell'umanità con al centro il simbolo, concreto e allegorico, del vuoto - si conferma come uno degli autori più interessanti del cinema contemporaneo. Leggi tutto
Gardener of Eden
Dove sta andando a finire l'America? Questo l'interrogativo preoccupante che scaturisce spontaneo dalla visione di Gardener of Eden, primo lungometraggio di quel Kevin Connolly che ha passato i primi diciotto anni della sua carriera di attore a barcamenarsi tra serial e film più o meno di successo... Leggi tutto