Saturday Fiction
Thriller ambientato a Shanghai nel '41, Saturday Fiction di Lou Ye - in concorso a Venezia 76 - vuole mettere a confronto arte della recitazione con arte dello spionaggio, ma si perde nel suo confuso gioco di specchi. Leggi tutto
L’ultima ora
Onirico, inquietante, complesso quanto suggestivo, L’ultima ora è un lavoro attraverso il quale Sébastian Marnier fa una trattazione sull’adolescenza e sul rapporto di questa col mondo adulto, sotto forma di thriller psicologico. Leggi tutto
Frankie
Frankie segna la prima volta per Ira Sachs in concorso al Festival di Cannes. Una collocazione incomprensibile – e probabilmente dannosa – per un’opera fragile e nel complesso priva di profondità. Leggi tutto
9 Doigts
Dopo il premio per la regia al Festival di Locarno, 9 Doigts, quinto lungometreggio del francese F.J. Ossang, trova una distribuzione in sala: un lavoro dalla natura composita e ricca di fascino, tra suggestioni di genere, riflessioni di ampio respiro, riferimenti letterari e cinematografici. Leggi tutto
Il gioco delle coppie
Olivier Assayas firma con Il gioco delle coppie (in originale Non-Fiction o Doubles vies) una commedia satirica di raffinata intelligenza, che prende in giro la borghesia transalpina e non solo, ma non viene meno mai allo sguardo sistemico che da sempre accompagna la sua filmografia. Leggi tutto
Quartier Lointain
Riesce a regalare qualche momento di ottimo cinema Quartier lointain di Sam Garbarski, tratto dal romanzo di Jiro Taniguchi e presentato fuori competizione al Festival di Roma. Leggi tutto