Bella e perduta
Presentata in concorso al 68° Festival di Locarno, Bella e perduta di Pietro Marcello è una favola e un’opera di impegno civile allo stesso tempo, che ha come protagonisti la maschera di Pulcinella, un bufalo e un pastore realmente esistito ma non per questo meno fiabesco. Leggi tutto
Bota Cafè
Co-produzione italo-albanese-kosovara, Bota Cafè è un'opera sospesa tra onirismo e spietato realismo, un ritratto convincente ed empatico di sopravvissuti a un passato che è oggetto di un impossibile tentativo di rimozione. Leggi tutto
In the Box
Thriller claustrofobico dall'impianto tutt'altro che originale, In the Box di Giacomo Lesina è comunque costruito su un'attenta gestione dei colpi di scena e si vale della volenterosa prova di Antonia Liskova. Leggi tutto
Road 47
Giunto in sala a ridosso delle celebrazioni per il 25 aprile, Road 47 è un insolito esempio di cinema bellico, dalla vocazione anti-spettacolare, che racconta il contributo delle truppe brasiliane alla Liberazione nell'inverno del '44/'45. Leggi tutto
Vergine giurata
Esordio nel lungometraggio di Laura Bispuri, Vergine giurata è stato presentato in concorso alla 65esima edizione della Berlinale. Un film irrisolto e vacuo, limitato da una esasperante sequela di flashback e incapace di costruire situazioni e personaggi davvero significativi. Leggi tutto
Fango e gloria
In occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale e dei 90 anni dell’Archivio Storico Luce arriva nelle sale Fango e Gloria, un esperimento riuscito di contaminazione tra finzione e documentario firmato da Leonardo Tiberi. Leggi tutto
Patria
Selezionato dalle Giornate degli Autori, il film di Felice Farina ripercorre gli ultimi tre decenni di storia del Bel Paese, tra materiale d'archivio e una sconquassata cornice narrativa affidata a Pannofino, Citran e Gabardini. Leggi tutto