Slocum et moi
Relegato nella sezione Cinéma de la Plage, l film di Laguionie è l'ennesimo, speriamo non ultimo, piccolo gioiello di un poetico animatore e cineasta che ha attraversato gran parte della storia dell'animazione francese. Un racconto autobiografico, leggiadro e commovente. Leggi tutto
Illusioni perdute
Cinema dall’impianto classico che vola alto in ogni comparto produttivo, Illusioni perdute è la sontuosa riduzione da Honoré de Balzac di Xavier Giannoli, in Concorso a Venezia 78, e dispiega due ore abbondanti di riflessioni filosofiche, giochi di potere e d’amore. Leggi tutto
Le cose che verranno – L’avenir
Il quinto lungometraggio di Mia Hansen-Løve, in concorso alla Berlinale. La felicità, la serenità, il passare degli anni, le tappe inesorabili della vita sono esplorate attraverso le vicende umane di una donna che si avvicina alla sessantina. Leggi tutto
Marguerite
Dopo Superstar, presentato a Venezia 2012, Xavier Giannoli torna in concorso in laguna con Marguerite, tragicommedia d'epoca con protagonista Catherine Frot. Consueti spunti paradossali, ma secondo un'idea di cinema iper-tradizionale e poco stimolante. Leggi tutto
Tre cuori
Tre cuori di Benoit Jacquot tradisce uno stanco appiattimento su mortificanti logiche industriali riproponendo un banalissimo triangolo amoroso. Debolmente ambizioso, risaputo e convenzionale, interpretato da un cast prestigioso ma svogliato. Leggi tutto