Intervista a David Robinson
Abbiamo intervistato David Robinson direttore uscente delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone. Abbiamo parlato del suo mandato, iniziato nel 1997, del suo successore Jay Weissberg, di film perduti e ritrovati e, naturalmente, di pellicola e digitale. Leggi tutto
Intervista a Naum Kleiman
Chi ha paura oggi di un Museo del Cinema? Probabilmente chi non sa a cosa serva o chi lo sa benissimo e non vuole che la sua missione prosegua. Sono tante le riflessioni che possono nascere da un fatto inquietante come la chiusura del Museo del Cinema di Mosca. Alle Giornate del Cinema Muto abbiamo intervistato Naum Kleiman, ex direttore di quel Museo. Leggi tutto
Intervista a Sergio M. Germani
"Credo che il modo più giusto per realizzare un festival sia il fatto di essere disponibili ad accogliere delle cose che ti arrivano, che è anche il modo migliore - come ci insegna Rossellini - per fare il cinema". Abbiamo intervistato Sergio M. Germani, direttore del festival I Mille Occhi, la cui 14esima edizione si è chiusa lo scorso 23 settembre a Trieste. Leggi tutto
Intervista a Gianluca e Massimiliano De Serio
Con I ricordi del fiume, Gianluca e Massimiliano De Serio, partendo dalla documentazione degli ultimi mesi di vita del campo nomadi Plat di Torino, hanno realizzato un film che ragiona sull'universale concetto di casa/rifugio. Li abbiamo intervistati a Venezia. Leggi tutto
Intervista a Hou Hsiao-hsien
Non capita tutti i giorni di riuscire a intervistare Hou Hsiao-hsien. La ghiotta occasione è stata data, a Venezia, dalla presenza in giuria del regista taiwanese, con il quale abbiamo parlto di cinema, wuxia, montaggio e utilizzo dei formati, Lamorisse e nouvelle vague di Taipei... Leggi tutto
Intervista a Francesco Di Pace
Abbiamo intervistato Francesco Di Pace, che ha concluso con questa edizione l'impegno come Delegato Generale della Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Un modo per fare il punto sulla selezione, sul festival e sul sistema-cinema italiano. Leggi tutto
Intervista a João Salaviza
Abbiamo incontrato a Venezia il giovane regista portoghese João Salaviza, già autore di cortometraggi premiati a Cannes e alla Berlinale, all’esordio al lungometraggio con Montanha, presentato alla 30a edizione della Settimana della Critica. Leggi tutto
Intervista a Liu Shumin
Abbiamo incontrato al Lido l'esordiente regista di The Family, film che ha aperto fuori concorso la trentesima edizione della Settimana Internazionale della Critica, per parlare di piano sequenza, 35mm e cinema cinese contemporaneo... Leggi tutto
Intervista ad Antonio Capuano
Vincitore con Vito e gli altri della Settimana della Critica del 1991, Antonio Capuano è tornato quest'anno per celebrare il trentennale della sezione con un nuovo film, Bagnoli Jungle. Ironico ed eccentrico, carnale e tenero il suo cinema non si smentisce mai, denso di cultura, alta e bassa, di realtà e sentimento. Di questo ed altro abbiamo parlato con il regista partenopeo. Leggi tutto
Intervista a Bahadur Bham Min
Primo film nepalese presentato alla Mostra di Venezia, The Black Hen rievoca gli anni della guerra civile tra maoisti e regime scoppiata nel Paese tra il 1996 e il 2006. Abbiamo intervistato il regista Bahadur Bham Min per parlare del film e della situazione del cinema nepalese. Alla Settimana Internazionale della Critica. Leggi tutto
Intervista ad Adriano Valerio
