La grande bellezza
Con La grande bellezza Paolo Sorrentino porta a termine un'operazione ambiziosa e nel complesso riuscita: quella di alzare un inno a Roma, alle sue miserie quotidiane e al vuoto dell'umanità. Leggi tutto
Muffa
Basri è un uomo solitario, che lavora come guardiano delle ferrovie, controllando ogni giorno a piedi chilometri di binari nel vasto paesaggio dell'Anatolia... Leggi tutto
Su Re
L'opera seconda di Columbu è un viaggio atemporale e aspaziale che trova nella musicalità del dialetto sardo il suo battito cardiaco: un viaggio rigoroso e duro, sicuramente spigoloso ma non gratuitamente ostico. Leggi tutto
Zero Dark Thirty
Inevitabilmente ambigua, e sin troppo attenta a non prendere posizione su nulla, le nona regia della Bigelow è un'opera importante più per quel che porta sullo schermo che per il modo in cui lo fa. Leggi tutto
No – I giorni dell’arcobaleno
Larraín integra i materiali di archivio in modo naturale al girato ex-novo, senza che appaiano come corpi estranei, e si permette una riflessione, acuta e mai banale, sul valore politico non solo di ciò che si filma, ma anche di come lo si filma. Leggi tutto
Thy Womb
Il nuovo film di Brillante Mendoza, Thy Womb, in concorso al festival di Venezia, non raggiunge gli esiti eccellenti di molto suo cinema precedente ma si avvale comunque della splendida interpretazione di Nora Aunor, icona del cinema filippino. Leggi tutto
Qualcosa nell’aria
Un coming-of-age scritto in punta di penna, dove se Assayas non si sporca fino in fondo le mani come avvenuto in passato, lasciando che gli eventi si susseguano senza aprire squarci emozionali, è per una precisa scelta estetica. Leggi tutto
Monsieur Lazhar
Monsieur Lazhar è un film intenso ed emozionante che si affida alla sola forza delle parole, dei silenzi e delle immagini e arriva diritto al cuore, con sincerità, amore e un tocco di poesia. Leggi tutto
Amour
Viaggio al termine di una notte che non ha fine, Amour di Michael Haneke mostra la disgregazione umana in grado di andare al di là di qualsiasi autodifesa della logica. Leggi tutto
Re della terra selvaggia
L'esordio al lungometraggio di Benh Zeitlin, presentato nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes, gronda creatività e vitalità, talento visivo e tecnico, capacità di scrittura. Leggi tutto