Rifkin’s Festival
Rifkin's Festival è la cinquantesima regia cinematografica di Woody Allen, che qui ripercorre alcune delle strade poetiche a lui più congeniali, affidando il proprio alter ego a Wallace Shawn. Un'opera che non aggiunge granché alla carriera di Allen, ma che ne testimonia la vitalità intellettuale. Leggi tutto
Into the Woods
Da un musical risalente a quasi un trentennio fa, Rob Marshall rilegge e fa collidere tra loro quattro iconiche fiabe, con qualche incertezza di tono ma non senza coraggio nel valorizzarne il lato oscuro. Leggi tutto
Blue Jasmine
Woody Allen si odia o si ama, e così molti dei suoi ultimi film, il cui giudizio tende a cambiare a seconda delle visioni. Non con Blue Jasmine, che è e resta uno dei suoi migliori film degli ultimi vent’anni. La recensione del DVD edito dalla Warner Bros. Leggi tutto
Blue Jasmine
Lasciati da parte i cliché da cartolina, Woody Allen con Blue Jasmine torna a puntare l'obiettivo sugli esseri umani e sulle dinamiche del vivere, realizzando un film dolente e doloroso che non cede al patetismo. Leggi tutto
Rabbit Hole
Nell'affrontare un tema più volte portato sul grande schermo, Mitchell e Lindsay-Abaire cercano di non sprofondare nelle sabbie mobili della cupa elaborazione del lutto, del dramma a tutti i costi, della totale assenza di raggi di sole, di sorrisi, di vitalità. Leggi tutto
The Good Shepherd – L’ombra del potere
A tredici anni di distanza da Bronx Robert De Niro torna a fare il regista dirigendo The Good Shepherd - L'ombra del potere, un affascinante e fluviale racconto della nascita della CIA, colpa radicata nel cuore dell'America, e della rappresentazione di sé. In concorso alla Berlinale 2007. Leggi tutto