Natale da chef
Natale da chef tocca e forse oltrepassa il nadir della commedia natalizia, sbandierando un corpo comico oramai macerato come quello di Massimo Boldi, e spingendo senza tregua sul pedale dell'acceleratore. Un'opera non solo becera, ma stantia, residuo asmatico del passato. Leggi tutto
Com’è bello far l’amore
Com'è bello far l'amore di Fausto Brizzi è un film infarcito di gag che non fanno ridere: una triste realtà, ma che sembra davvero inequivocabile. La costruzione del meccanismo comico si inceppa infatti fin dalle primissime battute. Leggi tutto
Almeno tu nell’universo
Almeno tu nell'universo guarda in modo spudorato a produzioni come Amore 14 e Tre metri sopra il cielo, ma rispetto ai film di Federico Moccia l'esordiente Andrea Biglione si distingue comunque per l'onestà di fondo, nonostante le evidenti debolezze strutturali. Leggi tutto
Una cella in due
Una cella in due di Nicola Barnaba è un film sconclusionato, cui manca un vero e proprio lavoro di scrittura e che rimane indeciso tra una scelta di cabaret duro e puro, con accumulo di gag e refrain comici, e la volontà di confrontarsi con una drammaturgia meno episodica e improvvisata. Leggi tutto
Ex
Ex si muove tra molteplici generi, strizza di continuo l’occhio alla commedia, ma tiene spesso una porta aperta verso la tragedia e il melodramma in modo da realizzare, nelle intenzioni del suo autore, un’opera che sia la più completa possibile. Leggi tutto