Il demonio
Con Il demonio Brunello Rondi esordisce alla regia in solitaria (l'anno prima aveva diretto con Paolo Heusch Una vita violenta) firmando la sua opera più compiuta, in grado di rappresentare l'orrore nel quotidiano, attraverso una messa in scena antropologica e allo stesso tempo "di genere". Leggi tutto
Nata di marzo
Un altro ritratto di solitudine nella lunga galleria femminile (ma non solo) che Antonio Pietrangeli ha dedicato al vuoto esistenziale di tutta un'epoca. Nata di marzo ha le sembianze di una commedia sentimentale aerea e "glamour", ma conserva al fondo un nucleo tragico e amarissimo. Leggi tutto
Lo scapolo
Per la rubrica Un Pietrangeli al mese riscopriamo stavolta Lo scapolo, notissima commedia con Alberto Sordi protagonista, assai distante dalle pratiche di "cinema sordiano" di quegli anni e anticipatrice delle inquietudini pietrangeliane anni Sessanta. Leggi tutto
Souvenir d’Italie
Per la rubrica Un Pietrangeli al mese, riscopriamo stavolta Souvenir d'Italie, opera minore e occasione più platealmente industriale di tutta la sua carriera. Commedia turistica tipicamente anni Cinquanta, con molti debiti anche verso schemi sentimentali American Style. Tra i vari cameo, un esilarante Alberto Sordi. Leggi tutto