1917
In corsa per dieci statuette e salutato con trascinante entusiasmo dalla critica statunitense, 1917 guarda con apprezzabile equilibrio al cinema classico e al grande pubblico, offrendosi agli spettatori come programmatica esperienza immersiva e come utile (?) promemoria degli orrori bellici. Leggi tutto
Rapina a Stoccolma
Con Rapina a Stoccolma Robert Budreau aveva l'occasione di lavorare su una materia affascinante e su un evento storico in grado di contenere al proprio interno molte suggestioni. Peccato che alla resa dei conti nulla di tutto questo sia presente. Leggi tutto
Shazam!
Nello scontro impari tra Marvel e DC Comics, la casa madre di Kal-El sferra finalmente un colpo ben assestato con lo spensierato Shazam. Si respira quel gusto per la narrazione che permeava le produzioni spielberghiane, i cult young (senza adult) di Donner e Zemeckis, Dante e Levinson. Leggi tutto
Kingsman – Il cerchio d’oro
Mirabolante spy-action, Kingsman - Il cerchio d'oro raddoppia compulsivamente l'eccentricità del precedente capitolo, tanto da far pensare che l'ossessiva ricerca dell'imprevedibile non porti ad altro che a una scoppiettante prevedibilità. Leggi tutto
Grimsby – Attenti a quell’altro
Sacha Baron Cohen è il perno, il protagonista, l’ideatore e lo sceneggiatore di una sfrenata commedia demenziale. Il risultato finale è però un esplosivo quanto becero calderone improntato a una comicità di situazione di una volgarità abnorme, che strappa solo di rado la risata. Leggi tutto
Kingsman – Secret Service
Con Kingsman, Matthew Vaughn da un lato cita affettuosamente, da un lato irride e destruttura, un filone come quello spionistico, contaminandolo con altri generi e suggestioni e immergendolo nel suo gusto pop. Leggi tutto
The Imitation Game
Nel novero dei Film da Oscar, The Imitation Game ha il pregio e il difetto di osare la versione più complessa del ricettario, salvo poi lanciarsi in un'esecuzione piuttosto sobria e convenzionale, elevata dalla parabola dell'attore Benedict Cumberbatch. Leggi tutto