Il prigioniero coreano
Kim Ki-duk torna al Lido di Venezia con Il prigioniero coreano, dramma dagli echi kafkiani sulle insanabili fratture tra nord e sud Corea, e sul concetto di "libertà". Un'opera non priva di difetti ma dominata da una sincerità disarmante, e da un'amarezza priva di confini. Leggi tutto
Madonna
Infanticidi, stupri, soprusi, infarti, altri infanticidi: Madonna, opera terza della regista sudcoreana Shin Su-won, mette tanta carne al fuoco, ma dopo la proiezione ci resta davvero poco. Giusto Seo Young-hee, che è sempre un piacere poter ammirare, e il volto nuovo Kwon So-hyun. Leggi tutto
One on One
Torna al Lido, questa volta nelle Giornate degli Autori, Kim Ki-duk, per raccontare una storia di violenza, vendetta e critica sociale. In modo a dir poco confusionario. Leggi tutto