Certain Women
Certain Women appare quasi come un'antologia della poetica di Kelly Reichardt, un viaggio nel femminile che non scarta mai dalla necessità di fermare lo sguardo sul contesto, sociale quanto geografico. Inedito in sala in Italia e reso visibile grazie all'intervento di Fuori Orario - Cose (mai) viste. Leggi tutto
Venom
A forza di raschiare il fondo del barile dei personaggi Marvel (che però qui si tiene a debita distanza) si è arrivati anche a Venom, uno dei più apprezzati antagonisti di Spider-Man. Qui di Peter Parker non c'è l'ombra, e neanche di una sceneggiatura credibile, purtroppo... Leggi tutto
Come ti divento bella
In linea con quello che potevano rappresentare le commedie sentimentali e “politiche” dei fratelli Farrelly dei tempi d’oro, Come ti divento bella si avvale della travolgente Amy Schumer ma preferisce essere edificante piuttosto che corrosivo, stucchevole anziché scomodo. Leggi tutto
Tutti i soldi del mondo
Tutti i soldi del mondo verrà ricordato, difficile dubitarne, per la scelta della produzione e di Ridley Scott di sostituire il "disdicevole" Kevin Spacey, rigirando le sequenze che lo riguardavano con Christopher Plummer al suo posto. Ma al di là di questo il film si perde dietro una metafora troppo banale. Leggi tutto
The Greatest Showman
Più simile a una puntata di Glee che a Moulin Rouge o a La La Land, The Greatest Showman è un musicarello americano in costume più sfacciatamente ingenuo e mellifluo che sognatore. Leggi tutto
La stanza delle meraviglie
In concorso a Cannes 2017, La stanza delle meraviglie insegue per due ore la "meraviglia" senza mai raggiungerla. Per la prima volta, il cinema di Haynes sembra incapace di penetrare sotto la superficie delle immagini, incapace di andare oltre la luccicante messa in scena. Leggi tutto
Manchester by the Sea
Melò intenso, ma apprezzabilmente giocato in sottrazione, Manchester by the Sea è film di scrittura e interpreti prima che di regia, consapevolmente scevro dalle trappole della retorica. Leggi tutto
Suite francese
Un esangue melodramma corale in tempo di guerra, dove una graziosa donna francese e un elegante soldato nazista dovrebbero amarsi, ma si limitano a comportarsi come delle avvenenti marionette. Suite francese, tratto dal bestseller di Irène Némirovsky. Leggi tutto