Come prima
Come prima, racconto di due fratelli che si ritrovano dopo quasi vent'anni nell'estate del 1957, nasce dall'omonima graphic novel di Alfred: il passaggio dal disegno alla ripresa cinematografica si dimostra però difficoltoso, sia per una narrazione fin troppo semplice sia per la regia di Tommy Weber, non molto ispirata. Leggi tutto
Nostalgia
Per il suo decimo lungometraggio Martone prende spunto da Nostalgia, romanzo postumo di Ermanno Rea. Eccellente protagonista Pierfrancesco Favino, ma non sono da meno Francesco Di Leva e Tommaso Ragno. Leggi tutto
Il bambino nascosto
Scelto come film di chiusura fuori concorso dalla Mostra di Venezia, Il bambino nascosto è il settimo lungometraggio da regista per Roberto Andò, che trae ispirazione da un suo stesso romanzo pubblicato da La nave di Teseo nel 2020. Leggi tutto
Il buco in testa
Con Il buco in testa torna il cinema prezioso - e sempre sottostimato - di Antonio Capuano, qui intento a riflettere sul dolore della memoria, anche politica, e sulla necessità del confronto con se stessi, prima ancora che con gli altri. Splendida Teresa Saponangelo. Fuori concorso al Torino Film Festival. Leggi tutto
Il delitto Mattarella
Con Il delitto Mattarella Aurelio Grimaldi continua il suo racconto della Sicilia, della Storia e della politica, affrontando di petto uno dei casi emblematici del potere mafioso. Ne viene fuori un film sinceramente indignato ma non privo di eccessi di retorica. Leggi tutto
Il sindaco del rione Sanità
Mario Martone, dopo averlo già portato in scena in teatro, adatta per il grande schermo Il sindaco del rione Sanità, una delle pièce fondamentali nell'opera di Eduardo De Filippo. Nel farlo sceglie una interpretazione non sempre convincente del teatro filmato, quasi a suggerire l'impotenza della Settima Arte di fronte al proscenio. Leggi tutto
Bob & Marys – Criminali a domicilio
Al secondo lungometraggio, Francesco Prisco conferma, purtroppo, i limiti già mostrati in Nottetempo, il suo esordio. Bob & Marys prova a inseguire dei modelli di black comedy poco frequentati dal nostro cinema, ma delude su ogni fronte, a partire da un racconto esilissimo, sostanzialmente evanescente. Leggi tutto
Metti la nonna in freezer
Se si riesce a superare l'impatto con la prima mezz'ora a dir poco claudicante e dalla scarsa brillantezza, Metti la nonna in freezer di Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi si dimostra una commedia non priva di ritmo e di soluzioni intelligenti, condotta in porto dall'inedita coppia Leone/De Luigi. Leggi tutto