The Fall Guy
The Fall Guy, nuovo film del regista ex stuntman David Leitch, funziona a dovere, diverte e riesce a dare vita con il suo Colt Seavers al personaggio migliore e più centrato a oggi della sua carriera, grazie anche al bravo e autoironico Ryan Gosling. Leggi tutto
Aquaman e il regno perduto
Aquaman e il regno perduto, secondo episodio "solista" per il supereroe, prosegue con pregi e difetti sulla stessa scia del capostipite, con l'eroe più simpatico e rock del DCEU che cavalca non solo mostri marini ma anche i moniti sul cambiamento climatico. Il tutto avvolto nel flusso costante della CGI. Leggi tutto
Fast X
Aumentano i personaggi e le location e scende vertiginosamente l’adrenalina in Fast X, prima parte dell’epilogo della saga a firma di Louis Leterrier, dove i legami di sangue prevalgono su quelli del team e al motto di “senza onore, niente famiglia”, il melò padre-figlio dilaga e fagocita l’action. Leggi tutto
Dune
Titolo tra i più attesi degli ultimi anni, Dune trova in Villeneuve uno dei pochi registi in grado di compiere l'impresa, di scalare la montagna sacra. Il lavoro di scrittura e messa in scena è chiaro, potente, a suo modo profondamente rispettoso del testo originale. Leggi tutto
The Lego Movie 2: Una nuova avventura
Affidato all'esperienza di Mike Mitchell, cinque anni dopo il capitolo originale, The Lego Movie 2 è un sequel con parecchie frecce al proprio arco, a partire dai mattoncini Duplo e le loro prevedibili implicazioni interpersonali. Leggi tutto
Aquaman
Ipertrofico e fracassone, Aquaman di James Wan non fa altro che confermare, minuto dopo minuto della sua fluviale durata, di essere una sorta di grande magazzino dell'usato, intento costantemente a rispolverare e riciclare il cinema del passato, armato di un gusto vintage kitsch e di poche idee. Leggi tutto
Justice League
Plasmato da più mani, Justice League si rivela un caleidoscopio fuori asse, squilibrato da troppi fattori, da troppi aggiustamenti e ripensamenti. La poetica di Zack Snyder è evidente, ma frenata e in buona parte neutralizzata (e non sempre è un male). Leggi tutto
The Bad Batch
Opera seconda di Ana Lily Amirpour, in concorso a Venezia 73, The Bad Batch è un'interessante operazione sull’America marginale, sui reietti della società, su un mondo da far west dove vige la legge del più forte. Ma scade, e si esaurisce, nella vuota ricerca estetica, peraltro con un immaginario abbastanza povero e comunque già visto. Leggi tutto