In Banat (Il viaggio), Adriano Valerio affronta temi ponderosi, come la disoccupazione e il trasferimento all'estero di due trentenni nostrani. Lo abbiamo intervistato a Venezia per parlare di questo suo esordio, selezionato alla Settimana Internazionale della Critica. Leggi tutto
Intervista a Ryusuke Hamaguchi
Ryusuke Hamaguchi, classe 1978, ha portato a Locarno il suo terzo lungometraggio, Happy Hour, opera fiume sulla condizione femminile in Giappone, che ha ottenuto un buon successo nel palmarès. Si è infatti aggiudicato il Pardo per la migliore interpretazione femminile, in ex aequo alle quattro attrici protagoniste, e una menzione per la sceneggiatura. Abbiamo incontrato Ryusuke Hamaguchi al festival svizzero. Leggi tutto
Intervista a Georges Schwizgebel
Autore di ventuno cortometraggi d’animazione, dal 1971 a oggi, lo svizzero-francese Georges Schwizgebel è fautore di una tecnica originale, artigianale, che consiste nel dipingere a mano ogni fotogramma. Lo abbiamo intervistato a Locarno, dove ha presentato il suo nuovo film, Erlkönig. Leggi tutto
Intervista ad Anurag Kashyap
A Locarno abbiamo intervistato Anurag Kashyap, che in Svizzera presentava il suo ultimo film, Bombay Velvet. Un'occasione per parlare di cinema, di Bollywood, di Bombay e... di Thelma Schoonmaker. Leggi tutto
Walter Murch su L’infernale Quinlan
Estratto dell'intervista al montatore Walter Murch, realizzata al Festival di Locarno del 2015, a proposito del lavoro fatto nel 1998 per portare alla luce la versione integrale de L'infernale Quinlan. Leggi tutto
Intervista a Walter Murch
Cosa hanno in comune film così lontani tra loro come Apocalypse Now, Ghost, Il paziente inglese e la versione restaurata di L'infernale Quinlan? Semplice: il montaggio curato da un signore che si chiama Walter Murch. Lo abbiamo incontrato al Festival di Locarno. Leggi tutto
Intervista a Otar Iosseliani
Otar Iosseliani, il “chantrapas”, secondo un termine mutuato da una sua precedente opera, ma anche l’escluso, ovvero l’artista che ha subito l’ostracismo in patria ed è stato costretto a migrare per altri lidi. A Locarno ha presentato il suo nuovo film, Chant d'hiver. L'abbiamo incontrato per parlare del suo cinema e della sua visione del mondo. Leggi tutto
Intervista a Hong Sangsoo
"L’intenzione per me è sempre qualcosa di non interessante. Se dovessi lavorare seguendo le intenzioni non lavorerei, è noioso. Ho bisogno che qualcosa di nuovo e inaspettato mi succeda ogni giorno, per sentirmi vivo e per voler lavorare." Hong Sangsoo, vincitore del Festival di Locarno con Right Now, Wrong Then, ci spiega i segreti della sua prassi registica. Leggi tutto
Intervista a Renato Berta
"La luce non sta lì solo per impressionare la pellicola o il sensore di una macchina digitale. La luce, in una maniera o nell’altra, deve narrare." In occasione della 29esima edizione del Cinema Ritrovato, abbiamo intervistato Renato Berta, direttore della fotografia per - tra gli altri - de Oliveira, Straub e Huillet, Godard, Resnais e Martone. Leggi tutto
Intervista a Jonathan Rosenbaum
Jonathan Rosenbaum è tra i più importanti studiosi del cinema di Orson Welles, curatore della versione integrale de L’infernale Quinlan e del libro-intervista di Bogdanovich. Lo abbiamo incontrato alla 29esima edizione del Cinema Ritrovato per parlare con lui di Don Chisciotte, di The Other Side of the Wind e delle altre questioni irrisolte intorno all’opera di Welles. Leggi tutto
Intervista a Mauro Bonanni – Seconda parte
