La finestra sul cortile
Tra i più celebri e amati capolavori di Alfred Hitchcock c'è senza dubbio La finestra sul cortile, sardonica commedia che inserisce il “delitto” in una cornice prettamente domestica ragionando sul dispositivo dell'immagine, sul voyeurismo non come patologia ma come elemento svelatore. Leggi tutto
La donna che visse due volte
La donna che visse due volte (Vertigo) è con ogni probabilità insieme a La finestra sul cortile e Psycho il più celebrato e studiato tra i film diretti da Alfred Hitchcock. Senza dubbio si tratta del suo titolo più cupo, un’elegia sull’ossessione come primo istinto al possesso dell’altro. Leggi tutto
La congiura degli innocenti
Spesso considerato un film "minore" all'interno della vasta filmografia di Alfred Hitchcock, La congiura degli innocenti ne rappresenta invece uno dei vertici ludici, e perciò sottilmente sadici. Un capolavoro della commedia nera, con protagonista una splendida Shirley MacLaine. Leggi tutto
Intrigo internazionale
Da nord a nord-ovest, secondo il titolo originale, vaga il protagonista di Intrigo internazionale, braccato e braccatore allo stesso tempo. Ma da nord a nord-ovest è anche la direzione in cui soffia il vento della pazzia, stando all'Amleto di William Shakespeare. È un elogio alla follia, Intrigo internazionale. Leggi tutto
L’uomo che sapeva troppo
Nel 1956 Alfred Hitchcock decide di dirigere un nuovo adattamento de L'uomo che sapeva troppo, da lui già messo in scena nel 1934 quando ancora viveva e lavorava in Inghilterra. Un'occasione per ragionare sul concetto di tempo, e di dilatazione dell'attesa. Leggi tutto
Gli uccelli
La Cineteca di Bologna riporta in sala Gli uccelli, capolavoro che Alfred Hitchcock trasse dalla penna di Daphne du Maurier. L'occasione per riscoprire sul grande schermo una delle rare opere d'arte in grado di trovare l'equilibrio tra intrattenimento e avanguardia. Leggi tutto