The Neon Demon
In concorso a Cannes, The Neon Demon è un thriller/horror che prosegue la radicale stilizzazione narrativa e la costante ricerca estetica/estetizzante di Only God Forgives. Refn tratteggia una metafora piuttosto scarnificata ed evidente, caricandola di una sovrastruttura visiva coerente, ricercatissima. Leggi tutto
Vizio di forma
Tratto dal romanzo omonimo di Thomas Pynchon, arriva in sala il nuovo parto creativo di Paul Thomas Anderson. Un viaggio ipnotico e drogato nell'America degli anni Settanta. Leggi tutto
Gli invisibili
Un antieroe eroe perdente in una realtà incomprensibile e aliena: Gli invisibili sembra un film della New Hollywood e Oren Moverman è un raffinato manierista. Al Festival di Roma 2014 e ora in sala. Leggi tutto
Sucker Punch
Con Sucker Punch Zack Snyder si dimostra regista ambizioso ma non in grado di gestire una materia troppo (poco?) complessa. Un'opera vacua e priva di profondità. Leggi tutto
Il solista
Laddove potrebbe risultare interessante, cioè nella rappresentazione del mondo degli homeless losangelini, Il solista di Joe Whright, rinuncia alla cattiveria e alla sfrontatezza, per dipingere un quadro troppo edificante e prevedibile. Leggi tutto
Oltre le regole – The Messenger
È un film volutamente slabbrato, quasi episodico, Oltre le regole - The Messenger, in movimento su una linea piana, che non ha bisogno di verticali o di eventi climatici per trovare la propria sublimazione: un’opera che parla sottovoce, risoluta ma trattenuta, dolorosa ma grottesca, farraginosa e illuminante. Leggi tutto