Ferreri, Jodorowsky e Claudio Caligari sono solo alcuni dei registi con cui, oltre a Orson Welles, ha lavorato Mauro Bonanni nel corso della sua lunga carriera da montatore. Ne abbiamo parlato con lui nella seconda parte dell’intervista che ci ha concesso, interpellandolo anche sul passaggio dal montaggio analogico a quello digitale. Leggi tutto
Intervista a Riyoko Ikeda
Il nome di Riyoko Ikeda rimane indissolubilmente legato al suo personaggio più celebre, quella Lady Oscar, protagonista del manga Le rose di Versailles, eroe/eroina nella Francia prerivoluzionaria per la quale “anche nel duello eleganza c’è”. Abbiamo incontrato Riyoko Ikeda a Bologna, nell’ambito della manifestazione NipPop 2015. Leggi tutto
Intervista a Mauro Bonanni
Tra gli incompiuti di Welles il Don Chisciotte è il suo progetto più personale e anche quello che, per una serie di questioni irrisolte, rischia seriamente di finire nell’oblio. Ne abbiamo parlato con Mauro Bonanni, che ha lavorato al montaggio del film dall’aprile del 1969 al marzo del ’70. Questa intervista è dedicata a Ciro Giorgini. Leggi tutto
Intervista a Patricio Guzmán
Orso d’Argento per la miglior sceneggiatura all’ultima Berlinale con La memoria dell'acqua, il documentarista cileno Patricio Guzmán ha legato indissolubilmente la sua opera all’esperienza drammatica del golpe e della dittatura di Pinochet. Abbiamo incontrato Guzmán a Bologna, durante il Biografilm Festival che gli ha dedicato un omaggio. Leggi tutto
Intervista ad Apichatpong Weerasethakul
Ancora una volta sulla Croisette, ancora una volta con un capolavoro. Apichatpong Weerasethakul, con Cemetery of Splendour, racconta di un ospedale ricavato da una scuola, dove sono ricoverati dei soldati in uno stato di sonno perenne. Abbiamo incontrato il regista a Cannes. Leggi tutto
Intervista a Massimo Gaudioso
Il racconto dei racconti di Garrone, il prossimo esordio in solitaria come regista, l’exploit quasi vent’anni fa con Il caricatore, la sceneggiatura del nuovo film di Verdone, lo stato delle cose nella commedia italiana. Di questo e di altro ancora abbiamo parlato con lo sceneggiatore e regista Massimo Gaudioso. Leggi tutto
Intervista a Bertrand Tavernier
In attesa di ricevere il Leone d'Oro alla carriera alla prossima edizione del Festival di Venezia, Bertrand Tavernier è stato premiato anche al Festival del Cinema Europeo di Lecce. Lo abbiamo incontrato in questa occasione per parlare del suo cinema, del suo rapporto privilegiato con Philippe Noiret e di altro ancora. Leggi tutto
Intervista ad Aleksei German Jr.
Conosciuto grazie alla Mostra di Venezia, dove ha presentato The Last Train nel 2003, Garpastum nel 2005 e Paper Soldier nel 2008, Aleksei German Jr. porta avanti un cinema che, in maniera personale e filosofica, riflette sulla storia della Russia. Lo abbiamo incontrato per parlare del suo nuovo film, Under Electric Clouds, in concorso alla Berlinale 2015. Leggi tutto
Intervista a Wang Bing
Uno dei più importanti nomi del cinema documentario, Wang Bing, punta la sua camera sulla vita di un padre e due figli, che vivono in uno spazio di quattro metri quadrati. È il suo nuovo lavoro, Father and Sons, concepito come videoinstallazione e presentato al Festival di Rotterdam, dove abbiamo incontrato il regista. Leggi tutto
Intervista a Edgar Reitz
Abbiamo incontrato Edgar Reitz, in tour per la promozione de L'altra Heimat. Con lui si è parlato di “patria”, “struggimento”, digitale, memoria. E di cinema, ovviamente... Leggi tutto