Izo
Izo è l'opera più estrema della sterminata filmografia di Takashi Miike, e con ogni probabilità rappresenta il suo apice poetico e artistico. Attraverso una vera e propria carneficina il regista giapponese ragiona sulla storia del Giappone, sull'umanità e sul cinema come reiterazione di sé. Leggi tutto
The Scythian Lamb
The Scythian Lamb è il nuovo film di Daihachi Yoshida, già autore tra gli altri di Funuke Show Me Some Love, You Losers! e Pale Moon. Un lavoro che parte da suggestioni molto interessanti ma perde progressivamente il filo del discorso, arrancando dietro un modello thriller gestito con poca oculatezza. Leggi tutto
Before We Vanish
In Before We Vanish Kiyoshi Kurosawa torna a utilizzare i codici del genere per cercare di raccontare l'umanità, le sue pulsioni, le domande senza risposta che la agitano. In questo caso lo schema è quello dell'invasione aliena, per uno sci-fi contemplativo ma non privo di deflagrazioni improvvise. In Un certain regard a Cannes 2017. Leggi tutto
My Uncle
My Uncle, leggiadra commedia sul rapporto zio-nipote presentata al Far East 2017, è un Nobuhiro Yamashita mai così ad altezza bambino. A prescindere da quale sia la sua età. Leggi tutto
Mohican Comes Home
Presentata al Far East Film Festival la nuova opera di Shuichi Okita, che sforna ancora un film che si permette di trattare temi come la malattia e la morte, ma rimanendo su un tono di leggerezza. Leggi tutto
The Raid 2: Berandal
Presentato al Far East di Udine, The Raid 2 è un film di scrittura, di calibrati piani sequenza, di certosina composizione delle inquadrature e di incredibile, tambureggiante e violentissima spettacolarità. Leggi tutto
Kanikōsen
Kanikosen è un film di uomini, un film di guerra, un agitprop socialista, un film di danza moderna e soprattutto l'adattamento di uno dei maggiori bestseller nipponici, scritto ottant'anni fa da una delle luci guida della letteratura operaia... Leggi tutto