The Forbidden Room
Nuovo lavoro dell'eclettico Guy Maddin, che attinge a un immaginario di cinema retrò, dal muto al technicolor. I pregi e i limiti della sua estetica sono sempre quelli: un immaginario visionario da un lato e un eccesso di immagini che vira alla piattezza dall'altro. In After Hours al TFF 2015. Leggi tutto
Pontypool
Come ogni horror che si rispetti Pontypool di Bruce McDonald non teme di giocare il proprio ruolo sociale e politico fino in fondo, senza per questo appesantire una trama che procede spedita senza cadute di ritmo o di tono. Leggi tutto
La canzone più triste del mondo
Tra squarci espressionisti, filologiche riprese degli agit-prop della scuola sovietica e incursioni traboccanti di pathos nel realismo francese La canzone più triste del mondo di Guy Maddin compone un sublime e articolato canto in onore del cinema che fu. Leggi tutto